Le riviste della Chiesa festeggiano quarant’anni di informazione e di ispirazione dei membri della Chiesa

Inserito da Heather Wrigley, Notizie ed eventi della Chiesa

  • 6 maggio 2011

Punti salienti dell’articolo

  • 1890-1970: Numerose riviste e quotidiani della Chiesa in tutto il mondo sono pubblicate in maniera indipendente e hanno origine da Welsh Prophwyd Y Jubili, neu, Seren Y Saints (Il profeta del Giubileo o La Stella dei Santi) del 1846.
  • 1971: La Chiesa riorganizza e fonde le pubblicazioni della Chiesa esistenti nelle riviste Friend, New Era e Ensign, sotto la direzione della Prima Presidenza e del Quorum dei Dodici Apostoli.
  • 2011: Friend, New Era e Ensign, le riviste correlate della Chiesa, compiono quarant’anni. La Liahona continua a portare il messaggio alla Chiesa in tutto il mondo.

“Tramite le pagine delle riviste della Chiesa, le parole dei profeti e apostoli viventi entrano nelle nostre case con cadenza regolare per guidare e ispirare noi e i nostri familiari. Esortiamo tutti i fedeli nel mondo ad abbonarsi e a leggere le riviste della Chiesa”. — Lettera della Prima Presidenza, 1 aprile 1998

Quest’anno Friend, New Era e Ensign celebrano i quarant’anni della pubblicazione. Le riviste le quali origini risalgono alla fine del 1800, non sono troppo vecchie per essere utili: questo è solo l’inizio!

Prima delle riviste Friend, New Era e Ensign, esistevano le riviste Young Woman’s Journal (pubblicata per la prima volta nel 1890), Improvement Era (1898), Juvenile Instructor (1901), Children’s Friend (1902) e Relief Society Magazine (1915).

Nel 1971 i dirigenti della Chiesa presero alcune delle pubblicazioni esistenti e le riorganizzarono nelle riviste per i membri di lingua inglese che conosciamo oggi.

Ma benché siano notevolmente diverse all’apparenza e nel contenuto rispetto ad alcuni primi numeri degli anni ’70, le riviste Friend, New Era e Ensign sono guidate dalla stessa ispirazione profetica oggi come allora, e lo scopo è lo stesso: servire i membri della Chiesa.

Storia: 1890–1970

Nel 1902 Louie B. Felt e May Anderson, rispettivamente presidentessa e segretaria dell’Associazione della Primaria, assicurarono i fondi per la stampa di un anno della prima edizione della rivista Children’s Friend usando la casa di sorella Felt come garanzia. Sorella Anderson e sorella Felt stirarono carta da pacchi usata, raccolsero dello spago, incartarono le riviste singolarmente e vi scrissero sopra l’indirizzo dei destinatari.

La rivista fu un grande successo, e sebbene Children’s Friend fosse la prima rivista stampata per le dirigenti e le insegnanti, sorella Felt e sorella Anderson inclusero presto anche storie e attività per i bambini.

Nel 1971 la rivista Children’s Friend divenne la rivista Friend.

La storia della rivista New Era è più complicata. Nel 1929, l’AMM per le Giovani Donne e per i Giovani Uomini fusero le proprie pubblicazioni, le riviste, Young Woman’s Journal e Improvement Era, nella rivista Improvement Era

Con il passare del tempo, i contenuti della nuova rivista Improvement Era si concentrarono sempre più su un’utenza più adulta e così, nel 1967, fu introdotta una nuova sezione chiamata “The Era of Youth” [L’era dei giovani] per raggiungere un’utenza più giovane. La riorganizzazione del 1971 fece sì che questa sezione fosse il fondamento della moderna rivista per i giovani New Era.

Infine, la creazione della rivista Ensign nel 1971 fu una fusione delle riviste Improvement Era, Instructor e Relief Society Magazine.

In una registrazione audio su vinile del numero di gennaio 1971 della rivista Ensign, il presidente Joseph Fielding Smith (1838–1918) sottolinea il bisogno di rafforzare sia le singole famiglie che la Chiesa in generale.

