Guarire dalle devastanti conseguenze dei maltrattamenti

Richard G. Scott

Of the Quorum of the Twelve Apostles


Il potere di guarigione è insito nell’espiazione di Gesù Cristo.

Rendo solenne testimonianza di quanto profondamente ami il nostro nuovo profeta, veggente e rivelatore, il presidente Thomas S. Monson; di quanto abbia una fiducia assoluta in lui; della mia disponibilità a fare qualsiasi cosa mi chieda.

Certe questioni sono talmente delicate e profondamente personali, e possono risvegliare sentimenti così inquietanti, che raramente se ne fa menzione in pubblico. Tuttavia, se trattate con delicatezza e compassione alla luce della verità, discutere di tali questioni può portare maggiore comprensione con l’attenuazione del dolore, la benedizione della guarigione e persino la possibilità di scampare altre tragedie.

È con il profondo desiderio di stabilire una via per ottenere aiuto che mi rivolgo a coloro che soffrono le devastanti conseguenze dei maltrattamenti mentali, verbali, psichici e specialmente sessuali. Parlo anche a coloro tra voi che possono esserne la causa. Mi concentrerò sull’abuso sessuale, anche se il consiglio dato può aiutare le vittime di altri tipi di maltrattamenti. Il mio intento è di agire come uno specchio in modo che la divina luce guaritrice possa illuminare le nubi tenebrose dell’angoscia causate dagli atti ingiusti di altre persone. Spero di essere aiutato a comunicare in modo comprensibile, a offrire aiuto e a non complicare ulteriormente una vita che ha già subito dei danni. È anche probabile che maggiore comprensione, consapevolezza e sensibilità possano permettere a tutti gli altri di contribuire a risolvere o prevenire la tragedia dei maltrattamenti su nuove vittime.

L’ondata crescente di questo peccato immorale e abominevole può non aver riguardato personalmente la vostra vita; tuttavia è abbastanza diffuso nel mondo da aver probabilmente toccato qualcuno a cui volete bene. Spesso causa sofferenze tanto dolorose—che possono essere superate—che voglio parlare di come si può ottenere guarigione. Sarà fatto con riverenza, poiché il mio obiettivo è di aiutare a guarire e non di aggravare ricordi dolorosi.

Il libero arbitrio

Il libero arbitrio morale è un elemento vitale del piano di felicità del nostro Padre celeste. Egli sapeva che alcuni dei Suoi figli di spirito avrebbero usato impropriamente tale libertà di scelta causando seri problemi ad altri. Alcuni avrebbero persino violato la sacra fiducia di cui gode un padre o un famigliare per abusare di un bambino innocente. Poiché il nostro Padre celeste è completamente giusto, deve esserci un modo per superare le tragiche conseguenze di tale uso dannoso dell’arbitrio sia per la vittima che per il perpetratore. Quella guarigione che dà sicurezza deriva dal potere dell’espiazione del Suo Figlio Diletto, Gesù Cristo, di rimediare a un’ingiustizia. La fede in Gesù Cristo e nel Suo potere di guarire offre alla persona maltrattata i mezzi per superare le terribili conseguenze degli atti ingiusti compiuti da un altro. Quando è unita al completo pentimento, l’Espiazione offre anche al perpetratore una via per evitare la severa punizione che il Signore ha decretato per tali atti.

Alla vittima

Attesto di conoscere vittime di gravi abusi che hanno percorso con successo il viaggio che le ha portate alla piena guarigione mediante il potere dell’Espiazione. Dopo che le sue difficoltà furono risolte tramite la fede nel potere guaritore dell’Espiazione, una giovane donna gravemente abusata dal padre richiese un’altra intervista. Tornò insieme a una coppia più anziana. Sentii che li amava profondamente. Il suo viso irradiava felicità. Iniziò dicendo: «Anziano Scott, questo è mio padre. Gli voglio bene. È preoccupato per alcune cose che accaddero nella mia prima infanzia. Per me non sono più un problema. Potrebbe aiutarlo?» Quale possente conferma della capacità del Salvatore di guarire! Non pativa più le conseguenza dell’abuso perché aveva un’adeguata comprensione della Sua espiazione, fede a sufficienza ed era obbediente alla Sua legge. Quando studiate coscienziosamente l’Espiazione ed esercitate la vostra fede nel fatto che Gesù Cristo ha il potere di guarire, potete ricevere altrettanto sollievo. Durante il viaggio verso la guarigione, accettate il Suo invito a farGli condividere il vostro fardello finché non avrete sufficiente tempo e forza per essere guariti.

