Apostoli organizzano pali a Parigi e Roma

  Sarah Jane Weaver, vice direttrice di Church News

  • 2 ottobre 2013

L’anziano Dallin H. Oaks saluta un bambino prima di una conferenza a Parigi. Durante la riunione, l’anziano Oaks ha creato il terzo palo della Chiesa nella città.  Fotografia di Tom Garner, ©IRI.

Punti salienti dell’articolo

  • L’anziano Ballard ha incoraggiato i membri ad aiutare i missionari a trovare persone a cui insegnare.
  • Gli apostoli hanno commentato la grande forza spirituale dei membri della Chiesa in Europa.
  • L’anziano Oaks ha incontrato componenti del parlamento britannico e capi musulmani e ha parlato con loro della libertà di religione.

“La Chiesa è viva e vegeta e sta progredendo straordinariamente in Europa”
— Anziano Dallin H. Oaks del Quorum dei Dodici

Due apostoli hanno visitato cinque paesi europei questo settembre, parlando ai membri e ai missionari, creando pali in due grandi città, tenendo una revisione di area, presiedendo un seminario per 32 presidenti di missione e le rispettive mogli, incontrandosi con il governo e i capi religiosi e verificando lo stato dei templi in costruzione a Roma e a Parigi.

L’anziano Dallin H. Oaks del Quorum dei Dodici e sua moglie, la sorella Kristen Oaks, e l’anziano M. Russel Ballard, anch’egli del Quorum dei Dodici, e sua moglie, la sorella Barbara Ballard, si sono recati in Europa dal 6 al 16 settembre. Sono stati accompagnati dall’anziano Richard J. Maynes della Presidenza dei Settanta, dal vescovo Dean M. Davies, secondo consigliere del Vescovato Presiedente, e da componenti della presidenza dell’Area Europa della Chiesa.

Dopo essere ritornato a casa dall’Europa, l’anziano Ballard ha detto: “Poter andare nel mondo e dichiarare che Gesù Cristo è il Figlio di Dio è il privilegio più meraviglioso”.

Hanno fatto da corollario a questo viaggio riunioni per i dirigenti del sacerdozio tenute a Leeds e Manchester, in Inghilterra, a Madrid, in Spagna, e a Parigi, in Francia, durante le quali le mogli delle Autorità generali hanno insegnato anche alle dirigenti delle città vicine. Nelle speciali conferenze di palo che sono seguite, i dirigenti della Chiesa hanno parlato a circa 12.000 santi degli ultimi giorni di decine di pali.

“La Chiesa è viva e vegeta e sta progredendo straordinariamente in Europa”, ha detto l’anziano Oaks.

L’anziano Ballard è stato lieto di ritornare nelle Isole Britanniche, dove ha servito come giovane missionario. Ha affermato: “Le Isole Britanniche hanno dato un contributo alla crescita della Chiesa in tutto il mondo e per me questa è una cosa molto significativa che deve essere sempre riconosciuta”.

Ad ogni modo, ha dichiarato, i membri della Chiesa affrontano molte sfide in Europa, dove la tendenza generale è quella secondo cui la religione è considerata sempre meno importante. “[I membri] sono soggetti a pressioni da parte del mondo che gravano sui loro giovani e sulle loro famiglie”, ha asserito.

L’anziano Ballard ha detto che in molti paesi i membri sono bombardati dalla pornografia, dalle dipendenze e da attacchi ai valori fondamentali e alla libertà di religione. “Tutte queste cose distruggono la possibilità che gli uomini e le donne abbiano fede in Dio e fiducia nel Signore Gesù Cristo”.

In diversi incontri con i fedeli, l’anziano Ballard ha chiesto ai missionari a tempo pieno di venire davanti alla congregazione. Il vangelo di Gesù Cristo è la risposta ai problemi dell’Europa, ha spiegato, chiedendo ai membri di aiutare i missionari a trovare persone a cui insegnare.

Con il numero di missionari più alto nella storia della Chiesa, “tutti noi dobbiamo mobilitarci a favore di questa grande opera adesso. Tutti noi dobbiamo essere missionari. Questi sono venuti qui per insegnare il grande messaggio della Restaurazione”, ha detto l’anziano Ballard.

L’anziano Ballard ha detto ai membri europei che la Chiesa intera deve “riconoscere che il Signore sta affrettando la Sua opera di salvezza e che tutti noi dobbiamo prendervi parte”.

I trenta presidenti di missione e i due presidenti di MTC che hanno partecipato al seminario per i presidenti di missione tenuto dal 10 al 13 settembre a Versailles, in Francia, stanno aiutando i propri missionari a imparare come insegnare, ha detto l’anziano Ballard. I dirigenti della Chiesa e i presidenti di missione hanno discusso come vincere le influenze del mondo in Europa e le sfide che pongono.

L’anziano M. Russel Ballard e l’anziano Dallin H. Oaks tengono riunioni della Chiesa e salutano i membri durante un viaggio in Europa. © IRI

A dispetto delle difficoltà, la crescita della Chiesa in Europa è evidente.

“La crescente forza dei giovani in Europa è notevole”, ha detto il vescovo Davies dopo aver preso parte a conferenze di palo a York, in Inghilterra, e a Bruxelles, in Belgio. “Riflettono la luce di Cristo e sono ferventi nella propria testimonianza. Saranno futuri dirigenti”.

L’anziano Oaks ha detto che una “parte molto entusiasmante del viaggio è stata quando l’anziano Ballard è andato a organizzare un nuovo palo a Roma, dove è in costruzione un tempio, e io ho organizzato un nuovo palo a Parigi, dove sarà presto edificato un tempio”. Con la creazione del palo a Parigi, “i nove pali e l’unico distretto della Francia sono diventati 10 pali che coprono l’intera Francia”, ha detto l’anziano Oaks.

L’anziano Maynes, che ha assistito l’anziano Ballard nella creazione del nuovo palo a Roma, ha detto di essere rimasto “molto colpito dall’esperienza e dalla maturità spirituale” dei dirigenti del sacerdozio del paese.

Un bambino della Primaria partecipa a una riunione per i membri in Inghilterra. Due apostoli hanno visitato cinque paesi europei tra il 6 e il 16 settembre, parlando ai membri e ai missionari. Fotografia di James Dalrymple, ©IRI.

L’anziano Maynes ha detto che uno degli incarichi principali da adempiere in questo viaggio nell’Area Europa era quello di presenziare e partecipare a una revisione di area. Uno dei momenti salienti della riunione è stato venire a conoscenza che la frequenza alla riunione sacramentale in Europa non è mai stata così elevata.

Durante il viaggio, l’anziano Oaks si è incontrato con tre membri del parlamento britannico e cinque capi musulmani e ha parlato con loro della libertà di religione. L’anziano Oaks ha detto: “Ciò che abbiamo in comune con i capi responsabili del mondo musulmano è molto più grande di quelle che sono le nostre differenze”.

L’anziano Oaks ha detto che l’opera della Chiesa avanzerà in Europa, grazie a membri “amorevoli, vari e fedeli” con grande forza spirituale.