Dirigenti della Chiesa parlano a cerimonie di laurea nelle Hawaii, nell’Idaho e nello Utah (USA).

  • 26 aprile 2012

Il 19 aprile 2012, i laureandi della Brigham Young University di Provo, nello Utah (USA), hanno ascoltato l’anziano Dallin H. Oaks del Quorum dei Dodici Apostoli parlare riguardo a come l’essersi laureati alla BYU dovesse influenzare la loro vita.

Punti salienti dell’articolo

  • 7 aprile: Anziano M. Russell Ballard alla BYU–Idaho
  • 13 aprile: Anziano D. Todd Christofferson alla LDS Business College
  • 14 aprile: La presidentessa generale delle Giovani Donne Elaine S. Dalton alla BYU–Hawaii
  • 19 aprile: Anziano Dallin H. Oaks alla BYU–Provo

“Vi esorto a impegnarvi con voi stessi e con il Padre Celeste a dedicare la vostra vita e a consacrare il vostro tempo e i vostri talenti all’edificazione della Chiesa di Gesù Cristo nell’attesa della seconda venuta del Salvatore”. —Anziano M. Russell Ballard del Quorum dei Dodici Apostoli

I dirigenti della Chiesa si sono recati presso scuole della Chiesa nelle Hawaii, nell’Idaho e nello Utah (USA) durante il mese di aprile per dare gli ultimi consigli ai laureandi che stavano per lasciare l’ambiente universitario per cercare lavoro e continuare gli studi.

Leggi un resoconto più completo su Profeti e apostoli parlano oggi.

Alla BYU–Idaho il 7 aprile 2012, l’anziano M. Russell Ballard del Quorum dei dodici apostoli ha consigliato agli studenti di “sostituire il timore con la fede”.

“Credo che ci troviamo alle porte di una nuova era di crescita, di prosperità e di abbondanza”, ha detto. “Vi esorto a impegnarvi con voi stessi e con il Padre Celeste a dedicare la vostra vita e a consacrare il vostro tempo e i vostri talenti all’edificazione della Chiesa di Gesù Cristo nell’attesa della seconda venuta del Salvatore”.

L’anziano D. Todd Christofferson del Quorum dei Dodici Apostoli ha visitato l’LDS Business College di Salt Lake City, Utah, il 13 aprile 2012, per presentare il discorso della cerimonia di laurea a studenti provenienti da tutti i 50 stati americani e da 67 paesi.

Ha enfatizzato la necessità che gli studenti prestino servizio durante tutta la loro vita. “Il servizio sarà il vostro antidoto contro l’egoismo e il senso del diritto che sempre più affligge la società nel mondo… Il vostro servizio non solo benedirà gli altri, ma vi proteggerà anche”, ha detto.

Il giorno seguente, Elaine S. Dalton, presidentessa generale delle Giovani Donne, ha dato questi consigli agli studenti della BYU–Hawaii: “Ricordatevi chi siete”. “Lavorate sodo”. “Preparatevi alle avversità”. “Sognate in grande”. “I vincitori non sempre arrivano primi”.

“Correte la vostra maratona della fede e della vita”, ha detto. “Non lasciatevi scoraggiare dalla salita, ma vedete l’avversità come un’opportunità. Avanzate con fermezza e consapevolezza che non siete mai soli… Ritengo veramente che un ragazzo o una ragazza virtuosi guidati dallo Spirito possano cambiare il mondo”.

Il 19 aprile 2012, i laureandi della Brigham Young University di Provo, nello Utah (USA), hanno ascoltato l’anziano Dallin H. Oaks del Quorum dei Dodici Apostoli parlare riguardo a come l’essersi laureati alla BYU dovesse influenzare la loro vita.

“Il segno lasciato su di voi dalla BYU non l’avete scelto voi né vi è stato imposto”, ha detto l’anziano Oaks. “Un segno può e dovrebbe essere un modo per ricordare il nostro rapporto con coloro i quali hanno lasciato il segno su di noi, come pure per ricordare le responsabilità che abbiamo accettato in seguito alle qualifiche conferiteci”.