Parte 6: Esercizi di apertura — Un momento per imparare a essere dirigenti e per benedire gli altri

Inserito da Sorella Neill F. Marriott della presidenza generale delle Giovani Donne

  • 30 Agosto 2016

Gli esercizi di apertura sono un’ottima opportunità che le dirigenti adulte hanno per coltivare le abilità dirigenziali delle presidenze di classe delle Giovani Donne.

Questo è l’ultimo di una serie di sei articoli sulle presidenze di classe delle Giovani Donne.

Recentemente, una mia amica ha condiviso l’esperienza vissuta da una sua parente che diversi anni fa ha servito come missionaria in un’area internazionale. Una fedele dirigente di un’organizzazione ausiliaria di un ramo da poco organizzato si avvicinò a lei con un’espressione speranzosa. “Sorella”, disse, “andrebbe bene se tenessimo i nostri esercizi di apertura all’esterno?”.

Con aria confusa, la sorella missionaria chiese: “Perché?”.

La dirigente rispose con entusiasmo: “Vogliamo essere obbedienti, ma nella stanza proprio non c’è spazio per fare esercizio tutte insieme”.

Concordo sul fatto che il termine “esercizi di apertura” è unico e forse un po’ fuorviante, ma stiamo attingendo al potere di questo incontro settimanale? State cercando dei modi per insegnare il principio della leadership e per migliorare allo stesso tempo gli esercizi di apertura delle vostre riunioni? Possiamo migliorare! Questo incontro è per tutte noi un momento di preparazione e un’opportunità per l’addestramento delle dirigenti.

Gli esercizi di apertura sono un momento per impostare il tono della lezione che sta per iniziare. Riconosciamo la presenza di coloro che sono venute e le ringraziamo. Cantiamo insieme — “Gli inni invocano lo Spirito del Signore, creano un sentimento di riverenza, ci uniscono gli uni agli altri e forniscono il mezzo per innalzare le nostre lodi al Signore […]. Esortiamo tutti i fedeli, a prescindere se siano portati o no per la musica, ad unirsi a noi nel canto degli inni” (Inni, ix). Inoltre, la cosa più importante è che tramite la preghiera invitiamo lo Spirito, che apre il nostro cuore e la nostra mente alla comprensione del Vangelo.

Ci è promesso: “Dovunque due o tre son raunati nel nome mio, quivi son io in mezzo a loro” (Matteo 18:20). L’atmosfera nella stanza favorisce l’influenza dello Spirito? In che modo è stata ottenuta questa atmosfera?

Gli esercizi di apertura sono un’ottima opportunità che le dirigenti adulte hanno per coltivare le abilità dirigenziali delle presidenze di classe delle Giovani Donne. Il membro della presidenza di classe che conduce gli esercizi di apertura — o che dovrebbe farlo — può imparare in merito all’organizzazione e alla preparazione spirituale; può acquisire sicurezza su come essere una guida nello scopo, nella dignità, nell’amore e tramite lo Spirito.

In che modo questa giovane può dirigere, se prima di tutto lei non ha la guida dello Spirito e non è preparata? Su LDS.org, nella sezione delle Giovani Donne, il primo riquadro che vedi sotto il banner è “Lezioni sulla dirigenza per la presidenza di classe”. Cliccandovi sopra troverai una raccolta di piccole lezioni sulla dirigenza con cui ogni giovane donna dovrebbe confrontarsi a un certo punto della sua permanenza nel programma delle Giovani Donne.

Per esempio, la lezione intitolata “Consigliarsi, Lezione 4: Condurre le riunioni” pone l’enfasi sul principio della preparazione responsabile e su come ottenere un clima spirituale durante le riunioni.

L’esempio migliore di come gli esercizi di apertura o le riunioni dovrebbero essere viene dalla Conferenza generale. Abbiamo un modello di dirigenza preparata, unita a una compostezza calorosa e amorevole. Sul pulpito della Conferenza generale vediamo l’esempio di come dare inizio a una riunione e di come condurla. Mentre insegni questa lezione sulla dirigenza, magari potresti mostrare una clip della Conferenza generale e intavolare una discussione con i membri della presidenza di classe riguardo a cosa vedono e sentono in relazione alla persona che conduce una sessione della Conferenza generale. In che modo le giovani possono seguire l’esempio dei dirigenti della Chiesa su come condurre le riunioni? Quali qualità legate alla dirigenza e alla conduzione delle riunioni vedono al pulpito della Conferenza generale?

Grazie a questa lezione le giovani donne cominceranno a capire che condurre gli esercizi di apertura significa molto più che semplicemente leggere gli annunci da un foglio che potrebbe essere stato consegnato dalla presidentessa delle Giovani Donne prima della riunione. Questa lezione sarà di beneficio anche alle dirigenti adulte, dal momento in cui si rendono conto del loro ruolo nel preparare le presidenze di classe a diventare dirigenti efficaci.

Considerate i seguenti suggerimenti, tratti dalla lezione sulla dirigenza, per condurre una riunione in maniera efficace:

  • Arrivare in anticipo e assicurarsi che tutto sia pronto per la riunione.
  • Quando possibile, affidare gli incarichi anticipatamente, comprese la preghiera di apertura e quella di chiusura.
  • Dirigere con riverenza secondo la guida dello Spirito. I dirigenti insegnano sempre con l’esempio.
  • Usare un ordine del giorno scritto che indichi gli eventi che devono avvenire alla riunione.
  • La persona che dirige annuncia chi offrirà le preghiere, chi parlerà, chi dirigerà la musica e chi farà le altre cose.
  • Scegliere musica che inviti lo Spirito. Assicurarsi che il direttore della musica e il pianista siano preparati. Se appropriato, far sì che venga suonata la musica di preludio prima dell’inizio della riunione.
  • Essere efficienti e consapevoli dei limiti di tempo.

Al fine di fare esperienza su ciò che viene imparato, la dirigente potrebbe chiedere alla presidenza di classe di fare pratica a condurre gli esercizi di apertura domenicali o di un’attività congiunta proprio in quel momento, durante la riunione della presidenza di classe. In seguito, discutete di ciò che è andato bene e di ciò che potrebbe essere migliorato. Potrebbe essere utile individuare un modo specifico in cui la dirigente di classe potrebbe prepararsi a condurre una riunione.

Detto ciò, forse il termine “esercizi” è accurato: stiamo facendo sì che le nostre giovani donne siano in forma per vivere una vita di dirigenza e di servizio. Cosa ancora più importante, a mano a mano che imparano a dirigere come il Salvatore, daranno un esempio, all’interno della loro classe, casa e comunità, che benedirà le generazioni future.

Con questo si conclude la nostra serie sulle presidenze di classe (vedere “Collegamenti correlati” qui sopra per consultare gli articoli precedenti). Le dirigenti delle giovani donne e i membri delle presidenze di classe troveranno ulteriori suggerimenti riguardo alla dirigenza su youngwomen.lds.org.