L’anziano Oaks ritorna a Payson, dove ha trascorso la sua adolescenza, per dare il primo colpo di piccone per il tempio

  • 21 ottobre 2011

Quando il tempio di Payson, nello Utah, USA, sarà completato contribuirà ad allevviare il traffico in direzione del tempio di Provo, nello Utah.

“Adiacente alla I-15, l’autostrada principale in direzione nord-sud dello Utah, il tempio di Payson sarà un’influenza predominante e visibile sulle milioni di persone che passano di qui di giorno e di notte”—Dallin H. Oaks, Quorum dei Dodici Apostoli

Sabato 8 ottobre 2011, l’anziano Dallin H. Oaks del Quorum dei Dodici Apostoli ha presieduto alla cerimonia del primo colpo di piccone per il tempio di Payson, nello Utah, USA, della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni. A lui si sono uniti l’anziano Steven E. Snow e l’anziano Jay E. Jensen della Presidenza dei Settanta e l’anziano William R. Walker dei Settanta, il cui incarico è quello di Direttore Esecutivo del Dipartimento dei Templi della Chiesa.

Prima della cerimonia l’anziano Oaks ha ricordato i luoghi dove ha trascorso la maggior parte della sua adolescenza.

“Ho sempre considerato Payson una delle quattro città nelle quali sono cresciuto”, ha detto. “Dopo la morte di mio padre, avvenuta nel 1940, ho vissuto con i miei nonni, gli Harris, nella loro fattoria adiacente l’autostrada tra Payson e Spring Lake”.

Egli ha indicato il luogo dove sorge la fattoria, a meno di un chilometro dal sito del tempio, e poi ha spiegato che vicino c’è la scuola dove ha frequentato la terza e la quarta elementare. Appena a nord di quella scuola è stato battezzato membro della Chiesa.

Egli ha detto di aver frequentato la Chiesa a Payson, di aver partecipato alle attività degli Scout e persino di aver fatto il suo primo discorso nel rione di Payson, dove è ritornato ogni estate durante l’adolescenza per aiutare il nonno.

A una partita di pallacanestro della Payson High School del 1951 ha incontrato sua moglie, June Dixon di Spanish Fork, che è deceduta.

La moglie dell’anziano Oaks, Kristin, la quale ha parlato anche lei alla cerimonia del primo colpo di piccone, è cresciuta a Salt Lake, ma ama anche Payson, ha detto lui, grazie al tempo trascorso come supervisore degli insegnanti degli studenti della BYU nel Distretto scolastico Nebo.

“Con queste premesse, potete immaginare il mio piacere personale nel sentire l’annuncio di un tempio a Payson e la gioia che ho provato quando il presidente Monson mi ha incaricato di presiedere a questa cerimonia del primo colpo di piccone”.

L’anziano Oaks ha continuato a sottolineare la necessità che ogni membro sia degno di entrare nel tempio e che vi si rechi, in modo che le benedizioni del tempio possano rafforzare tutti.

“Adiacente alla I-15, l’autostrada principale in direzione nord-sud dello Utah, il tempio di Payson sarà un’influenza predominante e visibile sulle milioni di persone che passano di qui di giorno e di notte”, ha detto.

Il tempio di Payson farà salire a quindici il numero di templi operanti e annunciati nello Utah, esso diventerà il terzo tempio nella contea Utah. Servirà ventisei pali della Chiesa di Delta, Goshen, Mapleton, Payson, Salem, Santaquin e Spanish Fork.

Leggi un articolo sulla cerimonia del primo colpo di piccone su I profeti e gli apostoli parlano oggi.