Affrontare il futuro con fede

Anziano Russell M. Nelson

Membro del Quorum dei Dodici Apostoli


Verità, alleanze e ordinanze ci consentono di superare il timore e di affrontare il futuro con fede!

Miei cari fratelli e sorelle, grazie per l’influenza del vostro sostegno, non soltanto tramite il vostro braccio alzato, ma anche attraverso il vostro utile servizio a casa, nella Chiesa e nella vostra comunità. È bello essere con voi e vedervi insieme alla vostra famiglia e amici. Dovunque viviate, osserviamo i vostri sforzi per rendere questo mondo un posto migliore. Vi sosteniamo! Vi vogliamo bene! Come voi pregate per noi, così noi preghiamo per voi!

Immaginiamo le vostre famiglie radunate attorno alla televisione o su Internet che guardano questa conferenza generale da casa. Una madre e un padre attenti mi hanno mandato una foto fatta durante una conferenza. Avevano notato la reazione di loro figlio, che allora aveva solo 18 mesi, che aveva riconosciuto il volto e la voce dell’oratore. Il bambino si era messo a mandare baci verso la TV. Voleva avvicinarsi, così la premurosa sorella maggiore l’aveva preso rapidamente su e messo sulle spalle, portandolo più vicino. Ecco la foto.

Sì, l’immagine sulla TV è la mia e quei bambini sono i nostri nipoti. Fra alcuni anni, questo bambino sarà un anziano, dotato al tempio e pronto per la missione. In seguito si suggellerà a una compagna eterna che si sarà scelto. Riuscite a vederlo un giorno come marito e padre, con dei figli suoi? E un giorno saluterà i suoi nonni con la consapevolezza certa che la morte fa parte della vita.

È vero. Viviamo per morire e moriamo per vivere di nuovo. Da un punto di vista eterno, l’unica morte che sia davvero prematura è quella di qualcuno che non è pronto a incontrare Dio.

Quali apostoli e profeti, ci preoccupiamo non soltanto dei nostri figli e nipoti, ma anche dei vostri e di ciascun figlio di Dio. Tutto quello che il futuro riserva a ciascun sacro figlio di Dio verrà modellato dai suoi genitori, familiari, amici e insegnanti. Pertanto, la nostra fede ora diverrà parte della fede della nostra posterità dopo.

Ogni individuo si trova ad affrontare un mondo in costante cambiamento, un mondo di ideologie contrastanti. Le forze del male saranno sempre in opposizione alle forze del bene. Satana cerca sempre di influenzarci a seguire le sue vie e di renderci infelici, proprio come lui.1 Inoltre, i normali rischi della vita, come la malattia, le lesioni e gli incidenti saranno sempre presenti.

Viviamo in un’epoca di tumulto. Terremoti e maremoti provocano devastazioni, cadono governi, le difficoltà economiche sono serie, la famiglia è sotto attacco e le percentuali di divorzio stanno aumentando. C’è grande ragione per preoccuparsi. Tuttavia, non dobbiamo permettere ai nostri timori di scacciare via la nostra fede. Possiamo combattere questi timori rafforzando la nostra fede.

Cominciate con i vostri figli. Voi, genitori, avete la principale responsabilità di rafforzare la loro fede. Fate loro sentire la vostra fede, anche quando siete assediati da prove ardue. Che la vostra fede sia incentrata sul nostro affettuoso Padre Celeste e il Suo beneamato Figlio, il Signore Gesù Cristo. Insegnate questa fede con profonda convinzione. Insegnate a ogni prezioso bambino e bambina che è un figlio di Dio, creato a Sua immagine, con un sacro scopo e potenziale. Ognuno nasce con delle difficoltà da superare e una fede da sviluppare.2

Insegnate la fede nel piano di salvezza di Dio. Insegnate che il nostro soggiorno nella mortalità è un periodo di prova, un tempo in cui essere messi alla prova per vedere se faremo qualsiasi cosa il Signore ci comandi di fare.3

Insegnate la fede che porta ad osservare tutti i comandamenti di Dio, sapendo che sono stati dati a benedizione dei Suoi figli e per portare loro la gioia.4 Avvertiteli che incontreranno persone che sceglieranno quali comandamenti seguire, ignorandone degli altri che invece decideranno di trasgredire. Questo è quello che io definisco l’approccio da bar all’obbedienza. Questa abitudine di scegliere e selezionare non funzionerà. Porterà all’infelicità. Per prepararsi a incontrare Dio, bisogna rispettare tutti i Suoi comandamenti. Ci vuole fede per obbedirli e l’osservanza dei Suoi comandamenti rafforzerà quella fede.