Riviste in inglese: 1971–Oggi

Nel 1970 tutte le riviste della Chiesa erano dirette dalle diverse organizzazioni ausiliarie della Chiesa. Non c’era correlazione tra il contenuto delle riviste, e non veniva pubblicato lo stesso messaggio. 

Nel 1971 la Chiesa ha riorganizzato e fuso le pubblicazioni esistenti nelle riviste Friend, New Era e Ensign per creare un gruppo di riviste della Chiesa coerenti, iniziate e pubblicate sotto la direzione della Prima Presidenza e del Quorum dei Dodici Apostoli. 

La rivista Friend è diventata, secondo le parole del presidente Gordon B. Hinkley (1910–2008) che allora faceva parte del Quorum dei Dodici Apostoli, “un amico migliore per i bambini della Chiesa e, speriamo, per molti altri. Con storie meravigliose e una grafica affascinante, renderà divertente e assicurerà… la comprensione degli eterni e meravigliosi principi del Vangelo”.1

La rivista New Era ha servito i giovani e i giovani adulti attraverso messaggi ispirativi delle Autorità generali, profili personali, una sezione domande e risposte, un notiziario, narrativa, storie personali, storia della Chiesa, poesia, fotografia, pubblicità sulla Chiesa e vignette umoristiche.

La rivista Ensign è stata ideata per i membri adulti della Chiesa, comprendeva messaggi mensili della Prima Presidenza e della Società di Soccorso e articoli informativi su diversi argomenti del Vangelo.

Negli ultimi quarant’anni, gli anni del consolidamento delle riviste della Chiesa, la veste grafica è cambiata in modo significativo. Ma al di là di questo, ci sono stati piccoli cambiamenti: la fascia dei lettori di New Era, che prima andava dai 12 ai 26 anni, si è ristretta ai ragazzi di età compresa tra i 12 e i 18 anni, la narrativa è stata eliminata dalle riviste, diverse sezioni sono state aggiunte ed eliminate, e la rivista Ensign ha cominciato a inserire i discorsi della conferenza generale sul sito della Chiesa tre o quattro giorni dopo il termine della conferenza, fornendo un accesso gratuito e quasi immediato alla conferenza generale.

Ma poiché la crescita della Chiesa in tutto il mondo ha cominciato ad essere più veloce durante quegli stessi anni, fu chiaro il bisogno di una pubblicazione che raggiungesse gli stessi obiettivi ma servisse i membri di tutto il mondo.

Riviste per una Chiesa mondiale

Nel 1846, molto prima che il primo numero della rivista Young Woman’s Journal fosse pubblicato nel 1890, l’anziano Dan Jones aveva pubblicato la prima rivista in una lingua diversa dall’inglese: Prophwyd Y Jubili, neu, Seren Y Saints (Il profeta del Giubileo o La Stella dei Santi), in Galles.

Tra il 1846 e il 1967, le missioni della Chiesa hanno continuato a pubblicare periodici della missione per i membri locali. Mentre era responsabile delle missioni europee nel 1966, il presidente Howard W. Hunter, che allora faceva parte del Quorum dei Dodici Apostoli, ha notato il doppio del lavoro in queste pubblicazioni separate e, in alcuni casi, la mancanza di messaggi uniformi.

Nel 1967 la Chiesa ha fuso e correlato le riviste dell’area in un’unica pubblicazione: La Stella. È stata pubblicata in nove lingue, e presto ne seguirono altre.

Quasi tutte le riviste internazionali mantennero il proprio nome — Skandinaviens Stjerne (danese, La Stella scandinava), l’Etoile (francese, La Stella), Zion’s Panier (tedesca, Lo Stendardo di Sion) — fino al 2000, quando tutte diventarono la Liahona.

“Uno dei motivi è che la parola Liahona appartiene unicamente alla Chiesa perché è un termine che si trova nel Libro di Mormon”, ha detto Jenifer Greenwood, assistente del caporedattore della Liahona. “Benché gli altri titoli fossero storici, non indicavano necessariamente una pubblicazione della Chiesa. E ci sono così tanti simbolismi tra la rivista e il Liahona”.

