Chiesa di Gesù Cristo

 

Ai tempi dell’Antico Testamento, Dio seguì questo modello chiamando profeti come Adamo, Enoc, Noè, Abrahamo e Mosè per stabilire la Sua chiesa.

Obbedienza o apostasia

Come troviamo sia nella Bibbia che nel Libro di Mormon, quando sulla terra c’era un profeta e un gruppo di persone seguiva i comandamenti, il popolo godeva delle benedizioni di avere insegnamenti veri e ordinanze celebrate dall’autorità del sacerdozio. Quando la gente rigettava i profeti, l’autorità veniva tolta e le persone restavano in uno stato di oscurità spirituale conosciuta come apostasia. Sia la Bibbia che il Libro di Mormon riportano numerosi cicli di obbedienza e benedizioni, seguiti da malvagità e apostasia, seguiti da pentimento e ritorno alle benedizioni.

Un modello prestabilito

NEL CORSO DELLA STORIA DELL’UOMO, Dio e Gesù Cristo hanno messo la Loro vera Chiesa a disposizione ogni volta e ovunque le persone sono state disposte a riceverne le benedizioni. Questo viene fatto secondo un modello costante.

Profeti, Chiavi del sacerdozio e Rivelazione

Questo modello si ripete ogni volta che Dio, il nostro Padre Celeste, chiama un profeta a guidare e istruire il suo popolo (vedere Amos 3:7). Il profeta riceve da Dio le chiavi del sacerdozio, che sono il potere e l’autorità di dirigere l’opera di Dio sulla terra. Quest’opera include le ordinanze (ovvero le cerimonie religiose) necessarie per la salvezza, come il battesimo e il ricevimento dello Spirito Santo (vedere Giovanni 3:5). Il profeta riceve anche rivelazione continua, o istruzioni da Dio, in merito alla Sua volontà per il popolo. Sotto l’autorità e la guida del profeta, la gente viene organizzata in una chiesa, dove può essere istruita in merito alle verità di Dio e ricevere le ordinanze.

Ai tempi dell’Antico Testamento, Dio seguì questo modello chiamando profeti come Adamo, Enoc, Noè, Abrahamo e Mosè per stabilire la Sua chiesa tra la gente. Come parte di questo modello, i profeti diedero l’autorità del sacerdozio ad altri uomini degni che divennero sacerdoti e insegnanti per aiutare nella Chiesa. Nell’Antico Testamento, la parola raunanza era usata generalmente con il significato di “chiesa” (vedere, per esempio, Levitico 16:33; Numeri 27:16-17). Questo stesso modello è riportato nel Libro di Mormon, dove viene usata la parola chiesa.

La Chiesa ai tempi di Cristo

Il modello continua e si perfeziona

Durante il ministero mortale di Gesù Cristo—così come durante la Sua visita nelle antiche Americhe dopo la Sua resurrezione—Egli stabilì la Sua chiesa. Si chiamava la Chiesa di Gesù Cristo (vedere 3 Nefi 27:8) e i suoi membri erano chiamati santi (vedere Efesini 2:19-20). Come i profeti che Lo avevano preceduto e avevano testimoniato di Lui, Gesù ricevette istruzioni e l’autorità da Dio, il nostro Padre Celeste (vedere Ebrei 1:1-2;5:4-6).

Durante il Suo ministero mortale e dopo la Sua resurrezione, Gesù Cristo stabilì la Sua chiesa.

L’organizzazione della Chiesa

Perché ci fosse ordine nella Sua chiesa, Gesù ordinò 12 apostoli e diede loro il potere e l’autorità del sacerdozio (vedere Marco 3:14; Luca 9:1-2). Egli nominò Pietro apostolo capo e gli diede le chiavi del sacerdozio per suggellare le benedizioni sia in terra che in cielo (vedere Matteo 16:19).

Gesù nominò altri dirigenti del sacerdozio perché assistessero gli apostoli nell’opera della Chiesa. Mandò alcuni dirigenti, chiamati Settanta, a predicare il Vangelo in coppie (vedere Luca 10:1). Altri incarichi nella Chiesa includevano quelli di sommo sacerdote, anziano, vescovo, sacerdote, insegnante e diacono. Questi dirigenti erano tutti necessari per celebrare le ordinanze, istruire e ispirare i membri della Chiesa. Essi aiutarono i membri ad arrivare “all’unità della fede e della piena conoscenza del Figliuol di Dio” (Efesini 4:13). In seguito l’apostolo Pietro paragonò la Chiesa a un edificio edificato “sul fondamento degli apostoli e de’ profeti, essendo Cristo Gesù stesso la pietra angolare” (Efesini 2:20).

