Il materiale pubblicato nella Lingua dei Segni aiuta la comunità di non udenti a venire a Cristo

  • 24 marzo 2011

Sebbene da più di 30 anni la Chiesa fornisca materiale tradotto nella LSA, essa sta aumentando i propri sforzi per mettere a disposizione il materiale pubblicato nella Lingua dei Segni americana, in modo da facilitare i non udenti nella comprensione e nell’apprendimento del vangelo. 

“La Chiesa considera la LSA come una lingua straniera, quindi seguiamo lo stesso procedimento utilizzato per tradurre qualsiasi altra lingua”, ha detto Kimberly, responsabile della traduzione nella lingua dei segni. “E’ stato meraviglioso poter avere la produzione di materiale in LSA nei servizi di traduzione”.

Sebbene molti non udenti leggano e comprendano l’inglese scritto, la LSA non segue la stessa struttura della frase in inglese. Segue piuttosto lo schema della maggior parte delle lingue romanze. Per questo motivo, il materiale stampato e i servizi di sottotitolaggio non sempre forniscono una chiara comprensione. 

“Alcune persone non udenti leggono bene l’inglese. Altri, tuttavia, preferiscono leggere il materiale pubblicato nella loro lingua, come accade a tutti quelli che parlano un’altra lingua”, ha detto Joseph Featherstone del Dipartimento delle traduzioni della Chiesa, anche lui non udente. “Il fatto di avere del materiale pubblicato in LSA permette ai non udenti di avere maggior accesso al vangelo e ai sentimenti portati dallo Spirito Santo.

La traduzione del Libro di Mormon nella lingua dei segni ha avuto un impatto enorme sulla comunità di non udenti, poiché ha permesso alle persone di imparare e di avere accesso al vangelo”, ha continuato fratello Featherstone. “Quando leggo il Libro di Mormon in inglese, lo comprendo, ma quando lo leggo tradotto nella lingua dei segni, qualcosa cambia. Diventa una cosa più personale e mi tocca profondamente”.

Naturalmente la LSA è solo una delle tante lingue dei segni utilizzate nel mondo. La maggior parte delle lingue, e dei paesi, ha la propria lingua dei segni. 

Tale diversità rende la traduzione un compito importante e mentre il Dipartimento delle traduzioni mira a tradurre il materiale disponibile nelle varie lingue dei segni che si possono trovare in tutto il mondo, esso si sta innanzitutto concentrando sulla possibilità di stabilire dei modelli con la LSA che renderanno più efficiente e veloce la transizione alle altre lingue.

Alcuni articoli offrono la possibilità di scegliere tra diversi tipi di lingua dei segni: per esempio il film Legacy che permette di scegliere tra LSA, lingua giapponese dei segni e lingua britannica. 

“Stiamo ancora crescendo e imparando”, ha detto sorella Day. “Il tentativo di andare incontro alle esigenze di tutti, e con risorse limitate, in una chiesa mondiale, richiede equilibrio. A volte si deve scegliere ciò che sarà destinato alla maggioranza”.

Per prima cosa, i traduttori trasformano le frasi in inglese in una serie di parole chiavi e simboli. I simboli indicano che tipo di movimenti deve fare chi legge per comunicare il significato delle parole. Questa parte della traduzione si chiama glossa.

La glossa viene poi messa su un gobbo elettronico e un lettore non udente viene filmato mentre riproduce coi segni ciò che vede sullo schermo. Il risultato finale è un prodotto visivo che può essere guardato da non udenti. 

L’elenco di materiali disponibili nella LSA è in crescita e comprende articoli quali il Libro di Mormon, una selezione di inni, il manuale di Principi evangelici, la Conferenza generale e molti altri film, opuscoli e documenti edificanti. La pagina in LSA su LDS.org presenta altro materiale tradotto e alcune trasmissioni.

Questi prodotti, certamente utili per i membri della Chiesa non udenti e per le loro famiglie, sono anche importanti per i missionari che istruiscono simpatizzanti non udenti. 

“Se possiamo comprendere il messaggio, sarà più facile sentire lo Spirito”, ha detto sorella Day. “Nel fornire questi prodotti, permettiamo ai non udenti di concentrarsi sul messaggio e sui sentimenti che provengono dallo Spirito. Ciò li aiuta a venire a Cristo E questo è lo scopo di tutto il lavoro di traduzione della Chiesa: portare anime a Cristo”.