Per trovare sollievo dalle conseguenze derivanti dai maltrattamenti è utile comprenderne l’origine. Satana è l’autore di tutte le conseguenze distruttive dei maltrattamenti. Egli ha la straordinaria capacità di condurre un individuo in un vicolo cieco in cui la soluzione a problemi estremamente difficili non si può trovare. La sua strategia è di separare l’anima sofferente dalla guarigione ottenibile da un compassionevole Padre celeste e un affettuoso Redentore.

Se siete vittime di abusi, Satana farà ogni sforzo per convincervi che non c’è soluzione. Eppure egli sa perfettamente che c’è una soluzione. Satana riconosce che la guarigione arriva attraverso l’amore incrollabile del Padre celeste per ciascuno dei Suoi figli. Egli comprende anche che il potere di guarigione è insito nell’espiazione di Gesù Cristo. Pertanto la sua strategia è di fare tutto il possibile per separarvi da vostro Padre e da Suo Figlio. Non lasciate che Satana vi convinca di non poter essere aiutati.

Satana utilizza l’abuso subito per minare la fiducia in voi stessi, distruggere la fiducia nell’autorità, creare paura e generare sentimenti di disperazione. L’abuso può danneggiare la vostra capacità di stringere sani rapporti umani. Dovete avere fiducia che tutte le conseguenze negative si possono risolvere, altrimenti vi tratterranno dalla piena guarigione. Anche se tali conseguenze hanno una possente influenza sulla vostra vita, non definiscono chi siete realmente.

Satana cercherà di allontanarvi dal vostro Padre in cielo con il pensiero che se Egli vi amasse avrebbe impedito la tragedia. Non lasciatevi allontanare dalla fonte della vera guarigione a causa dell’astuzia del principe del male e dalle sue menzogne perverse. Riconoscete che se non vi sentite amati dal vostro Padre celeste, siete manipolati da Satana. Anche quando può sembrare molto difficile pregare, inginocchiatevi e chiedete al Padre celeste di darvi la capacità di confidare in Lui e sentire il Suo amore per voi. ChiedeteGli di arrivare a sapere che Suo figlio può guarirvi tramite la Sua espiazione misericordiosa.

La proposta di Satana era che i figli del Padre fossero costretti a obbedire, che non ci fosse libero arbitrio morale e di conseguenza nessuna crescita personale. Per preservare il libero arbitrio morale, il Signore non trattiene gli individui che vogliono fare un uso improprio di tale arbitrio. Tuttavia, Egli li punirà per quegli atti se non sopraggiungerà un completo pentimento. Mediante lo Spirito Santo Egli manda degli avvertimenti a chi perpetra gli abusi, ma spesso l’appetito degradante di quest’ultimo è così possente che gli blocca tale guida spirituale. Ecco perché nostro Padre ha fornito un modo per guarire le conseguenze degli atti che, mediante la forza, il cattivo uso dell’autorità o la paura verso un’altra persona, tolgono temporaneamente il libero arbitrio di chi è maltrattato.

L’inizio della guarigione richiede la fede come quella di un fanciullo nell’inalterabile fatto che il Padre in cielo vi ama e ha fornito un modo per guarire. Il Suo Figlio Diletto, Gesù Cristo, ha dato la Sua vita per offrirci tale guarigione. Ma non c’è una soluzione magica, né un semplice balsamo che offre la guarigione, né c’è un sentiero facile da seguire fino al completo rimedio. La cura richiede profonda fede in Gesù Cristo e nella Sua infinita capacità di guarigione. È radicata nella comprensione della dottrina e nella ferma determinazione a seguirla.