La Bibbia non dice tutto in merito al sacerdozio o all’organizzazione e al governo della Chiesa. Tuttavia ciò che è stato preservato della Bibbia mostra lo splendore e la perfezione dell’organizzazione della Chiesa. Agli apostoli fu comandato di andare per tutto il mondo e predicare (vedere Matteo 28:19-20). Essi non potevano restare in una città a prendersi cura dei nuovi convertiti. Pertanto venivano chiamati e ordinati dirigenti del sacerdozio del luogo e gli apostoli presiedevano su di loro. Gli apostoli e altri dirigenti della Chiesa visitavano le varie congregazioni e scrivevano loro delle lettere. Così il nostro Nuovo Testamento contiene lettere scritte da Paolo, Pietro, Giacomo, Giovanni e Giuda, contenenti consigli e istruzioni per i dirigenti del sacerdozio locali.

Il Nuovo Testamento mostra l’intenzione di mantenere in vita questa organizzazione della Chiesa. Ad esempio, alla morte di Giuda rimasero soltanto undici apostoli. Poco dopo l’ascensione di Gesù al cielo, gli undici apostoli restanti si riunirono per scegliere un uomo che avrebbe preso il posto di Giuda. Mediante rivelazione dello Spirito Santo, essi scelsero Mattia (vedi Atti 1:23-26). Gesù aveva stabilito un modello che prevedeva che dodici apostoli governassero la Chiesa.

Per stabilire ordine nella Sua chiesa, Gesù ordinò 12 apostoli e diede loro l’autorità del sacerdozio.

La Grande Apostasia

Nel corso della storia, il popolo del Signore è spesso caduto in uno stato di malvagità e oscurità spirituale conosciuti con il nome di “apostasia”. Questo avveniva mentre gli apostoli erano ancora in vita e dirigevano la giovane chiesa in crescita. Alcuni membri insegnavano concetti che derivavano dalle loro vecchie credenze invece delle semplici verità insegnate da Gesù. Alcuni si ribellarono apertamente. Inoltre c’era persecuzione diretta alla Chiesa dal di fuori. I membri della Chiesa venivano torturati e uccisi per il loro credo. Uno dopo l’altro, gli apostoli furono uccisi o rimossi dalla terra in altro modo. A causa della malvagità e dell’apostasia, l’autorità apostolica e le chiavi del sacerdozio furono tolte dalla terra.

A causa di questi eventi, l’organizzazione che Gesù Cristo aveva stabilito non esisteva più e ci fu confusione. Nella dottrina della Chiesa s’inserì un numero sempre maggiore di errori e ben presto la distruzione della Chiesa fu completa. Il periodo di tempo successivo alla morte degli apostoli di Cristo, in cui la vera Chiesa non fu più sulla terra, viene chiamato la Grande Apostasia. Quel periodo durò molti secoli.

 

Il Padre celeste e Gesù Cristo apparvero a Joseph Smith. Con questo evento riprese avvio il modello seguito da Dio di restaurazione della verità e dell’autorità tramite un profeta.

Oggi, un profeta, che opera sotto la direzione del Signore, guida la Chiesa. Questo profeta è anche il presidente della Chiesa. Egli detiene tutta l’autorità necessaria per dirigere l’opera del Signore sulla terra (vedere DeA 107:65, 91). Due consiglieri assistono il presidente. Dodici apostoli, che sono testimoni speciali di Gesù Cristo, istruiscono i membri della Chiesa e dirigono gli affari della Chiesa in ogni parte del mondo. Altre Autorità Generali e dirigenti generali della Chiesa servono sotto la direzione della Prima Presidenza e dei Dodici. Per saperne di più su questi dirigenti della Chiesa, vedere le sezioni Autorità Generali e Organizzazioni ausiliarie generali.

La Chiesa oggi è cresciuta molto di più che ai tempi del ministero mortale di Gesù. Ci sono milioni di membri in tutto il mondo. A mano a mano che la Chiesa è cresciuta, il Signore ha rivelato maggiori dettagli in merito alla sua organizzazione. Per saperne di più, vedere Come è organizzata la Chiesa.

La Chiesa non sarà mai distrutta

Migliaia di anni fa, il Signore disse che Egli avrebbe fatto “sorgere un regno, che non sarà mai distrutto, e che non passerà sotto la dominazione d’un altro popolo… ma esso sussisterà in perpetuo” (Daniele 2:44). La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni è quel regno. Sebbene ci siano stati periodo di apostasia generale nel passato, il Signore ha promesso che la Sua chiesa resterà fino a quando Gesù Cristo non tornerà per regnare personalmente sulla terra. Come membri della Chiesa, abbiamo il privilegio di godere di molte benedizioni, di condividerle con gli altri e di prepararci per la venuta del Salvatore.

