“Per sapere ciò che dovete fare, dovete chiedere avendo fede che riceverete. Con la chiamata ricevete la promessa che le risposte arriveranno”.

— Presidente Henry B. Eyring, “Siate all’altezza della vostra chiamata”, conferenza generale di ottobre 2002


Idee per il preludio

IDEASPIEGAZIONE
AH, HUM, OOScrivi “AH”, “HUM” e “OO” su fogli di carta separati. Scegli tre bambini che tengano i fogli. Quando entrano nella stanza altri bambini, chiedi a quelli con il foglio in mano di mostrare a turno come accompagnare la musica, con “AH”, “HUM” o “OO”.
Iniziare a imparare un nuovo innoSpiega ai bambini che per imparare la melodia di un nuovo inno devono ascoltarlo o canticchiarlo a bocca chiusa durante il preludio.
Creare un’atmosfera riverenteFai in modo che ci sia una musica di preludio mentre i bambini entrano in classe. Coinvolgi i bambini chiedendo loro di suonare inni della Primaria al piano, con strumenti a fiato o a corda come parte del preludio e del postludio.
Coinvolgere i bambiniAiuta i bambini a partecipare al preludio assicurandoti che ciascuno di essi si unisca al canto mentre entra nella stanza della Primaria.

Promuovere la riverenza

IDEASPIEGAZIONE
Scegliere una tecnica appropriataScegli una tecnica che sia appropriata per trasmettere sia il messaggio che lo spirito dell’inno. Ad esempio, gli inni riguardanti argomenti sacri dovrebbero essere insegnati con rispetto e riverenza.
Ascoltare e incrociare le bracciaAscoltate la mia voce e fate come vi dico… Mettete il dito sul naso… sulla testa… sul ginocchio. Poi sussurrate incrocia le braccia se riuscite a sentire la mia voce”.
Guardare e cantare a bassa voceGuardate mentre alzo in aria le mani. Ora guardate quando abbasso le mani e cantate l’inno più piano e più lentamente”. OPPURE: Distendi le braccia in avanti con la mani distanziate e chiedi ai bambini di guardare mentre canti. Più avvicini le mani, più devono cantare a voce bassa.
Inno per muoversiUsa un inno come attività per far muovere e sfogare i bambini. Per esempio, cantate “Disse il ruscello un dì”. Chiedi ai bambini di alzarsi in piedi quando vengono pronunciate parole con la “S” e di battere le mani quando vengono dette parole con la “G”. Termina chiedendo tranquillamente a tutti di sedersi e incrociare le braccia.

Come insegnare un inno

IDEASPIEGAZIONE
Aggiungere azioniInvita i bambini a pensare ad azioni che accompagnino una strofa dell’inno. Poi cantate e mimate l’inno tutti insieme.
Dividere in gruppiDividi i bambini in due gruppi e fai cantare a un gruppo soltanto le prime due parole di ogni frase e chiedi all’altro gruppo di completare la frase. Fai loro scambiare i ruoli e ripetete. Puoi suddividere i gruppi in molti modi: maschi/femmine, per colore di vestito, per colore degli occhi, in base ai compleanni nella prima o nella seconda parte dell’anno, ecc.
Riempire gli spazi vuotiCanta un inno e ometti tre parole importanti. Chiedi ai bambini di dire le parole mancanti. Parla del significato delle parole.
Immagini stilizzateDisegna alla lavagna l’inno con immagini stilizzate mentre cantate.
DomandeDividetevi in gruppi, un gruppo canta l’inno mentre l’altro gruppo fa una domanda la cui risposta è contenuta nell’inno. Scrivi alla lavagna domande a cui i bambini possano rispondere mentre cantano l’inno.
Parole chiave
Scrivi parole chiave dell’inno su diversi foglietti di carta. Quando un foglietto viene mostrato, i bambini non devono cantare quella parola. Oppure, ogni volta che canti un inno, chiedi ai bambini di ascoltare e trovare parole chiave, parole in rima o parole ripetute.
Domande e risposteIntroduci ciascuna frase di un inno ponendo una domanda e dicendo ai bambini di ascoltare la risposta mentre tu canti loro la frase. OPPURE, chiedi ai bambini di alzarsi quando cantano le domande nell’inno e di sedersi quando cantano le risposte.
Ripetere in vari modiLa ripetizione aiuta i bambini a imparare nuovi inni. Ripetete gli inni in molti modi, per esempio sussurrando, canticchiando, battendo le mani a tempo, variando il tempo o cantando sedendosi e alzandosi.
Piedi riverentiMarciate o camminate riverentemente seguendo il ritmo o il tempo di un inno. State su un piede per una frase e sull’altro per la frase successiva.
Sequenza di immagini e strisce di paroleScegli immagini che rappresentino frasi dell’inno o fai strisce di carta per ciascuna frase dell’inno. Mostrale nell’ordine sbagliato oppure disponile in maniera creativa in giro per la stanza e chiedi ai bambini di metterle in ordine mentre cantano l’inno più volte.

Come ripassare un inno

IDEASPIEGAZIONE
Acqua e fuocoFai uscire dalla stanza un bambino chiedendo a un altro di nascondere un oggetto. Quando il bambino rientra nella stanza chiedi ai bambini di cominciare a cantare. Più il bambino si avvicina all’oggetto, più forte i bambini cantano. Più si allontana dall’oggetto, più piano cantano oppure si alzano e si siedono.
Sacchetto degli oggetti da indovinareMetti in un sacchetto oggetti che rappresentino le parole di un inno. Fai scegliere a un bambino un oggetto contenuto nel sacchetto. Chiedi al bambino che cosa rappresenta l’oggetto nell’inno. Chiedi ai bambini che hanno scelto gli oggetti di mettersi in piedi nel giusto ordine secondo cui compaiono le parole nell’inno.
Lancio del sacchetto di fagioliChiedi a un bambino di lanciare in un cestino un sacchetto di fagioli o un foglio di carta accartocciato. Se fa canestro al primo tiro, fai cantare ai bambini la strofa una volta sola; se ci vogliono due tiri per andare a canestro, fai cantare loro la strofa due volte e così via.
Passare un oggettoFai passare un oggetto e cantate fino a quando il pianista non smette di suonare; a questo punto, il bambino che ha in mano l’oggetto deve dire la successiva parola dell’inno oppure rispondere a una domanda che spiega il messaggio dell’inno.
Stili di canto diversiFai un cubo di carta o di cartone. Su ciascun lato del cubo scrivi un modo diverso di cantare (batti le mani a tempo di musica, muovi le mani, cantano i bimbi, cantano le bimbe, canticchia la melodia a bocca chiusa, canta a voce bassa, i bambini simulano il labiale mentre le bambine cantano o viceversa, ecc). Chiedi a un bambino di far rotolare il cubo per decidere in che modo devono ripassare l’inno.
Inni preferiti dei bambiniDai a ogni bambino un cuore di carta. Chiedi loro di scriverci sopra il loro inno della Primaria preferito e il loro nome. Ponili in un contenitore. Scegline alcuni da cantare. Spiega ai bambini che gli inni della Primaria possono essere una fonte di conforto, guida e ispirazione e che si possono cantare praticamente ovunque e in qualunque momento.
DisegnareDisegna immagini che rappresentino le parole di un inno per aiutare i bambini a raffigurarsi le parole nella mente. I bambini possono, inoltre, aiutarti a disegnare le immagini.
Prima letteraScrivi la prima lettera di ogni parola di una frase di un inno per aiutare i bambini a ricordare le parole o a indovinare l’inno.

Indietro Torna alla pagina principale della Musica.