La guarigione può avere inizio con un vescovo o presidente di palo premuroso o il consiglio di un saggio professionista. Se aveste una gamba rotta non cerchereste di sistemarvela da soli. Le conseguenze di gravi abusi possono anche migliorare con l’aiuto di professionisti. Vi sono molti modi per dare inizio alla guarigione, ma ricordate che la cura completa arriva attraverso il Salvatore, il Signore Gesù Cristo, nostro Maestro e Redentore. Abbiate fede che con fatica, la Sua espiazione perfetta, eterna e infinita può guarire le vostre sofferenze causate delle conseguenze dei maltrattamenti subiti.

Per quanto possa sembrarvi impossibile adesso, col tempo la guarigione che potrete ricevere dal Salvatore vi permetterà di perdonare chi vi ha maltratto, e a provare persino sentimenti di dispiacere per questa persona. Quando potrete perdonare le offese sarete alleggeriti del dolore e della pena che Satana vuole che abbiate incoraggiandovi a odiare chi vi ha maltrattato. Di conseguenza godrete di maggiore pace. Sebbene sia una parte importante della guarigione, se il pensiero di perdonare vi causa ancora più dolore, lasciate da parte questo passo finché non avrete sperimentato maggiormente il potere guaritore del Salvatore nella vostra vita. 1

Se attualmente siete vittima di maltrattamenti o lo siete stati nel passato, trovate il coraggio di chiedere aiuto. Potete essere stati pesantemente minacciati o impauriti al fine di non farvi rivelare il maltrattamento. Abbiate il coraggio di agire ora. Cercate l’aiuto di qualcuno di cui vi fidate. Il vostro vescovo o presidente di palo possono darvi consigli validi e aiutarvi con le autorità civili. Spiegate quali abusi avete subito e identificate chi li ha perpetrati. Chiedete protezione. Le vostre azioni potranno evitare che altre persone diventino vittime innocenti e provino le sofferenze che ne derivano. Fatevi aiutare adesso. Non temete poiché la paura è uno strumento che Satana userà per continuare a farvi soffrire. Il Signore vi aiuterà, ma voi dovete chiedere aiuto.

Non sentitevi scoraggiati se inizialmente un vescovo esiterà quando rivelerete chi vi maltratta. I predatori sono abili nel coltivare un’apparenza pubblica di rispetto per mascherare i propri atti spregevoli. Pregate per essere guidati nella ricerca d’aiuto. Il sostegno arriverà. Siate certi che il Perfetto Giudice, Gesù Cristo, con una perfetta conoscenza dei dettagli, riterrà responsabili tutti coloro che hanno agito ingiustamente. Col tempo, Egli applicherà pienamente le richieste della giustizia a meno che non intervenga un pentimento completo. La vostra sola preoccupazione di ottenere giustizia rallenta la vostra guarigione e consente a chi maltratta di continuare ad avere il controllo nell’abuso. Pertanto dovreste lasciare la punizione per gli atti diabolici alle autorità civili e della Chiesa.

Al perpetratore

Ora mi rivolgo a chi ha inferto gli abusi rovinando la vita di un altro: riconoscete che avete bisogno di aiuto nella vostra dipendenza, o essa vi distruggerà. Non la supererete da soli. Avete bisogno dell’aiuto di un professionista. Vi imploro di cercare soccorso ora. Probabilmente avete ingannato voi stessi con la sicurezza falsa e temporanea di aver nascosto con successo le vostre trasgressioni alle autorità civili o della Chiesa. Sappiate però che il Signore Gesù Cristo conosce completamente i vostri peccati. Egli ci ha avvertiti: «Chi avrà scandalizzato uno di questi piccoli… meglio per lui sarebbe che gli fosse appesa al collo una macina da mulino e fosse sommerso nel fondo del mare». 2 Sappiate che anche senza un’azione da parte della vittima, il maltrattamento da voi inferto sarà conosciuto pubblicamente, poiché Satana vi esporrà, poi vi abbandonerà.

