Un impegno verso il Signore

Anziano John B. Dickson

Membro dei Settanta


Questo è il momento di prendere un impegno con il Signore su cosa vorrete diventare in questo periodo di prova terreno.
 

Buon giorno, fratelli e sorelle. Questa mattina vorrei rivolgermi ai giovani della Chiesa proprio nello stesso modo in cui assieme a sorella Dickson darei dei consigli alla mia famiglia.

Sappiamo che siete una generazione di giovani eccezionalmente intelligenti, che presto prenderà il nostro posto quali dirigenti nella casa, sul posto di lavoro, nella comunità e nella Chiesa.

Il Padre celeste ama ciascuno di voi e vi ha mandati sulla terra con uno scopo. Ha rivelato un Piano di felicità che, se seguito, alla fine vi porterà di nuovo alla Sua presenza, dopo che avrete superato vittoriosi le prove e le sfide del mondo. L’impegno a vivere secondo gli schemi che il Signore ha stabilito vi darà la forza di fare correttamente le vostre scelte morali. Gli obblighi sinceri che prendete con voi stessi e con il Signore saranno fondamentali. Nel Libro dei Salmi leggiamo: «Rimetti la tua sorte nell’Eterno;… ed egli opererà» (Salmi 37:5).

Siete venuti su questo mondo in un periodo atteso fin dal principio, i tempi che precedono la Seconda Venuta del Signore, durante i quali, da una parte, il vangelo di Gesù Cristo è stato restaurato nella sua pienezza e, dall’altra parte, esistono grande agitazione, confusione e malvagità. Il terreno di prova sul quale siete nati è meraviglioso, offrendo grandi possibilità, ma allo stesso tempo il pericolo vi dilaga, minacciando persino la nostra stessa anima. Questo è il momento di prendere un impegno con il Signore su cosa vorrete diventare in questo periodo di prova terreno. Lo Spirito Santo vi aiuterà, insieme ai vostri genitori, i profeti viventi e le Scritture, a distinguere fra il bene e il male in modo da prendere decisioni giuste.

Mi auguro che studiate con devozione l’opuscolo Per la forza della gioventù e che nel vostro portafoglio o nella borsa ne abbiate la copia ridotta per ripassarla. Se decidete ora di vivere secondo gli schemi messi in risalto dalle pagine di questo opuscolo proverete una grande felicità in questa vita e nell’eternità.

Permettetemi di aiutarvi a comprendere, raccontandovi l’esperienza vissuta da un dirigente della Chiesa, come la decisione di prendere impegni fin da ora può esservi utile. Quando era un ragazzo decise che avrebbe osservato sempre la Parola di Saggezza e che non avrebbe mai fatto uso di alcool o di tabacco. Non ricorda che cosa lo spinse allora a prendere quell’impegno così importante, ma nel suo cuore conquistò una decisiva vittoria, e in ginocchio promise al Signore che avrebbe sempre osservato quel comandamento. Negli anni vi furono occasioni in cui fu invitato a fare uso di quelle sostanze, ma imparò che «No, grazie», era una buona risposta da dare. Non dovette lottare con la Parola di Saggezza perché anni prima aveva preso un impegno nel proprio cuore e aveva promesso sinceramente al Signore di osservare quella legge.

Quando chiedete al Padre celeste di ricevere benedizioni circa la Parola di Saggezza, includete anche l’impegno a non toccare mai le droghe così presenti nella società moderna. L’avversario avrà poco potere di tentarvi con cose che non avete mai toccato.

Quali membri della Chiesa, siamo stati battezzati e abbiamo fatto l’alleanza di prendere su di noi il nome di Gesù Cristo e di osservare i comandamenti di Dio. Se commettiamo degli errori, il Vangelo ci permette di pentirci sinceramente e di essere perdonati. Sia che siate giovani o no, il vostro impegno, che comprende il pentimento e l’abbandono di quei peccati già commessi, può cominciare da dove vi trovate adesso.

Il Signore promette grandi ed eterne benedizioni ai Suoi figli retti e contriti, ma sapendo quanto è grande il pericolo in questa vita, ci ha comandato di «badare a [n]oi stessi, e di prestare diligente attenzione alle parole di vita eterna» (DeA 84:43). Poiché ci ama e vuole che ritorniamo a Lui, questo comandamento di «badare a [n]oi stessi» ci stimola a prestare attenzione a ogni cosa che ci riguarda: il tipo di ambiente che frequentiamo, cosa vediamo e leggiamo, i divertimenti e i media che scegliamo, la musica che ascoltiamo e altro ancora.

È molto importante fissare uno schema dei primi impegni. Ad esempio, per ricevere le benedizioni promesse a chi paga la decima e le offerte, dovete impegnarvi ora a pagare la decima su tutte le vostre entrate. Pagando la decima diventiamo meno egoisti e più simili al nostro Padre celeste, che vuole condividere tutto ciò che ha con i Suoi figli retti. Prendere questa decisione si rivelerà estremamente importante. È interessante notare che, proprio come per la decima, ogni comandamento ha lo scopo di farvi raggiungere la felicità eterna e aiutarvi a diventare più simili al Padre che è nei cieli. Decidete ora di essere come Nefi che era assolutamente deciso ad andare e fare «le cose che il Signore [aveva] comandato» (1 Nefi 3:7).

Passiamo a considerare altri impegni che porteranno dei benefici alla vostra vita. Non sarebbe bello, a dispetto di quello che gli altri a scuola possono fare, se da questo momento in poi foste conosciuti per la vostra integrità e il linguaggio pulito? Decidete ora di non imbrogliare mai, che il vostro linguaggio sarà pulito, che per tutta la vita la vostra bocca non pronuncerà mai parole o storie volgari. Questi impegni potete prenderli in ginocchio nella tranquillità della vostra stanza. E avrete successo se vi avvicinerete al Signore con onestà, devozione e umiltà. Le Scritture insegnano: «Sii umile, e il Signore Iddio ti condurrà per mano e darà risposta alle tue preghiere» (DeA 112:10).

Un altro impegno che dovreste prendere riguarda la modestia nel vestire e il comportamento durante gli appuntamenti. È sempre più facile osservare le norme stabilite dal Signore quando avete già deciso come vi comporterete quando dovrete prendere delle decisioni in occasione di appuntamenti, amici o compagni. Alcune persone potranno non comprendere le vostre norme quando seguirete i principi giusti osservando gli impegni presi, ma vi rispetteranno e ammireranno e desidereranno assomigliarvi.

Altre norme su cui riflettere e impegnarsi sono: la totale purezza morale e sessuale, l’osservanza del giorno del Signore, la preparazione per la missione e per il tempio e la decisione di prendere sempre parte al sacramento essendone degni.

Il presidente Hinckley vuole bene ai giovani e li incoraggia costantemente a seguire le norme stabilite dal Signore. Dare ascolto all’incoraggiamento e ai consigli del profeta vivente vi porterà sulla strada che conduce alla felicità eterna.

Se vi impegnate ora a fare la volontà del Signore, Egli vi darà aiuto e forza. La fede, la fiducia e il desiderio di seguirLo saranno la vostra maggiore chiave del successo. So che il Padre celeste ama ciascuno di voi e che veramente ha mandato il Suo Unigenito Figlio per aiutarvi perché possiate avere successo nel vostro sincero impegno di seguirLo. Nel nome di Gesù Cristo. Amen.