Amate i figli, amate il Signore, hanno insegnato le dirigenti della Primaria

  Rachel Sterzer, redazione del Church News

  • 16 aprile 2013

La sorella Rosemary M. Wixom, presidentessa generale della Primaria, ha insegnato alle dirigenti della Primaria a incentrare tutto ciò che fanno sul Salvatore e sul piano del Padre Celeste.

Punti salienti dell’articolo

  • La riunione di addestramento della Primaria, si è tenuta il 4 aprile 2013, presso l’Assembly Hall della Piazza del Tempio.
  • Le dirigenti dovrebbero concentrarsi sul Salvatore ed essere preparate spiritualmente.
  • Insegnare a bambini con disabilità non è un problema ma un’opportunità.

“Lo scopo fondamentale della Primaria è quello di incentrare tutto sul Salvatore Gesù Cristo”. — Sorella Rosemary M. Wixom, presidentessa generale della Primaria

“Ci sono milioni di modi diversi di insegnare e di dirigere la Primaria”, ha detto la sorella Rosemary M. Wixom, presidentessa generale della Primaria alle dirigenti della Primaria di rione e di palo riunite presso la Assembly Hall, giovedì 4 aprile. “Mi piacerebbe sedermi con ciascuna di voi… e imparare ciò che avete imparato e ringraziarvi di ogni ora di preparazione che avete dedicato alla vostra chiamata”.

La sorella Wixom è stata accompagnata durante le riunioni di addestramento delle organizzazioni ausiliarie della Primaria dalle sue consigliere, la sorella Jean A. Stevens e la sorella Cheryl A. Esplin, come pure dal comitato generale della Primaria, per discutere il tema di quest’anno, “Se il Salvatore fosse al mio fianco”.

Parlando della chiamata a servire nella primaria, la sorella Wixom ha detto che vi sono soltanto due requisiti: amare i bambini e amare il Signore.

La sorella Wixom ha invitato le dirigenti della Primaria ad approfittare della loro prossima attività di gruppo per concentrarsi su un bambino. “Guardate la faccia di quel bambino. Guardate la luce nei suoi occhi. Immaginate che cosa sente e che cosa potete dire o fare per accrescere la fede di quel bambino e incoraggiarlo a rimanere sulla via del ritorno verso il Padre Celeste”.

Citando dal Manuale 2, la sorella Wixom ha detto: “Abbiamo uno scopo in Primaria. ‘Tutte le organizzazioni ausiliarie esistono per aiutare i membri della Chiesa a crescere nella testimonianza del Padre Celeste, di Gesù Cristo e del vangelo restaurato’… La Primaria è il luogo in cui le anime dei bambini sono ancorate in Cristo”.

La sorella Wixom ha condiviso la promessa e la responsabilità associate a Dottrina e Alleanze 68:6. “La promessa: ‘Pertanto, siate di buon animo e non temete, poiché io, il Signore, sono con voi e vi starò vicino’. La responsabilità: E voi porterete testimonianza di me, sì, Gesù Cristo; che io sono il Figlio del Dio vivente, che fui, che sono, e che sto per venire’”.

“Portiamo testimonianza di Gesù Cristo quando incentriamo tutto ciò che facciamo in Primaria, sul nostro Salvatore e sul piano del Padre Celeste”, ha spiegato.

Parlando della differenza che concentrarsi sul Salvatore può fare in Primaria, la sorella Wixom ha parlato di cose che i dirigenti della Primaria già sanno. “Sapete che [i bambini] imparano uno ad uno. Sapete che state insegnando ai bambini, non soltanto delle lezioni… Conoscete l’importanza di parlare del Salvatore”.

La sorella Wixom ha detto che la preparazione spirituale, compresi la preghiera personale e lo studio personale delle Scritture, contribuiscono allo Spirito della Primaria. Gli insegnanti che si concentrano sul Salvatore Gesù Cristo beneficiano di un maggiore impegno nella loro chiamata.

La sorella Wixom ha anche discusso l’effetto che concentrarsi su Gesù Cristo può avere sulla riverenza in Primaria. “Sapete che la riverenza nasce all’interno di ciascun individuo. [La riverenza] è un’espressione di amore e di rispetto. Giunge attraverso il vostro esempio e la vostra preparazione”.

La sorella Wixom ha incoraggiato le dirigenti a coinvolgere i bambini nello stabilire aspettative e limiti ma ha anche messo in guardia: Ricordate, le regole riguardano l’ambiente della Primaria, non lo scopo fondamentale della Primaria. In altre parole, evitate che il tema della riverenza influenzi tutto ciò che fate in Primaria. Lo scopo fondamentale della Primaria è quello di incentrare tutto sul Salvatore Gesù Cristo”.

La sorella Stevens, prima consigliera della presidenza generale della Primaria, ha presentato l’undicenne James Hamilton, che ha preparato oltre 200 nomi per il tempio.

“È un dolce promemoria che le benedizioni del Signore non sono solo per pochi”, ha detto. “Egli le offre a tutti e vuole che ognuno dei Suoi figli e delle Sue figlie vada al tempio e riceva le benedizioni e le alleanze che si celebrano in quel luogo”.

La sorella Stevens ha incoraggiato le dirigenti a riflettere su come possono aiutare i bambini che amano e servono a condividere il messaggio con le loro famiglie. “Se noi lo facciamo sentiremo la vicinanza del Salvatore”.

Parlando di come servire al meglio i bambini con disabilità, la sorella Esplin, seconda consigliera della presidenza generale della Primaria, ha citato una dirigente della Primaria che ha detto: “Avere un figlio disabile non è un problema da risolvere, anzi, è un’opportunità per la Primaria intera. Il Signore è consapevole della condizione di questi bambini. Egli ce li dona per un determinato scopo”.

Basandosi sulla partecipazione del pubblico, la sorella Esplin ha condiviso diverse cose che le dirigenti della Primaria possono fare per amare e coinvolgere coloro all’interno della Primaria che hanno disabilità, anche considerando le specifiche esigenze di quel bambino, includendo l’aiuto e il sostegno da parte dei genitori, coinvolgendo gli altri bambini e pregando per ricevere ispirazione.

“Non possiamo essere tutti in grado di capire ogni cosa riguardo a ogni disabilità”, ha detto la sorella Esplin. E questo va bene. Se abbiamo un cuore pieno di amore e ci inginocchiamo, il Signore ci insegnerà mentre ci consigliamo insieme e ci consigliamo con i genitori”.