Annunciato nuovo sito web per aiutare gli adolescenti a cominciare la propria genealogia

Inserito da Philip M. Volmar, Notizie ed eventi della Chiesa

  • 1 ottobre 2011
 

È disponibile un nuovo sito web che, con le risorse di FamilySearch, intende aiutare i giovani a volgere il cuore verso i propri antenati e a cominciare a occuparsi di genealogia.

Punti salienti dell’articolo

  • Un nuovo sito web mirato ad aiutare i giovani nell’imparare a muovere i primi passi nella ricerca genealogica è ora disponibile su LDS.org/familyhistoryyouth.
  • Il sito contiene video, lezioni e diversi modi in cui i giovani possono scegliere di condividere le proprie esperienze di genealogia con gli altri.

La Chiesa ha creato una nuova sezione di youth.lds.org per aiutare la generazione nascente a volgere il cuore verso i propri antenati.

Il sito web FamilySearch Youth and Family History, annunciato per la prima volta dall’anziano David A. Bednar del Quorum dei Dodici Apostoli in un discorso tenuto alla conferenza di ottobre 2011, mira ad aiutare i giovani nella scoperta della genealogia e nel servizio reso ai propri antenati tramite la ricerca dei documenti.

“Invito i giovani della Chiesa a conoscere e a sentire lo spirito di Elia”, ha detto l’anziano Bednar nel suo discorso. Non è certo una coincidenza che FamilySearch e altri strumenti simili siano venuti alla luce in un periodo in cui i giovani sono perfettamente a loro agio con una vasta serie di tecnologie di informazione e di comunicazione.

Il nuovo sito web, che fa parte del sito più grande youth.lds.org, è la prima risorsa genealogica della Chiesa progettata specificamente per i giovani.

Il sito contiene diverse risorse per insegnare agli adolescenti come cominciare a fare genealogia utilizzando FamilySearch; tra queste troviamo delle lezioni video narrate da giovani. In cinque semplici passi, viene spiegato ai giovani come fare ricerche sul proprio albero genealogico, come compilare registri di famiglia e come preparare i nomi da portare al tempio.

Il sito suggerisce anche diverse idee su come le classi e i quorum possono usare la genealogia per servire gli altri.

Nel suo discorso della conferenza rivolto ai giovani, per esempio, l’anziano Bednar ha detto: “Vi invito ad aiutare gli altri a ricostruire la loro genealogia”. Una della lezioni video, “Youth in Service Help Others Digitize Records” [I giovani in servizio aiutano gli altri a digitalizzare i registri], mostra come gli adolescenti possono aiutare le persone anziane, che magari non sanno come scansionare delle vecchie foto e dei documenti datati.

I giovani che hanno un conto LDS possono anche entrare nel sito per condividere le proprie esperienze con la genealogia.

Uno di questi giovani è Nick Bartley, 15 anni, un giovane della Chiesa americano-samoano di prima generazione che ha detto che fare ricerche sulla propria genealogia e portare i nomi al tempio ha suscitato in lui “uno dei sentimenti più incredibili” mai provati prima.

“L’unico sentimento riconoscibile a quel tempo era la pace”, ha detto nella sua storia, presentata in un video sul nuovo sito. “C’eravamo solo io e lo Spirito”.

I giovani di età compresa tra i 12 e i 18 anni possono entrare nel sito e inviare le proprie esperienze dopo essersi registrati.

“Molti di voi potrebbero pensare che la genealogia debba essere fatta soprattutto dalle persone di una certa età”, ha continuato l’anziano Bednar nel suo discorso. Tuttavia, ha detto, non c’è limite di età per iniziare ad occuparsi di genealogia. “Non dovete attendere di raggiungere un’età del tutto arbitraria per adempiere la vostra responsabilità di contribuire all’opera di salvezza per l’umanità”.

Al momento il nuovo sito è in inglese, spagnolo e portoghese e si trova all’indirizzo LDS.org/familyhistoryyouth. Nei prossimi mesi saranno disponibili altre lingue per il sito e i video che contiene.