Pionieri moderni

Janette Hales Beckham


Dobbiamo avere la fede per allontanarci dalle cose che possono farci cadere o impedire il nostro progresso . . . Dobbiamo aver fede in ogni passo.

Questa sera rivolgo il mio omaggio a tre giovani pionieri e a tutte voi, pioniere di questa generazione. Voi pioniere dovete avere la stessa fede in ogni passo dei pionieri del passato. Sono orgogliosa di voi quando vedo le giovani che procedono sul loro cammino compiendo atti di coraggio e di rettitudine. La vostra fede nel Signore vi aiuta a rafforzare le altre persone che guardano a voi per avere un buon esempio da emulare.L’apostolo Paolo consigliò a un giovane del suo tempo di essere un pioniere. Egli disse: «Nessuno sprezzi la tua giovinezza; ma sii d’esempio ai credenti nel parlare, nella condotta, nell’amore, nella fede, nella castità» (1 Timoteo 4:12). Questo è il tema del mio discorso.Sia che siate Api, Damigelle o Laurette, potete essere d’esempio agli altri, d’esempio ai credenti. I principi del Vangelo sono gli stessi ieri, oggi e domani. L’impegno a osservare i comandamenti è lo stesso in ogni generazione.Voi giovani donne dovete affrontare difficoltà eguali a quelle dei pionieri che vi hanno preceduto. Una giovane donna ha scritto: «Oggi si sente continuamente parlare di persone che si chiedono come i pionieri riuscivano a superare tante difficoltà; ma io sono sicura che quelli che stanno in cielo stanno dicendo le stesse cose di noi, oggi».Il coraggio di compiere un passo con fede è necessario oggi come mai in passato. Per molti di voi il primo passo compiuto con fede fu il battesimo. LeeAnn aveva quindici anni quando lesse il Libro di Mormon, pregò e ricevette una testimonianza del Vangelo. Ella voleva unirsi alla Chiesa, ma sua madre le negò il permesso. LeeAnn e i missionari digiunarono e pregarono. Quello stesso giorno sua madre consentì che ella si unisse alla Chiesa. Così LeeAnn fu battezzata. Quando le sue amiche lo vennero a sapere risero di lei e le voltarono le spalle. Anche il preside della scuola che frequentava, un istituto gestito da un’altra Chiesa, la chiamò nel suo ufficio e le disse che aveva commesso uno stupido errore. Ma ella rimase fedele al Signore. Ella guardava la vita nella prospettiva dell’eternità, e alla fine ricevette la sua ricompensa sposando un bravo giovane nel tempio. Anche sua madre alla fine si unì alla Chiesa.Anche Kara diventò una pioniera per i suoi familiari. Ella apparteneva a una famiglia che non partecipava mai alle riunioni della Chiesa. Arrivò il suo ottavo compleanno, ma ella non fu battezzata. Ma con lo stesso coraggio di quei fedeli pionieri, quando compì dodici anni chiese a suo padre se poteva farsi battezzare. L’uomo acconsentì. Ora ella è sposata nel tempio e può inculcare nei suoi figli la forza, l’integrità e la fede che la rendono eguale ai pionieri del passato. Quale meraviglioso retaggio ella trasmette ai suoi posteri!Proprio come i pionieri del passato si sacrificarono per aprirsi la strada verso le Montagne Rocciose, voi pionieri moderni come LeeAnn, Kara e tante altre, state percorrendo una pista che porta a una montagna, «la montagna della casa dell’Eterno» (Isaia 2:2). Queste sono le parole usate dal profeta Isaia per indicare i templi degli Ultimi Giorni, gli edifici in cui facciamo sacre alleanze con il nostro Padre celeste. È la destinazione più importante che abbiamo qui sulla terra. Se facciamo sacre alleanze con il nostro Padre celeste nel tempio, abbiamo la Sua promessa che potremo vivere di nuovo con Lui. Mentre fate progetti e vi preparate per andare al tempio, il vostro esempio può fare di voi un pioniere per i vostri amici e per i vostri familiari.Un importante passo nella fede, per voi come pionieri, è trattenervi dal seguire la folla lungo vie che vi porterebbero a traviamento. Un pioniere moderno inoltre incoraggia gli altri a rimanere sulla retta via. Quando