Pietro e Giovanni vengono giudicati

Atti 4:5–21

5E il dì seguente, i loro capi, con gli anziani e gli scribi, si radunarono in Gerusalemme,

6con Anna, il sommo sacerdote, e Caiàfa, e Giovanni, e Alessandro e tutti quelli che erano della famiglia dei sommi sacerdoti.

7E fatti comparir quivi in mezzo Pietro e Giovanni, domandarono: Con qual potestà, o in nome di chi avete voi fatto questo?

8Allora Pietro, ripieno dello Spirito Santo, disse loro: Rettori del popolo ed anziani,

9se siamo oggi esaminati circa un beneficio fatto a un uomo infermo, per sapere com’è che quest’uomo è stato guarito,

10sia noto a tutti voi e a tutto il popolo d’Israele che ciò è stato fatto nel nome di Gesù Cristo il Nazareno, che voi avete crocifisso, e che Dio ha risuscitato dai morti; in virtù d’esso quest’uomo comparisce guarito, in presenza vostra.

11Egli è la pietra che è stata da voi edificatori sprezzata, ed è divenuta la pietra angolare.

12E in nessun altro è la salvezza; poiché non v’è sotto il cielo alcun altro nome che sia stato dato agli uomini, per il quale noi abbiamo ad esser salvati.

13Or essi, veduta la franchezza di Pietro e di Giovanni, e avendo capito che erano popolani senza istruzione, si maravigliarono e riconoscevano che erano stati con Gesù.

14E vedendo l’uomo, ch’era stato guarito, quivi presente con loro, non potevano dir nulla contro.

15Ma quand’ebbero comandato loro di uscire dal concistoro, conferiron fra loro dicendo:

16Che faremo a questi uomini? Che un evidente miracolo sia stato fatto per loro mezzo, è noto a tutti gli abitanti di Gerusalemme, e noi non lo possiamo negare.

17Ma affinché ciò non si sparga maggiormente fra il popolo, divietiam loro con minacce che non parlino più ad alcuno in questo nome.

18E avendoli chiamati, ingiunsero loro di non parlare né insegnare affatto nel nome di Gesù.

19Ma Pietro e Giovanni, rispondendo, dissero loro: Giudicate voi se è giusto nel cospetto di Dio, di ubbidire a voi anzi che a Dio.

20Poiché, quanto a noi, non possiamo non parlare delle cose che abbiam vedute e udite.

21Ed essi, minacciatili di nuovo, li lasciarono andare, non trovando nulla da poterli castigare, per cagion del popolo; perché tutti glorificavano Iddio per quel ch’era stato fatto.

Fotografie