L’anziano Jensen rende testimonianza dello Spirito Santo alla riunione al caminetto del CES

Inserito da di Heather Whittle Wrigley, Notizie ed eventi della Chiesa

  • 8 Gennaio 2012

L’anziano Jay E. Jensen è stato chiamato nella presidenza dei Settanta l’1 agosto 2008 ed è stato sostenuto alla Conferenza generale di ottobre 2008.

Punti salienti dell’articolo

  • L’anziano Jensen ha evidenziato tre requisiti necessari per ricevere lo Spirito Santo:
  • (1) Desiderio: chiedere, cercare e bussare
  • (2) Dignità
  • (3) Sollecitudine, spirituale e fisica

Collegamenti correlati

L’anziano Jay E. Jensen, membro della presidenza dei Settanta, ha parlato dell’“importanza dello Spirito Santo e del dono ineffabile che Egli rappresenta”, come menzionato in Dottrina e Alleanze 121:26, alla riunione al caminetto del Sistema Educativo della Chiesa di domenica 8 gennaio 2012.

La riunione al caminetto è stata trasmessa dalla Brigham Young University di Provo, nello Utah, USA. L’anziano Jensen ha sottolineato l’importanza dello Spirito Santo riferendosi alla visita del Salvatore al popolo descritto nel Libro di Mormon. Dopo essere state istruite da Lui Stesso e dai discepoli, le persone dissero che la cosa che desideravano di più era “che fosse loro dato lo Spirito Santo” (3 Nefi 19:9).

In seguito il Salvatore pregò il Padre affinché “d[esse] lo Spirito Santo a tutti coloro che [avrebbero creduto] nelle… parole [dei Suoi discepoli]” (3 Nefi 19:19-21).

“Non conosco un passo delle Scritture che esprima meglio l’importanza che il nostro Salvatore attribuisce allo Spirito Santo”, ha detto l’anziano Jensen.

L’anziano Jensen ha detto che le persone dovrebbero ricercare ardentemente la compagnia e la guida dello Spirito Santo. Poi ha evidenziato tre temi:

Le missioni dello Spirito Santo

“Primo, lo Spirito Santo rivela il Padre e il Figlio o ne rende testimonianza”, ha attestato l’anziano Jensen.

Inoltre, lo Spirito Santo testimonia di tutta la verità, ha detto citando Moroni 10:5: “E mediante il potere dello Spirito Santo [essi] potr[anno] conoscere la verità di ogni cosa”.

Terzo, Egli santifica. Santificare significa “purificare o rendere liberi dal peccato, un messaggio centrale del vangelo restaurato”, ha spiegato l’anziano Jensen. “Lo Spirito Santo è il santificatore, grazie a Lui e mediante l’Espiazione infinita possiamo stare immacolati, purificati e puri”.

Egli ha menzionato il fatto che il sacramento fornisce alle singole persone l’opportunità ogni settimana di diventare libere dal peccato mediante il potere santificatore dello Spirito Santo.

Infine, lo Spirito Santo è il vero insegnante perché porta il messaggio del Vangelo nel nostro cuore.

“Vi rendo testimonianza che [lo Spirito Santo] ha altre importanti responsabilità o missioni”, ha detto l’anziano Jensen. “Egli è il Consolatore. Sprona o frena, guida, avverte e rimprovera. Vi invito a studiare queste cose per conto vostro”.

Ha poi parlato delle condizioni necessarie per ricevere lo Spirito Santo.

Condizioni per ricevere lo Spirito Santo

L’anziano Jensen ha evidenziato tre requisiti necessari per ricevere lo Spirito Santo: (1) il desiderio, il quale implica che chiediamo, cerchiamo e bussiamo; (2) la dignità e (3) la sollecitudine spirituale e fisica.

Ha inoltre spiegato i requisiti della dignità: “Per avere il dono ineffabile dello Spirito Santo dobbiamo osservare i comandamenti. Credo che sappiate quali mali offendono lo Spirito, quindi non li menzionerò. Una frase contenuta nella mia benedizione patriarcale è stata per me una guida: ‘Jay, mantieni il tuo corpo libero dalle tentazioni e dai mali che si presentano. Vivi in maniera pura e buona, poiché lo Spirito del tuo Padre Celeste dimora in tabernacoli puri. [Egli] non dimora in tabernacoli impuri’”.

Come riconoscere la direzione data dallo Spirito Santo

Sebbene la direzione data dallo Spirito Santo sia personale e spesso fatta su misura per la persona in questione, l’anziano Jensen ha elencato alcuni modelli che ha notato.

“Credo che ricevere ‘pace [ne]lla mente’ sia uno dei modi più comuni per riconoscere la direzione data dallo Spirito Santo”, ha detto citando Dottrina e Alleanze 6:23.

Poi ha spiegato i famosi versetti (vedi DeA 8:2-3) che dicono che la direzione dello Spirito Santo giunge alla mente e al cuore: “Ho imparato dalla Prima Presidenza e dal Quorum dei Dodici, e anche per esperianza personale, che le rivelazioni dirette alla mente sono spesso parole, idee e persino frasi specifiche, mentre le rivelazioni dirette al cuore sono sentimenti generali associati alla pace”, ha detto.

L’anziano Jensen ha sottolineato il fatto che i membri devono studiare le cose nella propria mente e poi devono pregare per ricevere una guida — e quindi agire in base a quello che hanno ricevuto.

Ha spiegato che per alcune persone la guida dello Spirito Santo può essere avvertita come un ardore nel petto, “un’intensità di sentimenti, la pace nella mente e i sentimenti del cuore menzionati prima”, ha detto.

Infine, l’anziano Jensen ha testimoniato che “avere impressioni che persistono finché non agiamo è una cosa vera e sacra”.

Egli ha concluso: “Prego umilmente che desideriate più intensamente di essere degni dell’ineffabile dono dello Spirito Santo, che possiate accrescere la [vostra] abilità nel riconoscere i Suoi suggerimenti, che possiate ‘sta[re] tranquilli e [conoscere]’ il Padre e il Figlio mediante lo Spirito Santo (vedi DeA 101:16), e che esprimiate gratitudine per Lui e per la Sua guida”.

Dopo circa 3 settimane dalla trasmissione, l’archivio audio e video sarà disponibile in svariate lingue all’indirizzo cesdevotionals.lds.org.

Gli archivi della trasmissione in inglese saranno disponibili alla voce “Trasmissioni ed eventi” diversi giorni dopo la serata al caminetto. I formati podcast audio e video saranno disponibili in molte lingue su LDS.org e iTunes.