Un cuore celeste

  • 20 gennaio 2011

Punti salienti dell’articolo

  • Tenete una riunione personale di devozione ogni mattina.
  • Immergetevi nelle Scritture.
  • Purificate la vostra vita tramite il potere santificatore ed espiatorio del Salvatore.

“Se [tenete una riunione personale di devozione ogni mattina] vi prometto nel nome di Gesù Cristo che la vostra vita cambierà. Vi sentirete più vicini che mai al vostro Padre Celeste”.

In un devozionale tenuto alla Brigham Young University il 18 gennaio 2011 l’anziano Yoshihiko Kikuchi, membro del Primo Quorum dei Settanta della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, ha parlato ai giovani adulti di come aprire il loro cuore al cielo.

L’anziano Kikuchi ha aperto il suo discorso con una descrizione delle attuali condizioni del mondo: confusione, odio, autocommiserazione, maleducazione, frustrazione, slealtà, vendetta e disonestà sfrontata.

“L’uomo naturale è nemico di Dio”, ha detto citando Mosia 3:19. Quindi ha chiesto: “Come possiamo essere più allegri, cortesi, gentili, sinceri, pazienti, amorevoli, umili e sottomessi al Signore?”.

“Il Salvatore è la soluzione per qualunque sfida dobbiamo affrontare”, ha detto l’anziano Kikuchi.

L’anziano Kikuchi ha suggerito tre semplici principi basilari che aiuteranno i giovani adulti ad avvicinarsi quotidianamente a Dio.

1. Tenete una riunione personale di devozione ogni mattina.

L’anziano Kikuchi ha citato il Profeta Joseph Smith, che disse: “Se osserverete il Vangelo con onestà di cuore, vi prometto nel nome del Signore che i doni promessi dal Salvatore saranno vostri”. (Insegnamenti dei presidenti della Chiesa: Joseph Smith (2007), 119).

Abbiamo bisogno di una forza simile a quella che trovò Joseph Smith quando si inginocchiò nel Bosco Sacro per rivolgersi a Dio, ha detto l’anziano Kikuchi.

“Vi invito a svegliarvi un po’ prima… trovate un luogo tranquillo e isolato e andateci… e umilmente, inginocchiandovi con riverenza dinanzi al Padre, appellatevi al Suo santo nome attraverso il Suo Beneamato Figliuolo Gesù Cristo e dichiarate la vostra profonda gratitudine”, ha detto.

L’anziano Kikuchi ha sottolineato come ognuno abbia bisogno del proprio “bosco sacro”, cioè di un luogo in cui la comunicazione tra Dio e l’uomo, o la donna, possa avvenire senza ostacoli.

“Se lo farete, vi prometto nel nome di Gesù Cristo che la vostra vita cambierà”, ha detto. “Vi sentirete più vicini che mai al vostro Padre Celeste”.

2. Immergetevi nelle Scritture.

L’anziano Kikuchi ha citato Giovanni 17:3: “E questa è la vita eterna: che conoscano te, il solo vero Dio, e colui che tu hai mandato, Gesù Cristo”.

“Dopo essere ritornati dal vostro bosco sacro personale, passate sette o otto minuti ogni mattina a leggere le parole di Cristo”, ha detto l’anziano Kikuchi. “In particolare, leggete il Libro di Mormon per familiarizzarvi con la voce del Signore”.

Ha detto che la lettura quotidiana aiuterà ciascuno a distinguere il bene dal male.

“Se leggerete il Libro di Mormon quotidianamente, saprete che Egli è il vostro Salvatore personale, Gesù Cristo”, ha detto. “Non tratterete con leggerezza le cose che sia io che voi abbiamo ricevuto”.

3. Purificate la vostra vita tramite il potere santificatore ed espiatorio del Salvatore.

L’anziano Kikuchi ha citato le parole del Salvatore: “Ma nessun uomo possiede ogni cosa, a meno che non sia purificato e nettato da ogni peccato. E se voi siete purificati e nettati da ogni peccato, chiederete tutto ciò che volete nel nome di Gesù, e sarà fatto” (DeA 50:28–29).

“Finché rimarrete puri e netti, la vostra coscienza sarà pulita alla presenza del Padre”, ha detto l’anziano Kikuchi. “Il potere del Salvatore si rifletterà su ognuno di noi, ma quando non ne siamo degni a causa del peccato, ci sentiamo a disagio e non proviamo quella pace interiore”.

Esercitando i principi del pentimento, ha detto, possiamo avere accesso all’Espiazione per diventare uno con il Signore. Il Signore ha promesso: “Ecco, colui che si è pentito dei suoi peccati è perdonato, e io, il Signore, non li ricordo più” (DeA 58:42).

“Vi prometto che, quando sarete puri e netti dinanzi al Signore, il Signore vi ispirerà e benedirà con il potere della Sua Espiazione in modo che potrete essere uno con Lui in modo perfetto”, ha detto l’anziano Kikuchi, “Egli ci invierà il Consolatore mentre ci laveremo e purificheremo attraverso il potere della Sua Espiazione”.

Nel parlare dell’influenza dello Spirito Santo, l’anziano Kikuchi ha poi citato alcuni passi tratti da Key to the Science of Theology dell’anziano Parley P. Pratt (1807–1857): “[Lo Spirito] accresce tutte le nostre facoltà intellettuali, aumenta, amplia, espande e purifica tutte le passioni e le tendenze naturali e le adatta, grazie al dono della saggezza, al loro corretto uso. Ispira, sviluppa, coltiva e matura tutti i migliori sentimenti, gioie, gusti, impressioni e affetti della nostra natura. Ispira virtù, premura, bontà, tenerezza, gentilezza e carità. Sviluppa la bellezza, la forma e l’aspetto di una persona. Porta alla salute, al vigore, alla vitalità e ai sentimenti di collaborazione. Rinvigorisce tutte le facoltà dell’uomo fisico e intellettuale. Rafforza e dà tono ai nervi. In breve è, per così dire, midollo per le ossa, gioia per il cuore, luce per gli occhi, musica per gli orecchi e vita per tutto l’essere”.

Ascoltate l’oracolo vivente, il presidente Thomas S. Monson, ha detto l’anziano Kikuchi. Leggete e meditate i suoi messaggi, lasciatevi ammaestrare da tutti i profeti e apostoli e venite al sacro tempio per apprendere il grande piano di felicità.

“Possa ognuno di noi avere il proprio bosco sacro, immergersi costantemente nelle Scritture, purificando e santificando la propria vita in modo da poter ricevere nutrimento all’albero della vita, cioè Gesù Cristo”, ha detto l’anziano Kikuchi.