Cavalcare l’onda

Anziano Russell M. Nelson

Membro del Quorum dei Dodici Apostoli


Ringrazio Dio e Suo Figlio, Gesù Cristo, per la Restaurazione e per il suo potere di smuovere una magnifica onda di verità e di rettitudine su tutta la terra.

Cari fratelli e sorelle, unisco la mia voce a quella del presidente Thomas S. Monson e di altri nel lodare coloro che hanno risposto all’appello profetico di avere più missionari degni. Un’ondata senza precedenti di entusiasmo per il lavoro missionario sta colpendo tutta la terra. Dallo storico annuncio dello scorso ottobre fatto dal presidente Monson, migliaia di anziani, di sorelle e di coppie sono state chiamate, e molti altri si stanno preparando.1 Ora riceviamo domande come: “Che cosa faremo con tutti questi missionari?” La risposta è semplice. Faranno ciò che i missionari hanno sempre fatto: predicheranno il Vangelo. Saranno una benedizione per i figli dell’Iddio Onnipotente!

Un numero sempre maggiore tra voi, giovani uomini e giovani donne, cavalcherà quest’onda cercando di essere degno di ricevere una chiamata in missione. La considerate un’onda di verità e di rettitudine, e scorgete l’opportunità di essere sulla cresta di quell’onda.

Voi adolescenti, seguite appieno il nuovo corso di studio e vi insegnate l’un l’altro la dottrina di Gesù Cristo. Ora è il momento di prepararvi a insegnare agli altri la bontà di Dio.

Giovani uomini e giovani donne, la vostra istruzione è sempre importante — per noi, per voi e per Dio. Quando è possibile, se desiderate frequentare l’università dopo la missione, vi incoraggiammo a fare domanda presso l’istituzione da voi scelta prima di iniziare la missione. Molte istituzioni universitarie concedono un periodo di differimento di 18–30 mesi ai futuri missionari. Questo permetterà a voi, anziani e sorelle, di servire senza preoccuparvi di dove andrete all’università. Siamo molto grati ai dirigenti delle istituzioni che rendono possibile tale programmazione.

Voi genitori, insegnanti e altri, cavalcate l’onda preparando la generazione nascente a essere degna del servizio missionario. Nel frattempo, le vostre vite esemplari susciteranno l’interesse di amici e vicini. Siate pronti a dare una motivazione per la speranza e per la gioia che vedono in voi.2 Quando arrivano queste domande, potete rispondere dicendo: “Chiediamo ai missionari! Loro possono aiutarci! E se lo desideri, io sarò al tuo fianco mentre i missionari risponderanno e ti insegneranno”.

Voi adulti, cavalcate l’onda contribuendo alla preparazione spirituale, fisica e finanziaria dei futuri missionari. Mettere delle monetine nel salvadanaio diventerà normale. Voi coppie senior, programmate il giorno in cui potrete andare in missione. Saremo estremamente grati per il vostro servizio. Fino ad allora, forse, qualcuno di voi potrà mandare qualche soldo in missione contribuendo al Fondo missionario generale, come suggerito ancora una volta stamane dal presidente Monson.3

Un numero sempre crescente di uomini scelti, con le rispettive mogli, cavalca l’onda quando viene chiamato a presiedere alle missioni della Chiesa. Rendendo quel servizio essi plasmano il destino delle generazioni presenti e future. I presidenti di missione detengono le chiavi della responsabilità relativa al benessere, alla sicurezza e al successo dei loro missionari. Dopo essersi consultato con i presidenti di palo e di distretto della sua missione, ogni presidente di missione assegna dei missionari a servire in pali, in rioni e in rami specifici.

I presidenti di palo e i vescovi cavalcano l’onda quando dedicano ore e ore a intervistare i futuri missionari. Questi dirigenti del sacerdozio detengono le chiavi della responsabilità per il lavoro missionario nelle loro unità e ispirano i membri a prendervi parte.

