L’anziano Walker racconta cinque modi in cui possiamo essere come il presidente Monson

  Marianne Holman, redazione di Church News

  • 7 maggio 2013

L’anziano William R. Walker dei Settanta ha parlato durante la riunione al caminetto del Sistema Educativo della Chiesa tenuta nel BYU–Idaho Center di Rexburg il 5 maggio.  Foto di Sara Collier.

Punti salienti dell’articolo

  • L’anziano William R. Walker dei Settanta ha parlato durante la riunione al caminetto del CES a Rexburg, in Idaho, il 5 maggio.
  • Ha condiviso cinque modi in cui le persone possono seguire la vita e gli insegnamenti del presidente Monson.
  • Siate felici e positivi, siate gentili con i bambini, amate il tempio, seguite i suggerimenti dello Spirito e amate gli altri, ha detto.

“Il presidente Monson ci ha indicato la via. È una via migliore; è la via del Signore”
— Anziano William R. Walker dei Settanta

Seguendo ed emulando il profeta del Signore, il presidente Thomas S. Monson, le persone possono diventare discepoli del Signore Gesù Cristo più fedeli, ha detto l’anziano William R. Walker dei Settanta durante la riunione al caminetto del Sistema Educativo della Chiesa tenuta presso il BYU-Idaho Center di Rexburg,

Il Signore dà alle persone dei modelli da seguire in riferimento a come agire, come vivere e come fare le cose, ha affermato l’anziano Walker. “Il desiderio più grande per ciascuno di noi è modellare la nostra vita secondo quella del Salvatore”.

È anche modellando la propria vita secondo il retto esempio di altre persone – come il presidente Monson – che gli individui possono essere più simili al Signore. “Il presidente Monson ci ha indicato la via”, ha detto. “È una via migliore; è la via del Signore”.

L’anziano Walker ha condiviso cinque modi in cui le persone possono seguire la vita e gli insegnamenti del presidente Monson.

1. Possiamo essere positivi e felici.

Rievocando un episodio in cui stava sedendo fuori dalla sala riunioni della Prima Presidenza in attesa di una riunione a cui era invitato a prendere parte, l’anziano Walker ha ricordato di aver sentito fischiettare senza sapere chi lo stesse facendo. Un momento dopo, vide il fischiettatore girare l’angolo; era il presidente Monson.

“Pur con il peso di tutta la Chiesa sulle sue spalle, è un esempio di felicità e ha sempre un atteggiamento positivo. Dovremmo essere così”, ha detto.

2. Possiamo essere gentili e amorevoli verso i bambini.

Raccontando le sue esperienze nel viaggiare con il presidente Monson per diverse dedicazioni di templi, l’anziano Walker ha detto che il profeta ama coinvolgere i bambini nelle cerimonie della posa della pietra angolare.

“Rende la cosa divertente per loro”, ha detto. “Gliela rende memorabile. Ha sempre un grande sorriso per loro. Li incoraggia e li elogia… I suoi calorosi saluti occasionalmente vengono espressi dando il cinque, muovendo le orecchie e incoraggiando a svolgere una missione e a sposarsi nel tempio”.

3. Possiamo seguire i suggerimenti dello Spirito.

Il presidente Monson è noto per la sua devozione al Signore e per il suo impegno a seguire i suggerimenti dello Spirito, ha detto l’anziano Walker.

4. Possiamo amare il tempio.

Il presidente Monson ha promesso che, quando i membri della Chiesa ameranno e frequenteranno il tempio, la loro vita rifletterà la loro fede e saranno in grado di sostenere ogni prova e di superare tutte le tentazioni.

5. Possiamo essere gentili, premurosi e amare gli altri.

“Il presidente Monson è un meraviglioso esempio di come amare gli altri”, ha detto l’anziano Walker. “Tutto il suo ministero è costellato di visite fatte nelle case della gente, di benedizioni impartite imponendo le mani sulla testa delle persone, di telefonate inaspettate per confortare e incoraggiare, di lettere di congratulazioni e di apprezzamento inviate, di visite a ospedali e case di cura e di tempo dedicato per andare a funerali e a camere ardenti nonostante un’agenda piena di impegni”.

L’anziano Walker dei Settanta parla durante la riunione al caminetto del Sistema Educativo della Chiesa tenuta nel BYU-Idaho Center di Rexburg il 5 maggio. Foto di Sara Collier.