Appena un anno dopo, è avvenuto un altro importante cambiamento. I dirigenti della Chiesa volevano che i membri di tutto il mondo cominciassero a ricevere lo stesso messaggio allo stesso tempo. Nel 2000 la progettazione di ogni rivista era completamente separate. Quando un articolo di una delle riviste in lingua inglese doveva essere pubblicato nella Liahona allo stesso modo, doveva essere ridisegnato e riveduto.

Il personale delle riviste ha deciso che il contenuto della Liahona, compreso il materiale per i bambini, i giovani e gli adulti, sarebbe stato deciso prima. Il contenuto migliore, e quello più appropriato per i lettori internazionali, si sarebbe bastato sulle priorità profetiche mensili.

Le riviste in lingua inglese avrebbero usato il contenuto della Liahona pertinente alle loro riviste, e ogni spazio in eccesso sarebbe stato riempito con altri contenuti appropriati, pianificati e prodotti dal proprio personale. Questo portò ad un allineamento di tutte le riviste della Chiesa in merito al periodo e ai messaggi, ma anche al fatto che le riviste in lingua inglese rappresentassero maggiormente i membri della Chiesa di tutto il mondo. 

“Stava davvero rivoluzionando il nostro mondo e il nostro procedimento, ma era la via per mandare un importante messaggio alla Chiesa intera”, ha detto sorella Greenwood. “Era il modo attraverso il quale le parole dei profeti viventi andassero in tutto il mondo”.

Grazie la crescita internazionale della Chiesa e alla riorganizzazione delle procedure delle riviste della Chiesa, è evidente che, sebbene esse possano contenere storie diverse, in futuro saranno molto legate.

“È un’identificazione per i fedeli ovunque che questa è veramente una Chiesa universale”, ha detto sorella Greenwood. “Non è una chiesa locale o una chiesa americana, è la Chiesa del Signore e ricopre veramente il pianeta. Penso che i membri delle aree della terra di lingua inglese siano rafforzati conoscendo ulteriori esperienze e lotte dei membri nelle altri parti del mondo.

Nel 1998, mediante una lettera ai membri della Chiesa, la Prima Presidenza ha affermato quanto segue: “Tramite le pagine delle riviste della Chiesa, le parole dei profeti e apostoli viventi entrano nelle nostre case con cadenza regolare per guidare e ispirare noi e i nostri familiari. Esortiamo tutti i fedeli nel mondo ad abbonarsi e a leggere le riviste della Chiesa”.2

Oggi, il numero complessivo delle riviste in circolazione, Friend, New Era e Ensign, è un milione e trecentomila riviste al mese. La Liahona pubblica 415.000 riviste al mese in quarantasei lingue.

Note

  1. 1. ”Happy 25th Birthday! 1971–1996” Friend, gennaio 1996, pagina 41
  2. 2. Lettera datata 1 aprile 1998.

Storia delle riviste della Chiesa

1840 – Millennial Star, il periodico della missione per l’Inghilterra inizia la pubblicazione.

Luglio 1846 – Prophwyd y Jubili, neu, Seren y Saint (Il profeta del giubileo, o La Stella dei Santi) viene pubblicato per la prima volta in Galles. 

1851 – Il periodico della missione danese, Skandinaviens Stjerne (La Stella scandinava), la pubblicazione francese, l’Etoile (La Stella), e la pubblicazione tedesca, Zion’s Panier (Lo stendardo di Sion) cominciano tutti la pubblicazione.

1867 – Juvenile Instructor, un sostegno per la Scuola Domenicale della Chiesa, che funzionava indipendentemente, viene pubblicato per la prima volta.

1869 – Il periodico della missione tedesca Der Stern viene pubblicato per la prima volta.

1873 – Woman’s Exponent inizia la pubblicazione come voce delle donne della Chiesa che riporta alcune notizie della Società di Soccorso.

1877 – Il periodico della missione svedese, Nordstjernan, viene pubblicato per la prima volta.