procedete nella rettitudine, altri vi seguiranno.Una giovane donna di nome Allison ci ha parlato di un’amica che per lei è un esempio poiché aveva deciso di non spettegolare e incoraggiava le sue amiche a fare come lei. Esse l’ascoltarono, e Allison e le sue amiche smisero di spettegolare.Quando Rachele era adolescente, le sue amiche cominciarono a usare sempre più spesso un linguaggio osceno. Ella sapeva che ciò era sbagliato ed ebbe il coraggio di andare contro quello che esse facevano. Decise di non usare parole oscene. Tramite il suo esempio ella fu un pioniere moderno.Danielle è presidentessa di una classe di Api. Ella si sforza di dare il buon esempio alle ragazze della sua classe partecipando a tutte le riunioni. Vive in una zona in cui la droga e la violenza sono gravi problemi. «Ho deciso di non frequentare il genere sbagliato di persone» ella scrisse; «non voglio rovinarmi la vita. Ho deciso di osservare i comandamenti e di seguire il Padre celeste facendo ciò che è giusto e seguendo le orme di Gesù Cristo».Quando un’altra giovane di nome Melinda frequentava le scuole medie, alcuni ragazzi offrirono a lei e alla sua migliore amica delle bevande alcooliche. Melinda non sapeva cosa fare, ma la sua amica disse ai ragazzi che lei e Melinda non bevevano. I ragazzi si fecero beffe di loro, ma ciò non turbò Melinda, che ha detto: «La mia amica indica agli altri la via da seguire . . . proprio come un pioniere . . . I pionieri degli Ultimi Giorni mi tengono sulla via che conduce al Padre celeste. Io sono molto grata a loro».Tante di voi giovani donne sono splendidi esempi. Conosco un gruppo di giovani che hanno l’abitudine di sedersi alla mensa accanto a una persona che mangia sola per fare amicizia con lei. Alcune di voi hanno delle difficoltà in famiglia, tuttavia rimanete forti nel Vangelo. Alcune di voi sono le uniche persone attive della loro famiglia. Una giovane in una grande città deve prendere tre autobus per andare da sola alla riunione sacramentale.Il Signore vi ama per la vostra forza e il vostro coraggio. Egli è sempre pronto ad aiutarvi. Voi non siete sole; Egli ci ha promesso che quando ci sforziamo di vivere rettamente e Lo serviamo, sarà alla nostra destra e alla nostra sinistra, e il Suo Spirito sarà nel nostro cuore, e i Suoi angeli tutto attorno a noi per sostenerci (vedi DeA 84:88).Abbiamo chiesto ad alcune di voi giovani di parlarci degli attributi più nobili dei pionieri che vi stanno attorno. Non dobbiamo sorprenderci se spesso queste giovani prendono ad esempio i loro familiari, la madre, il padre, la nonna o il nonno, una sorella o un fratello maggiore. Voi spesso considerate i vostri dirigenti come pionieri. Si tratta della vostra consulente, della vostra direttrice del campeggio o del vostro vescovo.Una giovane donna disse: «Sono felice perché mia madre è una pioniera del nostro tempo. Si liberò del vizio del bere che affliggeva la sua famiglia. Si unì alla Chiesa a quindici anni, dopo aver trascorso l’estate con alcuni parenti appartenenti alla Chiesa. Studiava diligentemente a scuola. Ha sviluppato una dedizione che ha portato le benedizioni del Vangelo nella nostra famiglia».I nostri dirigenti del sacerdozio seduti sul podio questa sera sono padri e nonni. I loro figli e nipoti sicuramente li vedono come pionieri. Una giovane donna di nome Tarynn ci ha detto che suo nonno è stato un pioniere nella sua vita. La vita del nonno era stata difficile ed egli aveva subito molte prove e tribolazioni. Ma per quanto fosse difficile la sua situazione, egli rimase sempre fedele. Un pioniere, ella disse, è una persona che cambia in meglio la vita di un’altra.Quanto siamo grate questa sera di poter ascoltare un componente della Prima Presidenza, il presidente Thomas S. Monson! Egli è un grande pioniere del nostro tempo che ha fatto cambiare vita a molte persone. Quando fui chiamata all’incarico di presidentessa generale