Belle Smith Spafford

Nona presidentessa generale
della Società di Soccorso

1945–1974


 

Belle Smith Spafford

Poco dopo che Belle S. Spafford fu chiamata come nona presidentessa della Società di Soccorso, ricevette un invito a una riunione del National Council of Women (NCW) a New York City. Le dirigenti della Società di Soccorso facevano parte di questo consiglio da oltre 50 anni, sebbene a volte avevano affrontato delle difficoltà, il viaggio era costoso e le riunioni occupavano molto tempo prezioso.

Dopo molta considerazione, Belle e le sue consigliere decisero di proporre al profeta che la Società di Soccorso mettesse fine alla sua appartenenza al consiglio.

Belle presentò le sue opinioni e i suoi motivi nello scrivere al presidente George Albert Smith e poi aggiunse: ‘Non ricaviamo nulla da questi consigli’.’

Il vecchio, saggio profeta, si ritrasse sulla sedia e la guardò con espressione turbata. ‘Lei vuole ritirare la Società di Soccorso perché non ricava nulla dalla sua adesione?’, chiese.

‘Questa è la nostra opinione’, rispose.

‘Mi dica’, disse il profeta, ‘che cosa date a queste organizzazioni?’

‘Sorella Spafford’, continuò, ‘lei mi sorprende. Ragiona sempre in termini di cosa ne ricava? Non pensa mai in termini di ciò che abbiamo da dare?’

Poi restituì il foglio e, stringendole la mano, disse… con molta fermezza: ‘Continui a fare parte di queste associazioni e faccia sentire la sua influenza’”.1

La sorella Spafford umilmente accettò il consiglio e col tempo, tramite la sua pazienza e la sua fedeltà, conquistò i cuori delle donne con cui lavorava. In seguito, le donne di tutto il mondo furono benedette dalla sua fede, saggezza e ispirazione mentre, non solo guidò la Società di Soccorso per 29 anni, ma servì anche nell’associazione NCW per 42 anni e, come presidente della stessa, dal 1968 al 1970.

Per quanto riguarda le sue esperienze fatte lavorando con i dirigenti del sacerdozio, Belle disse: “Ho imparato riguardo alla grandezza del sacerdozio di Dio. Ho imparato che l’ispirazione guida i fratelli che presiedono a noi. Ho imparato che non c’è nulla di più importante per me da fare come donna che essere obbediente al consiglio che danno”.2

Gioventù e istruzione

Nata l’8 ottobre 1895 a Salt Lake City, Marion Isabelle (“Belle”) Sims Smith era l’ultima dei sette figli di Hester Sims e John Gibson Smith. Nonostante suo padre morì prima che nascesse, sua madre fece sempre sentire a Belle e i suoi fratelli e sorelle che il loro padre si prendeva cura di loro assieme al loro Padre Celeste e al vescovo.3 Dopo aver completato i suoi studi, insegnò classi educative speciali alla Brigham Young University (BYU) a Provo, Utah.4

Matrimonio e famiglia

Mentre era alla BYU, Belle conobbe Willis Earl Spafford. Si sposarono il 23 marzo 1921 nel Tempio di Salt Lake. I loro due figli furono la sua più importante priorità. “Il contributo più valido che un donna può dare alla società”, disse Belle, “è di allevare figli che abbiano fatto tesoro dei valori tramite gli insegnamenti della famiglia, i quali permetteranno loro di agire come cittadini responsabili”.5 Morì il 2 febbraio 1982.

Estratti della Società di Soccorso

Le sorelle della Società di Soccorso insieme hanno donato oltre 500.000 dollari per costruire il tanto desiderato Edificio della Società di Soccorso a Salt Lake City, Utah. Fu dedicato il 3 ottobre 1956. Nel 1970, le Società di Soccorso smisero di raccogliere i propri fondi e ricevettero un budget. Questo permise alle sorelle di concentrarsi sul servizio compassionevole e sull’insegnamento in visita invece che sulla raccolta di fondi. Nel settembre del 1971, tutte le sorelle della Chiesa divennero membri della Società di Soccorso.6 Durante i quasi tre decenni di Belle come presidentessa generale, ella servì sotto la direzione di sei profeti.


Note

  1. Boyd K. Packer, “La Società di Soccorso”, La Stella, aprile 1979, 11.
  2. Belle S Spafford, “Relief Society Conference Emphasizes Spirit of Compassion”, Ensign, gennaio 1974, 133.
  3. Vedere Belle S. Spafford Oral History Interview, Church History Library, Salt Lake City, 2.
  4. Vedere Janet Peterson e LaRene Gaunt, Faith, Hope, and Charity (2008), 163.
  5. “LDS Women Have Defined Roles”, Church News, 24 febbraio 1973, 5.
  6. Vedere Notes to the Field, maggio 1971, 1.

Indietro Ritorna alla pagina principale delle presidentesse generali della Società di Soccorso.