Semplificate la vostra vita facendo ora i passi per purificare la vostra anima da tale peccato e risolvere le punizioni che provocano. Mostrate il vostro desiderio di guarire l’angoscia che avete provocato negli altri. Parlate con il vostro vescovo o presidente di palo. La gravità dei vostri atti potrà richiedere di affrontare la disciplina civile e della Chiesa. Ma il totale pentimento porterà il dolce sollievo del perdono, la pace di coscienza e una nuova vita. Porterà anche conforto alla persona maltrattata e ai suoi famigliari. Sarete liberati dal peso del rimorso e dai pensieri che vi accusano per il male e il dolore causati a un’altra persona. Riconoscete che è molto più facile pentirsi in questa vita che nella prossima, quindi pentitevi adesso. Sarete aiutati quando deciderete di liberarvi dalla vostra dipendenza tramite il pentimento e altro tipo di supporto. Siate grati di non essere vissuti anticamente quando chi maltrattava veniva lapidato a morte senza la possibilità di pentirsi. 3

Ai genitori

Genitori, in modi appropriati e sensibili, insegnati ai vostri figli il potenziale pericolo dei maltrattamenti e come evitarli. Siate consapevoli dei segni ammonitori, come un repentino cambiamento nel carattere di un bambino che può segnalare un problema. State attenti ai sentimenti turbati di un bambino e individuatene l’origine.

Ai giudici in Israele

Voi che detenete le chiavi per giudicare in Israele, assicuratevi diligentemente che ogni persona maltrattata riceva l’aiuto adeguato. Il Manuale di istruzioni della Chiesa e i numeri telefonici dell’assistenza elencati sono valide risorse che saranno per voi una guida nell’azione ecclesiastica e per coordinarvi con le autorità civili. 4 Supervisionate con attenzione la partecipazione di qualsiasi persona che può essere stata maltrattata in passato. Riconoscete che è molto improbabile che un perpetratore confessi i propri atti depravati. Cercate la guida dello Spirito quando sentirete che qualcosa non quadra. Ottenete l’appoggio dei dirigenti di rione e di palo per evitare pericoli potenziali.

Prego affinché voi, persone maltrattate o che avete causato tali abusi, agiate in modo tale da trarre vantaggio dal potere guaritore dell’espiazione di Gesù Cristo. Attesto che la vostra fede e obbedienza vi assicureranno che Egli vi aiuterà. Nel nome di Gesù Cristo. Amen.

Mostra riferimenti

  1.  

    1. Questi articoli potrebbero aiutarvi per guarire dalla tragedia dei maltrattamenti: Gordon B. Hinckley, «Salvate i bambini», La Stella, gennaio 1995, 63–66; James E. Faust, «L’Espiazione: la nostra più grande speranza», Liahona, gennaio 2002, 19–22; Dallin H. Oaks, «Egli guarisce gli oppressi», Liahona, novembre 2006, 6–9; Richard G. Scott, «Come guarire le profonde ferite causate dai maltrattamenti», La Stella, luglio 1992, 38–41; Richard G. Scott, «La fiducia nel Signore», La Stella, gennaio 1996, 17–19; Richard G. Scott, «Coscienza in pace e pace di mente», Liahona, novembre 2004, 15–18; Richard G. Scott, «L’Espiazione può assicurarvi pace e felicità», Liahona, novembre 2006, 40–42; Jeffrey R. Holland, «Cose rotte da riparare», Liahona, maggio 2006, 69–71; «A Conversation on Spouse Abuse», Ensign, ottobre 1999, 22–27; «La strada sbagliata dei maltrattamenti», capitolo 28 di Insegnamenti dei presidenti della Chiesa: Joseph F. Smith, 249–255; DeA 121:34–46.

  2.  

    2. Matteo 18:6.

  3.  

    3. Vedere Deuteronomio 22:25–27.

  4.  

    4. Vedere Manuale di istruzioni della Chiesa, Libro 1: Presidenze di palo e vescovati (2006), 118, 120–121, 132, 135, 162–163, 207–208.