L’obbedienza fa sì che le benedizioni di Dio giungano senza restrizioni. Egli benedirà i Suoi figli obbedienti con la libertà dalla schiavitù e dall’infelicità. Li benedirà inoltre con maggiore luce. Ad esempio, il rispetto della Parola di Saggezza è accompagnato dalla consapevolezza che l’obbedienza comporta non solo la libertà dalla dipendenza, ma anche un’aggiunta di benedizioni di saggezza e di tesori di conoscenza.5

Insegnate la fede che porta a sapere che l’obbedienza ai comandamenti di Dio provvederà una protezione fisica e spirituale. E ricordate, i santi angeli di Dio sono sempre di turno per aiutarci. Il Signore così ha dichiarato: “Andrò davanti al vostro volto. Sarò alla vostra destra e alla vostra sinistra, e il mio Spirito sarà nel vostro cuore e i miei angeli tutt’attorno a voi per sostenervi ”.6 Che promessa! Quando siamo fedeli, Lui e i Suoi angeli ci aiutano.

La fede che non viene meno è fortificata tramite la preghiera. Le suppliche che vengono dal vostro cuore sono importanti per Lui. Pensate alle preghiere intense e appassionate del profeta Joseph Smith durante i terribili giorni trascorsi nel carcere di Liberty. Il Signore diede una risposta che fece cambiare la prospettiva del profeta. Disse: “Sappi figlio mio che tutte queste cose ti daranno esperienza, e saranno per il tuo bene”.7

Se preghiamo con una prospettiva eterna, non dobbiamo sorprenderci se le nostre più sincere e sentite suppliche vengono ascoltate. Questa promessa del Signore è riportata nella sezione 98 di Dottrina e Alleanze:

“Le vostre preghiere sono entrate negli orecchi del Signore… e sono registrate con questo sigillo e questo testamento: il Signore ha giurato e ha decretato che esse saranno esaudite.

Perciò egli vi fa questa promessa, con una alleanza immutabile, che esse saranno adempiute; e tutte le cose con le quali siete stati afflitti coopereranno per il vostro bene e per la gloria del mio nome, dice il Signore”.8

Il Signore ha scelto le Sue parole più forti per rassicurarci! Sigillo! Testamento! Giurato! Decretato! Alleanza immutabile! Fratelli e sorelle, credeteGli! Dio ascolterà le vostre sincere e sentite preghiere e la vostra fede sarà rafforzata.

Per sviluppare una fede ferma, è essenziale impegnarsi fermamente a pagare una decima intera. All’inizio ci vuole fede per pagare la decima. Poi colui che lo fa sviluppa più fede fino al punto che la decima diventa un prezioso privilegio. La decima è un’antica legge di Dio.9 Egli ha fatto la promessa ai Suoi figli che avrebbe aperto “le cateratte del cielo e… [riversato]… tanta benedizione, che non vi sia più dove riporla”.10 Ma questo non è tutto: la decima fa in modo che il vostro nome rimanga scritto tra quelli del popolo del Signore e vi proteggerà nel “giorno della vendetta e dell’incendio”.11

Perché abbiamo bisogno di una fede talmente resistente? Perché ci attendono tempi duri. Difficilmente in futuro sarà facile o popolare essere un fedele Santo degli Ultimi Giorni. Ognuno di noi sarà provato. L’apostolo Paolo ci ha messo in guardia che negli ultimi giorni coloro che seguono diligentemente il Signore “saranno perseguitati”.12 Queste persecuzioni possono o schiacciarvi senza che abbiate la forza di replicare o motivarvi a essere più coraggiosi e d’esempio nella vostra vita quotidiana.

