Cercate il regno di Dio

Luca 12:13-34

13Or uno della folla gli disse: Maestro, di’ a mio fratello che divida con me l’eredità.

14Ma Gesù gli rispose: O uomo, chi mi ha costituito su voi giudice o spartitore? Poi disse loro:

15Badate e guardatevi da ogni avarizia; perché non è dall’abbondanza de’ beni che uno possiede, ch’egli ha la sua vita.

16E disse loro questa parabola: La campagna d’un certo uomo ricco fruttò copiosamente;

17ed egli ragionava così fra se medesimo: Che farò, poiché non ho dove riporre i miei raccolti? E disse:

18Questo farò: demolirò i miei granai e ne fabbricherò dei più vasti, e vi raccoglierò tutto il mio grano e i miei beni,

19e dirò all’anima mia: Anima, tu hai molti beni riposti per molti anni; riposati, mangia, bevi, godi.

20Ma Dio gli disse: Stolto, questa notte stessa l’anima tua ti sarà ridomandata; e quel che hai preparato, di chi sarà?

21Così è di chi tesoreggia per sé, e non è ricco in vista di Dio.

22Poi disse ai suoi discepoli: Perciò vi dico: Non siate con ansietà solleciti per la vita vostra di quel che mangerete; né per il corpo di che vi vestirete;

23poiché la vita è più del nutrimento, e il corpo è più del vestito.

24Considerate i corvi: non seminano, non mietono; non hanno dispensa né granaio, eppure Dio li nutrisce. Di quanto non siete voi da più degli uccelli?

25E chi di voi può con la sua sollecitudine aggiungere alla sua statura pure un cubito?

26Se dunque non potete far nemmeno ciò ch’è minimo, perché siete in ansiosa sollecitudine del rimanente?

27Considerate i gigli, come crescono; non faticano e non filano; eppure io vi dico che Salomone stesso, con tutta la sua gloria, non fu vestito come uno di loro.

28Or se Dio riveste così l’erba che oggi è nel campo e domani è gettata nel forno, quanto più vestirà voi, o gente di poca fede?

29Anche voi non cercate che mangerete e che berrete, e non ne state in sospeso;

30poiché tutte queste cose son le genti del mondo che le ricercano; ma il Padre vostro sa che ne avete bisogno.

31Cercate piuttosto il suo regno, e queste cose vi saranno sopraggiunte.

32Non temere, o piccol gregge; poiché al Padre vostro è piaciuto di darvi il regno.

33Vendete i vostri beni, e fatene elemosina; fatevi delle borse che non invecchiano, un tesoro che non venga meno ne’ cieli, ove ladro non s’accosta e tignuola non guasta.

34Perché dov’è il vostro tesoro, quivi sarà anche il vostro cuore.

Fotografie