La decisione del nuovo MTC in Messico è “fortunata”

  Jason Swensen, redazione di Church News

  • 7 febbraio 2013

Autorità generali e dirigenti missionari e dell’educazione della Chiesa all’interno del campus della Benemérito de las Américas a Città del Messico. Da sinistra: il fratello Kelend I. Mills, l’anziano David F. Evans, l’anziano Benjamín De Hoyos, l’anziano Daniel L. Johnson, l’anziano José L. Alonso, l’anziano Jeffrey R. Holland, l’anziano Russell M. Nelson, l’anziano Paul V. Johnson, il vescovo Gérald Caussé, il fratello Abraham Martinez e il fratello Israel Morales.  Fotografia riprodotta per gentile concessione dell’anziano Russell M. Nelson.

Punti salienti dell’articolo

  • Il 29 gennaio i dirigenti hanno annunciato che la scuola di proprietà della Chiesa Benemérito de las Américas di Città del Messico diverrà un centro di addestramento per i missionari.
  • Alla fine l’MTC sarà in grado di ospitare 1.500 missionari e servirà il Messico e altri paesi della regione.
  • L’anziano Russell M. Nelson ha detto che questo cambiamento è arrivato in un momento opportuno alla luce del recente aumento di domande per la missione.

“Stiamo assistendo a un giorno storico della Chiesa… Migliaia di giovani verranno qui da molte nazioni”. —Anziano Russell M. Nelson del Quorum dei Dodici

Il 29 gennaio è stato fatto l’annuncio che la scuola superiore di proprietà della Chiesa Benemérito de las Américas di Città del Messico diverrà un centro di addestramento per i missionari. Il giorno dopo, l’anziano Russell M. Nelson del Quorum dei Dodici Apostoli ha preso Dottrina e Alleanze e ha letto la sezione 88, versetto 73: “Ecco, io affretterò la mia opera a suo tempo”.

Questo affrettare profetizzato, ha detto, “è quello cui stiamo assistendo in una maniera senza precedenti”. Ha fatto vedere un grafico sul suo tavolo che indicava l’aumento di domande per la missione giunte negli ultimi mesi a seguito dello storico annuncio del presidente Thomas S. Monson con il quale è stata cambiata l’età in cui i giovani uomini e le giovani donne possono iniziare il servizio missionario.

L’anziano Nelson e il suo collega nei Dodici, l’anziano Jeffrey R. Holland, hanno presieduto e parlato alle riunioni del 29 gennaio presso il campus della Benemérito de las Américas, dove sono stati annunciati i programmi per il futuro MTC. La modifica da scuola a MTC è prevista dopo la fine dell’anno scolastico nel giugno 2013. Il nuovo centro di addestramento potrà ricevere i missionari appena chiamati in Messico e in altre destinazioni di lingua spagnola in tutto il mondo.

La decisione della Chiesa di convertire la scuola in un MTC “arriva in un momento molto fortunato, in quanto il flusso in entrata di nuovi missionari supererà la nostra capacità presso gli attuali centri di addestramento”, ha detto l’anziano Nelson in un’intervista con Church News.

Il nuovo MTC addestrerà anziani, sorelle e coppie che serviranno non solo in Messico, ma anche in altri paesi del Nord, Centro e Sud America. Anche missionari provenienti dagli Stati Uniti che sono stati chiamati a parlare la lingua spagnola nel loro paese potrebbero essere addestrati a Città del Messico. L’MTC di Provo, nello Utah, continuerà a fornire addestramento di lingua spagnola a molti missionari.


Il primo gruppo di nuovi missionari probabilmente arriverà nel nuovo MTC a luglio. Si prevede che a costituirlo saranno circa 150 missionari, ai quali faranno seguito graduali aumenti di numero. La capacità del nuovo MTC può superare le 1.500 persone. Per più di quattro decenni, la struttura della Benemérito de las Américas ha funzionato come collegio — quindi i dormitori e altre infrastrutture necessarie sono già presenti.

L’anziano Nelson ha detto che lui e i suoi co-dirigenti sono grati per come è stata accolta la notizia del cambiamento dai membri messicani, compresi gli amministratori, gli insegnanti, il personale e gli studenti della Benemérito de las Américas. Ha inoltre lodato la “fondamentale partecipazione” di vari dirigenti, tra cui la presidenza dell’area Messico — l’anziano Daniel L. Johnson, l’anziano Benjamín De Hoyos e l’anziano José L. Alonso — oltre all’anziano Paul V. Johnson, commissario per l’educazione della Chiesa, e l’anziano David F. Evans, direttore esecutivo del Dipartimento missionario. Ha altresì riconosciuto il lavoro del vescovo Gérald Caussé, primo consigliere del Vescovato Presiedente; dell’anziano Carl B. Pratt, Settanta emerito e presidente del Centro di addestramento per i missionari del Messico; di Chad H. Webb, vice commissario per l’educazione della Chiesa; e di Kelend I. Mills, direttore dei centri internazionali di addestramento per i missionari.

“Stiamo assistendo a un giorno storico della Chiesa”, ha detto l’anziano Nelson durante la riunione del 29 gennaio al campus della Benemérito de las Américas, cui hanno preso parte dirigenti locali della Chiesa e gli amministratori della scuola. L’evento è stato inoltre trasmesso via satellite in altre cappelle in tutto il Messico. Un numero notevole di giovani sta rispondendo alla chiamata a servire, ha aggiunto, rendendo necessario quest’ulteriore centro di addestramento missionario. Il futuro MTC preparerà a molti di questi nuovi missionari. “Migliaia di giovani verranno qui da molte nazioni”, ha dichiarato. A una riunione successiva con gli studenti della Benemérito de las Américas, l’anziano Holland ha riconosciuto l’amore degli studenti per la loro storica scuola. Ha rassicurato i giovani che era giusto che provassero dei sentimenti contrastanti riguardo alla chiusura della loro amata scuola. Ha inoltre parlato delle grandiose opportunità di crescita per la Chiesa che giungeranno dal recente aumento di missionari e dal nuovo MTC di Città del Messico. “Assisteremo ad una crescita”, ha aggiunto l’anziano Daniel L. Johnson, “come mai l’abbiamo vista prima nella storia della Chiesa”.