Come affrontate le prove della vita fa parte dello sviluppo della vostra fede. La forza giunge quando vi ricordate di avere una natura divina, un’eredità di valore infinito. Il Signore ha ricordato a voi, ai vostri figli e nipoti che siete degli eredi legittimi, che siete stati preservati in cielo per nascere in un tempo e luogo specifici, per crescere e divenire i Suoi alfieri e popolo dell’alleanza. Camminando per il sentiero della rettitudine del Signore, avrete la benedizione di continuare nella Sua bontà ed essere una luce e dei salvatori per il Suo popolo.13

A disposizione di tutti voi, fratelli e sorelle, ci sono le benedizioni derivanti dal potere del santo Sacerdozio di Melchisedec. Queste benedizioni possono cambiare le circostanze della vostra vita, per quanto riguarda la salute, la compagnia dello Spirito Santo, le relazioni interpersonali e le opportunità per il futuro. Il potere e l’autorità di questo sacerdozio detengono le chiavi di tutte le benedizioni spirituali della Chiesa14 e, soprattutto, il Signore ha dichiarato che Egli darà effetto a queste benedizioni secondo la Sua volontà.15

Le più grandi tra tutte le benedizioni del sacerdozio vengono conferite nei sacri templi del Signore. La fedeltà alle alleanze là stipulate renderanno voi e la vostra famiglia idonei a ricevere le benedizioni della vita eterna.16

Le ricompense che vi spettano non riguardano solo l’aldilà. Avrete molte benedizioni in questa vita, come pure i vostri figli e nipoti. Voi, fedeli santi, non dovete combattere le battaglie della vita da soli. Pensateci! Il Signore ha dichiarato: “Io combatterò con chi combatte teco, e salverò i tuoi figliuoli”.17 In seguito al Suo popolo fedele giunse questa promessa: “Io, il Signore, [combatterò] le loro battaglie, e le battaglie dei loro figli, e quelle dei figli dei loro figli… fino alla terza e alla quarta generazione”.18

Il nostro amato presidente Thomas S. Monson ci ha dato la sua testimonianza profetica. dicendo: “Rendo testimonianza che le benedizioni promesse vanno oltre ogni misura. Anche se le nuvole tempestose minacciano, anche se la pioggia si riversa su di noi, la nostra conoscenza del Vangelo e il nostro amore per il Padre celeste e il Salvatore ci saranno di conforto e sostegno, e ci porteranno gioia se cammineremo rettamente e obbediremo ai comandamenti”.

Il presidente Monson ha continuato: “Miei cari fratelli e sorelle, non temete. Siate di buon animo. Il futuro è tanto luminoso quanto lo è la vostra fede”.19

A questa potente dichiarazione del presidente Monson aggiungo la mia. Testimonio che Dio è nostro Padre. Gesù è il Cristo. La Sua Chiesa è stata restaurata sulla terra. Le Sue verità, alleanze e ordinanze ci consentono di superare il timore e di affrontare il futuro con fede! Di questo rendo testimonianza nel sacro nome di Gesù Cristo. Amen.

Mostra riferimenti

  1.  

    1. Vedere 2 Nefi 2:27.

  2.  

    2. Pietro insegnò questo concetto quando espresse la speranza che “voi foste fatti partecipi della natura divina dopo esser fuggiti dalla corruzione che è nel mondo” (2 Peter 1:4).

  3.  

    3. Vedere Abrahamo 3:25.

  4.  

    4.V edere 2 Nefi 2:25.

  5.  

    5. Vedere Dottrina e Alleanze 89:19; vedere anche Isaia 45:3.

  6.  

    6.  Dottrina e Alleanze 84:88.

  7.  

    7.  Dottrina e Alleanze 122:7. Un altro esempio di cambiamento di prospettiva si trova in Salmi: “Proteggi l’anima mia,… mio Dio, salva il tuo servitore che confida in te! Abbi pietà di me, o Signore, Perché io grido a te tutto il giorno… Io ti celebrerò, Signore, Iddio mio, con tutto il mio cuore, e glorificherò il tuo nome in perpetuo” (Salmi 86:2–3, 12).

  8.  

    8.  Dottrina e Alleanze 98:2–3.

  9.  

    9. La decima viene menzionata in otto libri dell’Antico Testamento: Genesi, Levitico, Numeri, Deuteronomio, 2 Cronache, Nehemia, Amos e Malachia.

  10.  

    10.  Malachia 3:10.

  11.  

    11.  Dottrina e Alleanze 85:3.

  12.  

    12.  2 Timoteo 3:12.

  13.  

    13. Vedere Dottrina e Alleanze 86:8–11.

  14.  

    14. Vedere Dottrina e Alleanze 107:18.

  15.  

    15. Vedere Dottrina e Alleanze 132:47, 59.

  16.  

    16. Vedere Abrahamo 2:11.

  17.  

    17.  Isaia 49:25; vedere anche Dottrina e Alleanze 105:14.

  18.  

    18.  Dottrina e Alleanze 98:37.

  19.  

    19. Thomas S. Monson, “Siate di buon animo”, Liahona, maggio 2009, 92.