La Chiesa oggi

Il ritorno promesso della verità

Durante la Grande Apostasia, gli uomini vissero nelle tenebre spirituali. Circa millesettecento anni dopo Cristo, le persone cominciarono a interessarsi sempre di più alla ricerca della verità su Dio e la religione. Alcuni si rendevano conto che la Chiesa che Gesù aveva stabilito non si trovava più sulla terra; riconoscevano che non c’erano rivelazione né autorità vera. Era arrivato il momento in cui la Chiesa di Gesù Cristo doveva essere restaurata sulla terra. Quel tempo era stato predetto nelle Scritture che profetizzavano una perdita della verità e il suo ritorno (vedere Atti 3:20–21; 2 Tessalonicesi 2:3). Questa restaurazione della verità era in linea con la promessa del Signore, riportata nell’Antico Testamento: “Io continuerò a fare tra questo popolo delle maraviglie, maraviglie su maraviglie” (Isaia 29:14).

Un altro profeta chiamato da Dio

Nella primavera del 1820, a Palmyra, New York, accadde uno degli eventi più importanti della storia dell’umanità. Joseph Smith, sebbene fosse ancora un ragazzo, voleva conoscere quale fra tutte le chiese fosse la vera chiesa di Cristo. Un giorno si recò quindi nei boschi adiacenti la sua casa e pregò umilmente e intensamente il Padre celeste, chiedendoGli a quale chiesa dovesse unirsi. Quella mattina avvenne una cosa miracolosa: il Padre celeste e Gesù Cristo apparvero a Joseph Smith. Il Salvatore gli disse di non unirsi ad alcuna chiesa perché sulla terra non c’era la vera chiesa.

Con questo evento riprese avvio il modello seguito da Dio di restaurazione della verità e dell’autorità tramite un profeta. Joseph Smith fu chiamato ad aiutare a ristabilire la vera chiesa di Gesù Cristo. Da allora i cieli sono rimasti aperti. Le rivelazioni continuano ancora oggi attraverso il profeta scelto da Dio.

Le chiavi e l’autorità del sacerdozio sono tornate

Dio ha ridato il sacerdozio agli uomini. Nel 1829, Giovanni il Battista venne per conferire il Sacerdozio di Aaronne a Joseph Smith e a Oliver Cowdery (vedere DeA 13; 27:8). Ancora in quello stesso anno, Pietro, Giacomo e Giovanni, la presidenza della Chiesa nei tempi antichi, vennero e diedero a Joseph e a Oliver il Sacerdozio di Melchisedec e le chiavi del regno di Dio (vedere DeA 27:12–13).

Successivamente, furono restaurate ulteriori chiavi del sacerdozio tramite messaggeri celesti come Mosè, Elias ed Elia (vedere DeA 110:11–16). Grazie a questi eventi, il sacerdozio è stato restituito alla terra. Coloro che detengono questo sacerdozio oggi hanno l’autorità di celebrare ordinanze quali il battesimo. Essi hanno inoltre l’autorità di dirigere il regno del Signore sulla terra.

La chiesa di Cristo fu organizzata di nuovo

Il 6 aprile 1830, il Salvatore comandò che si organizzasse di nuovo la Sua chiesa sulla terra (vedere DeA 20:1). Avendo ricevuto le chiavi del sacerdozio, Joseph Smith aveva l’autorità di farlo. Durante il ministero mortale di Cristo, la Sua chiesa si chiamava Chiesa di Gesù Cristo e i suoi membri si chiamavo “santi”. Oggi, negli ultimi giorni, la Sua chiesa si chiama Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (vedere DeA 115:4).

Joseph Smith fu sostenuto come profeta e “primo anziano” della Chiesa (vedere DeA 20:2-4). Successivamente si organizzò la Prima Presidenza ed egli fu sostenuto come suo presidente. All’inizio, quando la Chiesa fu organizzata, fu messo insieme solamente lo scheletro. L’organizzazione si sarebbe sviluppata con il crescere della Chiesa.

La Chiesa crebbe velocemente e presto fu organizzata con gli stessi uffici che esistevano nella chiesa antica. Quell’organizzazione includeva apostoli, profeti, settanta, evangelisti (patriarchi), pastori (dirigenti presiedenti), sommi sacerdoti, anziani, vescovi, sacerdoti, insegnanti e diaconi.

1820

Prima Visione

1829

Joseph Smith e Oliver Cowdery ricevono il Sacerdozio di Melchisedec

Joseph Smith e Oliver Cowdery ricevono il Sacerdozio di Aaronne

1830

Joseph Smith organizza la Chiesa

Sono disponibili le prime copie del Libro di Mormon     

1832

Joseph Smith diventa profeta e presidente della Chiesa

1833

Organizzazione della Prima Presidenza                 

1834

Organizzazione del primo palo

1835

Organizzazione del Quorum dei Dodici Apostoli

Viene organizzato il Primo Quorum dei Settanta

1847

I pionieri vanno a ovest verso lo Utah

Brigham Young viene chiamato come profeta

2000

Viene dedicato il 100esimo tempio della Chiesa

2010

13 milioni di membri