Il Sermone sul Monte - Le beatitudini

Matteo 5:3–16

3Beati i poveri in ispirito, perché di loro è il regno de’ cieli.

4Beati quelli che fanno cordoglio, perché essi saranno consolati.

5Beati i mansueti, perché essi erederanno la terra.

6Beati quelli che sono affamati ed assetati della giustizia, perché essi saranno saziati.

7Beati i misericordiosi, perché a loro misericordia sarà fatta.

8Beati i puri di cuore, perché essi vedranno Iddio.

9Beati quelli che s’adoperano alla pace, perché essi saran chiamati figliuoli di Dio.

10Beati i perseguitati per cagion di giustizia, perché di loro è il regno dei cieli.

11Beati voi, quando v’oltraggeranno e vi perseguiteranno e, mentendo, diranno contro di voi ogni sorta di male per cagion mia.

12Rallegratevi e giubilate, perché il vostro premio è grande ne’ cieli; poiché così hanno perseguitato i profeti che sono stati prima di voi.

13Voi siete il sale della terra; ora, se il sale diviene insipido, con che lo si salerà? Non è più buono a nulla se non ad esser gettato via e calpestato dagli uomini.

14Voi siete la luce del mondo; una città posta sopra un monte non può rimaner nascosta;

15e non si accende una lampada per metterla sotto il moggio; anzi la si mette sul candeliere ed ella fa lume a tutti quelli che sono in casa.

16Così risplenda la vostra luce nel cospetto degli uomini, affinché veggano le vostre buone opere e glorifichino il Padre vostro che è ne’ cieli.

Fotografie