Gli apostoli incontrano i membri e i dirigenti politici in Sud America

  Jason Swensen, redazione di Church News

  • 3 dicembre 2013

L’anziano Jeffrey R. Holland e sua moglie, la sorella Patricia Holland, partecipano a una sessione di domande e risposte durante una riunione per coppie sposate che è stata trasmessa in tutta l’Area Sud America Sud.  Fotografia pubblicata per gentile concessione dell’Area Sud America Sud.

Punti salienti dell’articolo

  • Più di 35.600 persone sono state istruite dagli apostoli durante una riunione per coppie sposate che interessava tutta l’area.
  • L’anziano Holland e l’anziano Christofferson hanno incontrato rappresentanti del governo e capi religiosi in Cile e in Paraguay.
  • Gli apostoli hanno sviluppato un amore indissolubile per i popoli e le culture del Sud America grazie a precedenti atti di servizio della Chiesa nella regione.

“Nel paese ci sono circa 600.000 membri della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nonostante la prima reale presenza della Chiesa sia cominciata con l’arrivo dei primi missionari a Santiago solo cinquant’anni fa. Siamo davvero orgogliosi di tale crescita in questo paese che amiamo così tanto” — Anziano Jeffrey R. Holland del Quorum dei Dodici

Un recente viaggio apostolico nelle nazioni meridionali del Sud America ha dimostrato i legami crescenti tra la Chiesa e i dirigenti di molti governi latino–americani — anche se la Chiesa continua a crescere in numero e in devozione.

Il 14 e il 15 novembre l’anziano Jeffrey R. Holland e l’anziano D. Todd Christofferson del Quorum dei Dodici apostoli, insieme all’anziano Ulisses Soares della presidenza dei Settanta, hanno partecipato a una revisione dell’Area Sud America Sud. Diverse riunioni di addestramento hanno caratterizzato i loro incontri con i dirigenti del sacerdozio, i membri e missionari — insieme alle visite di cortesia con i rappresentanti di governo e i capi religiosi di Cile e Paraguay.

Durante il viaggio, i Fratelli in visita hanno potuto incontrare decine di migliaia di membri, sia di persona sia grazie alle trasmissioni in diretta via Internet di varie riunioni.

Un momento speciale è stata la riunione per le coppie sposate di tutta l’area. L’evento si è tenuto a Buenos Aires, in Argentina, ed è stato trasmesso alle case di riunione dell’Area Sud America Sud. Erano presenti oltre 35.600 persone.

Tra gli oratori alla riunione c’erano l’anziano Christofferson e sua moglie, la sorella Katherine Christofferson, insieme all’anziano Soares e alla sorella Rosana Soares.

L’anziano Holland e sua moglie, la sorella Patricia Holland, hanno concluso la riunione, condividendo il podio per una sessione speciale di domande e risposte.

I loro teneri consigli “hanno generato molte lacrime e molti sorrisi”, ha detto l’anziano Christofferson. “Le persone sono state edificate in modo meraviglioso”.

Nel suo discorso l’anziano Christofferson ha detto che mariti e mogli devono innanzi tutto stabilire un rapporto forte e personale con il loro Padre Celeste. Ne deriverà un forte rapporto coniugale.

Il Quorum dei Dodici Apostoli, ha aggiunto, giunge a decisioni unanimi su questioni fondamentali con l’aiuto della preghiera. “Nel nostro matrimonio dovrebbe accadere lo stesso”.

L’anziano Holland e l’anziano Christofferson sono ben conosciuti in Sud America. L’anziano Holland ha presieduto all’Area Cile dal 2002 al 2004, periodo in cui il suo amore per il popolo e la cultura cileni è diventato più profondo.

L’anziano Christofferson ha sviluppato un amore indissolubile per la regione mentre svolgeva una missione a tempo pieno in Argentina dal 1964 al 1966.

L’11 novembre l’anziano Holland ha fatto visita al Palacio de La Moneda, il palazzo presidenziale che si trova a Santiago, dove è stato accolto con un caloroso “abrazo” (abbraccio) dal signor Gonzalo Guerrero, il direttore degli affari religiosi del governo cileno. I due uomini erano diventati amici al Simposio internazionale annuale della BYU su Legge e Religione tenuto lo scorso mese.

