I fedeli sono stati invitati a mandare dei video sulle esperienze legate alla conferenza generale.

  Philip M. Volmar, Notizie ed eventi della Chiesa

  • 21 settembre 2011

Per la prima volta, la Chiesa invita i membri a inviare dei video e altri contenuti che mostrino la loro partecipazione alla conferenza generale.

Punti salienti dell’articolo

  • La Chiesa è alla ricerca di videoclip di membri che si preparano per la conferenza, viaggiano per raggiungerla e che vi partecipano.
  • Il video che ne risulterà metterà in risalto la fede che i membri della Chiesa dimostrano nel partecipare alla conferenza.
  • La scadenza per inviare i video è il 1° novembre 2011.

“Questo film consentirà a tutti di vedere le difficoltà che i membri della Chiesa devono superare e i sacrifici che fanno per ascoltare i profeti viventi”. —Jim Anderson, produttore dei mezzi di comunicazione digitali, Dipartimento dei servizi multimediali

Ogni sei mesi, milioni di persone si riuniscono in gruppi grandi o piccoli in tutto il mondo per ascoltare le parole dei profeti e apostoli viventi.

Quest’ottobre, i fedeli sono invitati a esprimere che cosa significhi per loro la conferenza generale mandando dei video della loro esperienza inerenti alla conferenza di ottobre 2011

Le direttive su come filmare e inoltrare i video si trovano su create.lds.org/come-listen.

I video diventeranno parte della storia della Chiesa. Dopo la scadenza del 1° novembre, il Dipartimento dei servizi multimediali della Chiesa utilizzerà il materiale per creare un breve film dal titolo “Ascolta il profeta”, che non solo documenterà la fede dei membri della Chiesa mentre lo fanno, ma servirà anche come invito digitale rivolto a tutto il mondo per fare altrettanto.

L’iniziativa arriva in un momento in cui i dirigenti della Chiesa stanno enfatizzando il potere dei mezzi per comunicare socialmente e la presenza dei fedeli sui social network.

“Con tanti mezzi per comunicare socialmente e una molteplicità di strumenti più o meno utili a nostra disposizione, non è mai stato così facile condividere la buona novella del Vangelo né con effetti a così lungo raggio”, ha detto il presidente Dieter F. Uchtdorf, secondo consigliere della Prima Presidenza, nel suo discorso alla conferenza generale di aprile 2011. “Con le benedizioni della tecnologia moderna possiamo esprimere gratitudine e gioia per il grande piano di Dio per i Suoi figli in un modo che può essere udito non solo intorno a noi ma ovunque nel mondo”.

L’iniziativa “Ascolta il profeta” ha lo scopo di offrire ai fedeli l’opportunità di esprimere on-line la loro testimonianza con coloro che non appartengono alla Chiesa utilizzando i social media, facendo eco alla promessa del presidente Uchtdorf che “una sola frase di testimonianza può produrre effetti sulla vita di un’altra persona per l’eternità”.

Jim Anderson, produttore all’interno del Dipartimento dei servizi multimediali e direttore del progetto, ha detto: “Questo film consentirà a tutti di vedere le difficoltà che i membri devono superare e i sacrifici che fanno per ascoltare i profeti viventi. Vi sono tanti modi in cui la parola del Signore viene mandata nel mondo, ed è ciò che vuole cogliere questo film che parla di fede”.

Il fratello Anderson ha detto che certe persone scaricano la conferenza sul loro disco rigido e la danno poi ai membri del rione locale che non hanno accesso a Internet. “Alcuni la guardano sullo Smartphone”, ha continuato. “Altri ancora l’ascoltano via radio indossando gli auricolari o la leggono sulla Liahona o Ensign mentre sono in autobus.

“Siamo anche interessati a quei luoghi in cui i santi percorrono lunghe distanze per dimostrare la loro fede e testimonianza che abbiamo un profeta sulla terra oggi”, ha aggiunto il fratello Anderson.

I partecipanti sono incoraggiati a presentare video che ritraggano la loro esperienza alla conferenza generale. Questi video dovrebbero mostrare in che modo i fedeli si preparano, viaggiano e sono ispirati dalla conferenza generale. Hanno lo scopo di dimostrare l’esperienza di ognuno attraverso i video invece di far parlare i membri della loro esperienza.

I partecipanti sono incoraggiati a utilizzare l’attrezzatura di miglior qualità di cui dispongono per registrare, ma sono accettati i video provenienti da qualsiasi apparecchiatura. Si preferiscono clip brevi, da 5 a 10 secondo, piuttosto che lunghi video.

Il fratello Anderson ha sottolineato: “I vostri video non necessitano di manipolazioni, miglioramento dell’immagine o aggiunta di effetti sonori o musica da parte vostra. Siamo alla ricerca di filmati grezzi”.

Il Dipartimento dei servizi multimediali accetta materiale fino al 1° novembre tramite YouTube e Vimeo, DigiDelivery, CD e DVD, ed e-mail.

Le direttive su come filmare e inoltrare i video si trovano su create.lds.org/come-listen.