Libertà religiosa

  Giuseppe Pasta, Responsabile dei rapporti con le Istituzioni

  • 11 ottobre 2013

Brigham Young University  Brigham Young University Archive

Provo: L’ 8 ottobre 2013, presso l’Università Brigham Young di Provo, si è tenuto l’annuale Simposio  internazionale sulla libertà religiosa, un evento accademico aconfessionale. Quest’anno, dall’Italia sono stati invitati tre partecipanti che la  suddetta università ha ospitato insieme con altri docenti e studiosi provenienti da tutto il mondo.

In una sessione moderata da James Toronto, Professore Associato di Studi Arabici e Islamici della BYU, hanno parlato a turno e nell’ordine:

. il professor Claudio M. Betti, Assistente del Presidente della Comunità di Sant’Egidio di Roma

. la dottoressa Anna Nardini, Coordinatore dell’Ufficio Studi e Rapporti Istituzionali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri

. il professor Andrea Pin, docente e ricercatore presso l’Università di Padova.

Anche questa volta, come ogni anno, la Brigham Young University ha pure dato spazio a voci prestigiose del nostro Paese per parlare di argomenti di interesse comune, al fine di perfezionare la reciproca conoscenza e l’integrazione in un realtà globale che tende a dividere, anziché unire.

Sebbene questa notizia non riguardi specificamente la Chiesa stessa, è comunque rilevante che dopo la firma dell’Intesa con lo Stato italiano avvenuta l’anno scorso, la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni stia ottenendo più visibilità anche nel nostro Paese, ottenendo maggiore apprezzamento e stima.

Tutti i partecipanti al Simposio hanno avuto l’opportunità di assistere ad una sessione della Conferenza Generale con visita guidata all’organizzazione dei servizi umanitari e di benessere. Quelli italiani, in particolare, ci hanno espresso sincera ammirazione e gradimento.