L’investimento migliore

Sheldon F. Child

Of the First Quorum of the Seventy


Se pagherete sempre una decima onesta il Signore vi benedirà. Sarà il miglior investimento che possiate mai fare.

Quando ero giovane, uno dei nostri vicini possedeva una mandria di mucche da latte. Una di queste mucche morì lasciando un vitello appena nato, che il vicino diede a me. Mi presi cura del vitello, lo nutrii e lo feci crescere. Il giorno che mio padre lo portò al mercato del bestiame per essere venduto, mi sentivo confuso: mi ero affezionato molto al mio vitello e allo stesso tempo non vedevo l’ora di ricevere la retribuzione del mio lavoro. La mia sola richiesta era quella di ricevere i soldi della vendita del vitello in monete d’argento. Mi ricordo mio padre tornare a casa quella sera e mettere nelle mie mani 20 dollari in monete d’argento. Era difficile ottenere dei soldi, e pensai di avere tutti i soldi del mondo. Contai, ammirai e pulii con cura ogni moneta. Quando arrivò la domenica, con riluttanza misi nella tasca due delle mie monete brillanti e lucide per pagare la decima. Nonostante fosse stato molto difficile consegnare al vescovo le mie preziose monete d’argento, ricordo ancora quanto mi sentii bene per essere stato obbediente al Signore.

Tornando a casa, mia madre mi disse quanto fosse fiera di me. Poi aggiunse: «Tuo nonno ha sempre detto a noi, suoi figli, che se paghiamo fedelmente una decima onesta il Signore ci benedirà e ciò sarebbe stato il miglior investimento che potessimo mai fare».

Mio nonno aveva capito che «vi è una legge irrevocabilmente decretata nei cieli, prima della fondazione di questo mondo, sulla quale si basano tutte le benedizioni. E quando otteniamo una qualche benedizione da Dio, è mediante l’obbedienza a quella legge su cui essa è basata». 1 La decima è un comandamento di Dio, e quando obbediamo alla Sua legge, Egli è vincolato a benedirci. Anche se ero un ragazzino di sette anni, quello era qualcosa che potevo capire. Il presidente Thomas S. Monson, parlando delle leggi di Dio, affermò: «Se le violiamo soffriremo delle conseguenze durature; se le osserviamo raccoglieremo gioia eterna». 2

Ricordate che quando Israele fu castigato per aver derubato Dio, il popolo chiese: «In che t’abbiam noi derubato?» La risposta fu: «Nelle decime e nelle offerte». E in seguito fu promesso agli Israeliti che se avessero obbedito alla Sua legge della decima, avrebbero avuto il diritto di ricevere le Sue benedizioni. Il Signore disse: «Portate tutte le decime alla casa del tesoro… e mettetemi alla prova in questo, dice l’Eterno degli Eserciti; e vedrete s’io non v’apro le cateratte del cielo e non riverso su voi tanta benedizione, che non vi sia più dove riporla». 3

Il Signore chiese a Israele di provarLo, di metterLo alla prova, di avere fede in Lui in modo che Egli potesse mantenere le Sue promesse nei loro confronti. Quello stesso comandamento e quella stessa promessa sono validi ancora oggi. Quando osserviamo la legge della decima, la promessa del Signore è sicura: riceveremo benedizioni sia temporali che spirituali, secondo la saggezza e il tempo del Signore.

Mia moglie Joan e io, abbiamo avuto il privilegio di vivere in diverse parti del mondo tra brave persone che confidavano quotidianamente nel Signore per i bisogni primari temporali. Coloro che agiscono con fede senza sapere cosa succederà poi e pagano la decima, testimoniano che le cateratte del cielo sono aperte per loro. Mi ricordo di un padre fedele nelle Filippine, che diceva di aver pagato la sua piccola decima al vescovo una domenica, e poi di aver portato i propri figli a casa dalla chiesa sapendo molto bene che non ci sarebbe stato cibo per loro. Mentre stavano camminando, un’enorme frutto tropicale cadde da un albero proprio davanti a loro. Egli guardò immediatamente verso l’alto e ringraziò Dio per aver aperto le cateratte del cielo e avergli mandato il frutto dell’albero del pane per sfamare i suoi figli.

Stiamo vivendo in periodo economico difficile. Tuttavia, se ci guardiamo indietro vediamo che ci sono stati, e continueranno ad esserci, tempi di relativa prosperità e tempi di incertezza finanziaria. Nondimeno, indipendentemente dalle circostanze in cui ci troviamo, se prima paghiamo il nostro debito al Signore e poi usiamo saggezza e buon giudizio, il Signore ci aiuterà a gestire le risorse che ci ha dato.

Il presidente Heber J. Grant affermò: «Voglio dirvi che, se sarete onesti verso il Signore pagando la decima e osservando i comandamenti, Egli non soltanto vi benedirà impartendovi la luce e l’ispirazione del Suo Santo Spirito, ma non vi farà mancare neppure il denaro; sarete in grado di pagare i vostri debiti, e il Signore riverserà su di voi abbondanti benedizioni temporali». 4

Nel 1936, al culmine della Grande Depressione negli Stati Uniti quando le persone facevano fatica ad arrivare alla fine del mese, l’anziano John A. Widtsoe ammonì i Santi di pagare la decima per via delle benedizioni spirituali che ne avrebbero ricevuto. Egli disse: «L’obbedienza alla legge della decima… ci fa sentire una profonda gioia interiore… che non potremmo ottenere in nessun’altra maniera… I principi della verità diventano più chiari… La preghiera diventa più facile… La sensibilità spirituale è acuita… L’uomo diventa più simile al suo Padre nei cieli». 5

Una madre nell’Africa occidentale condivise con noi la sua testimonianza sulla decima. Ella era una commerciante in un mercato locale. Ogni giorno, una volta arrivata a casa, calcolava la decima e la metteva in un posto speciale. Poi ogni domenica la portava fedelmente al suo vescovo. Condivise con noi quanto i suoi affari fossero cresciuti e quanto la sua famiglia fosse stata benedetta con la salute e la forza e con abbastanza cibo per mangiare. Poi, con le lacrime agli occhi, disse: «Ma la più grande di tutte le benedizioni è che i miei figli amano il Signore e che siamo una famiglia eterna».

Questa umile madre ha capito che una delle più grandi benedizioni dell’essere un pagatore per intero della decima è il privilegio di entrare nella Casa del Signore e prendere parte alle sacre ordinanze che permettono alle famiglie di essere insieme per sempre.

Se paghiamo fedelmente la decima, il Signore veramente aprirà le cateratte del cielo e riverserà su noi tanta benedizione, che non vi sia più dove riporla. Voglio che ognuno di voi sappia, specialmente i miei figli e nipoti, che so, come lo sapeva mio nonno, che se pagherete sempre una decima onesta il Signore vi benedirà. Sarà il miglior investimento che possiate mai fare. Di questo porto testimonianza nel nome di Gesù Cristo. Amen.

Mostra riferimenti

  1.  

    1. DeA 130:20.

  2.  

    2.  Pathways to Perfection: Discourses of Thomas S. Monson (1973), 126.

  3.  

    3. Malachia 3:8, 10.

  4.  

    4. Conference Report, aprile 1898, 16.

  5.  

    5. «Tithing Testimonies of Our Leaders», Deseret News, maggio 16, 1936, Church Section, 5.