L’anziano D. Todd Christofferson ha parlato degli impegni umanitari della Chiesa in Paraguay con Monsignor Pastor Cuquejo, arcivescovo cattolico di Asunción. Foto di Fernando Florentin, MACRO.

L’anziano Holland è stato poi scortato all’ufficio dell’attuale presidente cileno, il presidente Sebastian Piñera. I due hanno intrattenuto una conversazione cordiale in cui l’anziano Holland ha elogiato il sostegno del presidente ai valori della famiglia e la storia di devozione religiosa del Cile.

I due uomini hanno parlato inoltre della crescita e dell’influenza della Chiesa in Cile. L’anziano Holland ha detto al presidente che “nel paese ci sono circa 600.000 membri della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nonostante la prima reale presenza della Chiesa sia cominciata con l’arrivo dei primi missionari a Santiago solo cinquant’anni fa. Siamo davvero orgogliosi di tale crescita in questo paese che amiamo così tanto”.

Il presidente Piñera ha parlato della propria familiarità con la Chiesa e delle sue visite allo Utah, in particolare di quando si è fermato durante le olimpiadi invernali del 2002 a Salt Lake City. Il capo di Stato cileno ha aggiunto di aver letto il Libro di Mormon dopo averne ricevuta una copia dal suo amico e socio in affari Rafael Viñas.

L’anziano Jeffrey D. Holland, a sinistra, stringe la mano al presidente cileno Sebastian Piñera nel palazzo presidenziale. Insieme a loro ci sono l’anziano Jorge F. Zeballos, all’estrema sinistra, e l’anziano Francisco J. Viñas. Fotografia pubblicata per gentile concessione dell’Area Sud America Sud.

Prima di andarsene, l’anziano Holland ha fatto un regalo al presidente, la statua Legami familiari con una targa in bronzo su cui erano incisi i nomi della famiglia del presidente. Ha inoltre consegnato al presidente Piñera un mappamondo fatto di lapislazzuli, una pietra blu che si trova in Cile e in Afghanistan.

Nel frattempo, il 13 novembre, l’anziano Christofferson ha fatto una visita presidenziale da solo in Sud America al presidente paraguayano appena eletto, il presidente Horacio Manuel Cartes.

Il presidente Cartes ha sottolineato la propria associazione alla Chiesa nel migliorare la vita del popolo paraguayano mediante il servizio e l’autosufficienza.

“È tutto collegato”, ha detto. “Io mi sto impegnando a trovare più posti di lavoro per il mio popolo, e voi state insegnando loro come ottenerne uno”.

L’anziano D. Todd Christofferson e una rappresentativa di membri ha fatto visita al presidente paraguayano Horacio Manuel Cartes ad Asunción, in Paraguay. Fotografia pubblicata per gentile concessione dell’Area Sud America Sud.

Il presidente Cartes ha parlato della sua ammirazione per il lavoro umanitario che la Chiesa svolge nella sua nazione, spesso in collaborazione con le organizzazioni di servizio locali.

L’anziano Christofferson ha inoltre regalato al presidente Cartes una statua della serie Legami familiari che ritrae una famiglia che legge le Scritture insieme.

Il presidente ha parlato del personale apprezzamento per le Scritture. “Leggo un salmo ogni mattina prima di iniziare la giornata”, ha detto. “Credo nel fare questa cosa e nel pregare il Signore”.

Poi il presidente Cartes ha avanzato una richiesta semplice tuttavia sentita: “Per favore, pregate per me”. L’anziano Christofferson ha risposto: “Lo facciamo già e continueremo a farlo”.

I membri di Buenos Aires, in Argentina, insieme per una riunione per coppie sposate. La riunione è stata trasmessa in quattro nazioni dell’Area Sud America Sud. Fotografia pubblicata per gentile concessione dell’Area Sud America Sud.

Tutti i partecipanti alla riunione hanno notato il sentimento di fratellanza tra il presidente Cartes e i dirigenti della Chiesa in visita.

Mentre si trovava in Paraguay, l’anziano Christofferson ha fatto visita anche a Monsignor Pastor Cuquejo, arcivescovo cattolico di Asunción. I due uomini hanno parlato degli interessi religiosi comuni e dei progetti umanitari condivisi dai servizi umanitari della Chiesa e dalle associazioni benefiche cattoliche Pastoral Social.

L’anziano Christofferson ha regalato al monsignore una riproduzione della statua del Christus.