Gesù viene flagellato e crocifisso

Matteo 27:26–50

26Allora egli liberò loro Barabba; e dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò perché fosse crocifisso.

27Allora i soldati del governatore, tratto Gesù nel pretorio, radunarono attorno a lui tutta la coorte.

28E spogliatolo, gli misero addosso un manto scarlatto;

29e intrecciata una corona di spine, gliela misero sul capo, e una canna nella man destra; e inginocchiatisi dinanzi a lui, lo beffavano, dicendo: Salve, re dei Giudei!

30E sputatogli addosso, presero la canna, e gli percotevano il capo.

31E dopo averlo schernito, lo spogliarono del manto, e lo rivestirono delle sue vesti; poi lo menaron via per crocifiggerlo.

32Or nell’uscire trovarono un Cireneo chiamato Simone, e lo costrinsero a portar la croce di Gesù.

33E venuti ad un luogo detto Golgota, che vuol dire: Luogo del teschio, gli dettero a bere del vino mescolato con fiele;

34ma Gesù, assaggiatolo, non volle berne.

35Poi, dopo averlo crocifisso, spartirono i suoi vestimenti, tirando a sorte; [affinché si adempisse ciò che fu detto dal profeta: ‘Hanno diviso tra loro le mie vesti e sulla mia tunica hanno tirato a sorte’].

36e postisi a sedere, gli facevan quivi la guardia.

37E al disopra del capo gli posero scritto il motivo della condanna: QUESTO È GESÙ, IL RE DE’ GIUDEI.

38Allora furon con lui crocifissi due ladroni, uno a destra e l’altro a sinistra.

39E coloro che passavano di lì, lo ingiuriavano, scotendo il capo e dicendo:

40Tu che disfai il tempio e in tre giorni lo riedifichi, salva te stesso, se tu sei Figliuol di Dio, e scendi giù di croce!

41Similmente, i capi sacerdoti, con gli scribi e gli anziani, beffandosi, dicevano:

42Ha salvato altri e non può salvar se stesso! Da che è il re d’Israele, scenda ora giù di croce, e noi crederemo in lui.

43S’è confidato in Dio; lo liberi ora, s’Ei lo gradisce, poiché ha detto: Son Figliuol di Dio.

44E nello stesso modo lo vituperavano anche i ladroni crocifissi con lui.

45Or dall’ora sesta si fecero tenebre per tutto il paese, fino all’ora nona.

46E verso l’ora nona, Gesù gridò con gran voce: Elì, Elì, lamà sabactanì? cioè: Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?

47Ma alcuni degli astanti, udito ciò, dicevano: Costui chiama Elia.

48E subito un di loro corse a prendere una spugna; e inzuppatala d’aceto e postala in cima a una canna, gli die’ da bere.

49Ma gli altri dicevano: Lascia, vediamo se Elia viene a salvarlo.

50E Gesù, avendo di nuovo gridato con gran voce, rendé lo spirito.

Fotografie