1890 – Young Woman’s Journal, la voce dell’AMM per le Giovani Donne, viene pubblicato per la prima volta.

1896 – Il periodico della missione olandese De Ster viene pubblicato per la prima volta.

1898 – Improvement Era, la voce dell’AMM per i Giovani Uomini, viene pubblicato per la prima volta.

1901 – The Deseret Sunday School Union [Unione della Scuola Domenicale di Deseret] acquista la rivista Juvenile Instructor, ed essa diventa una risorsa per tutte le classi di Scuola Domenicale.

1902 – L’Associazione della Primaria comincia la pubblicazione della rivista Children’s Friend, un bollettino mensile.

1910 – La rivista Utah Genealogical and Historical Magazine inizia la publicazione e insegna ai membri a svolgere il lavoro genealogico e a inviare i nomi per il lavoro di tempio.

1914 – La rivista Woman’s Exponent termina la pubblicazione.

1915 – La rivista Relief Society Magazine inizia la pubblicazione sotto la direzione della presidenza generale della Società di Soccorso.

1929 – Le riviste Young Woman’s Journal e Improvement Era si uniscono con il nome di Improvement Era.

Nello stesso anno, la rivista Juvenile Instructor diventa Instructor, poiché tanto le istruzioni per gli adulti quanto per i bambini.

1940 - La rivista Utah Genealogical and Historical Magazine viene cancellata. La rivista Improvement Era inizia a pubblicare materiali sulle attività genealogiche e di tempio.

1960 – La rivista Improvement Era, essendo diventata più istituzionale e adulta nel corso degli anni, crea una nuova sezione: “The Era of Youth” [L’era dei giovani], per raggiungere i lettori più giovani.

1966 – La rivista Relief Society Magazine inizia la prima pubblicazione della sede centrale della Chiesa per pubblicare in una lingua diversa dall’inglese (lo spagnolo).

1967 – La Chiesa consolida i periodici delle missioni in lingua non inglese, ne esistono sedici. I periodici mantengono i rispettivi nomi, ma il loro contenuto editoriale è standardizzato sotto la categoria “Riviste internazionali”. Il primo numero viene pubblicato in nove lingue.

1971 – La Chiesa riorganizza tutte le riviste dirette dalle organizzazioni ausiliarie della Chiesa in: Ensign of The Church of Jesus Christ of Latter-day Saints (che comprende le ex Improvement Era, Instructor e laRelief Society Magazine), la rivista New Era (tratto da “Era of Youth” una sezione di Improvement Era), e Friend (da Children’s Friend), tutte direttamente connesse ai dirigenti del sacerdozio della Prima Presidenza e dal Quorum dei Dodici Apostoli e da loro dirette.

1977 – La rivista internazionale inglese, Tambuli, inizia la pubblicazione. Contiene gli stessi contenuti di base delle riviste internazionali non di lingua inglese.

1982 – La rivista unificata “International Magazine” comincia a inviare copie tradotte del messaggio mensile della Prima Presidenza nelle zone dove la Chiesa è in via di sviluppo.

1991 – La rivista unificata “International Magazine” comincia a inviare copie tradotte del messaggio mensile dell’Insegnamento in visita nelle zone dove la Chiesa è in via di sviluppo.

1995 – Tutte le riviste internazionali della Chiesa cominciano a cambiare il proprio nome in Liahona. Il processo viene completato nel 2000.

1997 – La rivista Ensign inizia a inserire i discorsi della conferenza generale nel sito Internet della Chiesa pochi giorni dopo la conferenza, consentendo un accesso veloce e gratuito ai messaggi della conferenza in tutto il mondo.

1998 – La Liahona inizia a inserire i discorsi della conferenza on-line in due dozzine di lingue.

2000 – La Liahona pubblica riviste mensili in più di cinquanta lingue e il messaggio della Prima Presidenza e dell’Insegnamento in visita in più di sessanta lingue. 

Sempre nel 2000, la Chiesa inserisce sul sito tutti gli articoli delle riviste pubblicate dal 1971 fino a oggi.