delle Giovani Donne il presidente Monson mi disse: «Dica alle giovani di osservare i comandamenti in modo da poter godere di tutte le benedizioni che il Padre celeste desidera tanto riversare su di loro». Le parole dei nostri profeti possono aiutarci a camminare su terreno sicuro.Una giovane donna ha detto: «Mio fratello decise di seguire i consigli del profeta riguardo agli appuntamenti e di non fare troppo presto coppia fissa con una ragazza». Egli si rese conto che molti giovani vivono in ambienti in cui sembra che quasi tutti facciano coppia fissa. Ella aggiunge: «Trovava nuove soluzioni ed era attento a mantenere alte le sue norme e a frequentare soltanto buone compagnie. Questo può sembrare una cosa di poco conto, ma mi ha molto colpito e mi ha aiutata a fare lo stesso quando cominciai ad uscire con i ragazzi. Quando si promuove la rettitudine, si assume il ruolo di eroe davanti agli occhi di altre persone».Quest’anno vi saranno molte occasioni di ricordare i primi pionieri e ognuna di noi – pionieri di oggi – deve possedere la stessa forza di carattere e la stessa determinazione. Dobbiamo avere la fede per allontanarci dalle cose che possono farci cadere o impedire il nostro progresso o impedirci di raggiungere la nostra destinazione . . . Dobbiamo aver fede in ogni passo. Dobbiamo ascoltare le parole dei nostri profeti, amare il Signore e osservare i Suoi comandamenti.Una giovane di nome Stephanie ha una prospettiva eterna del dovere di essere pionieri. Ella dice: «Come i pionieri che attraversarono a piedi le praterie per raggiungere Sion tra le montagne, se vivo rettamente anch’io alla fine arriverò alla mia destinazione, che è quella di vivere con Gesù Cristo e il Padre celeste. So che non sarà facile, ma so che posso farlo e lo farò».Mie giovani sorelle, anche voi potete farlo. Il Padre celeste vuole che lo facciate. La vostra fede, il vostro coraggio e le vostra determinazione vi porteranno «alla montagna della casa dell’Eterno», al sacro tempio, se vi preparate a «contrarre e a mantenere le sacre alleanze, a ricevere le ordinanze del tempio e godere le benedizioni dell’esaltazione» (Manuale di istruzioni per le dirigenti delle Giovani Donne, pag. 4). I vostri passi nella fede saranno di aiuto alle generazioni future. Grazie a voi, i vostri figli e i vostri nipoti riceveranno le benedizioni che il Signore ha promesso a coloro che lo seguono. Voglio che pensiate a tutte le persone che sentiranno la vostra influenza, non soltanto alle vostre amiche, ma anche ai vostri figli e ai loro figli!Ho una grande fede in voi giovani donne. Vi vedo lottare per superare le difficoltà. Vedo tante di voi che vivono rettamente, con coraggio, «per tenere alti i vostri colori» («Carry On», Inni, No. 255) mettendo in pratica le virtù delle Giovani Donne, mostrando agli altri la via da seguire, aiutandovi reciprocamente quando il cammino diventa difficile. Voi siete davvero i pionieri di questa generazione. Voglio tanto bene a ognuna di voi! E so quanto il Padre celeste vi ama.Molti anni fa, mentre partecipavo a un campeggio delle Giovani Donne, mi trovai con alcune di loro e le loro dirigenti un mattino presto in un’area boscosa che esse chiamavano il loro bosco sacro. Guardandole in volto mi resi conto che mi era stata impartita una meravigliosa benedizione che è rimasta viva in me. Posso vedere la vostra natura divina. Vi guardo in volto e vedo ciò che vede il Padre celeste: il vostro potenziale divino. Siate d’esempio ai credenti. State come testimoni di Dio mentre procedete innanzi con fede.Ascoltate di nuovo le parole dell’apostolo Paolo: «Nessuno sprezzi la tua giovinezza; ma sii d’esempio ai credenti nel parlare, nella condotta, nell’amore, nella fede, nella castità» (1 Timoteo 4:12). Come pionieri di questa generazione, possa la nostra fede mantenerci sulla via che porta alla vita eterna. Così prego, nel nome di Gesù Cristo. Amen. 9