I fratelli e le sorelle di ogni consiglio di rione stanno iniziando a cavalcare l’onda. Il dirigente del lavoro missionario di rione fa parte di quel consiglio.4 Vorrei parlare specificamente a voi che siete dirigenti del lavoro missionario di rione. Siete stati chiamati dal vostro vescovo a dirigere il lavoro missionario nel rione. Alcuni di voi hanno talmente tanto successo che è stato chiamato anche un assistente ad aiutarvi. Insieme ad altri del consiglio di rione, voi individuate i membri meno attivi, le famiglie che appartengono parzialmente alla Chiesa e le persone interessate. Vi incontrate regolarmente con i missionari a tempo pieno. Consigliate e aiutate i missionari. Vi prego di aiutarli a riempire le loro agende con opportunità di insegnamento mirate e significative. Questa è una vostra responsabilità. Il vostro ruolo è cruciale, è davvero essenziale per il successo di quest’opera. Se voi cavalcate l’onda con fede ed entusiasmo, anche altri lo faranno. Voi, dirigenti del lavoro missionario di rione, siete il collegamento tra membri e missionari in questa sacra opera di salvezza dei figli di Dio.5

Anche i nostri amici e i nostri vicini che non sono della nostra fede e che pongono delle domande possono cavalcare l’onda. Noi li incoraggiamo a tenere quanto di buono e di vero c’è nella loro vita, e li invitiamo a riceverne ancora di più, in particolare la gloriosa verità che, grazie al piano eterno di Dio, le famiglie possono stare insieme per sempre.6

Quest’onda di verità e di rettitudine è meravigliosa! Non è opera dell’uomo! Proviene dal Signore, che ha detto: “Io affretterò la mia opera a suo tempo”.7 Quest’onda è rafforzata da un annuncio divino fatto centonovantatré anni fa. Era composto soltanto da sette parole: “Questo è il mio Figlio diletto. Ascoltalo!”8 Pronunciato dall’Onnipotente, questo annuncio fece conoscere a un giovane Joseph Smith il Signore Gesù Cristo. Quelle sette parole dettero inizio alla Restaurazione del Suo vangelo. Perché? Perché il nostro Dio vivente è un Dio d’amore! Egli vuole che i Suoi figli conoscano Lui e Colui che ha mandato, Gesù Cristo.9 Vuole che i Suoi figli ottengano l’immortalità e la vita eterna.10

Per questo scopo glorioso i nostri missionari insegnano la Restaurazione. Loro sanno che circa duemila anni fa il Signore stabilì la Sua chiesa. Dopo la Sua crocifissione e la morte dei Suoi apostoli, gli uomini cambiarono la Chiesa e la Sua dottrina. Poi, dopo generazioni di oscurità spirituale, e come predetto dai profeti precedenti,11 il Padre Celeste e Gesù Cristo restaurarono la Chiesa, la sua dottrina e la sua autorità del sacerdozio. Grazie a questa Restaurazione, la conoscenza e le ordinanze essenziali per la salvezza e l’esaltazione sono di nuovo disponibili per tutti.12 Fondamentalmente, l’esaltazione consente a tutti noi di dimorare con le nostre famiglie alla presenza di Dio e di Gesù Cristo per sempre!

Non riesco a parlare della Restaurazione senza trasporto. Questo fatto storico è assolutamente magnifico. È incredibile! Toglie il fiato! Non è meraviglioso che dei messaggeri celesti siano venuti per conferire autorità e potere a quest’opera?

Il nostro Padre Eterno e Gesù Cristo sono apparsi molteplici volte al profeta Joseph Smith.13 Sotto la Loro direzione, sono venuti altri messaggeri celesti, ognuno con uno scopo specifico. Ad esempio:

  • L’angelo Moroni ha rivelato il Libro di Mormon.14

  • Giovanni Battista ha restaurato il Sacerdozio di Aaronne.15

  • Pietro, Giacomo e Giovanni hanno restaurato il Sacerdozio di Melchisedec.16

  • Mosè ha conferito le chiavi del raduno di Israele.17

  • Elias ha conferito le chiavi della conoscenza di Abrahamo.18

  • Elia ha restaurato le chiavi dell’autorità di suggellamento.19

Inoltre, la Restaurazione ha aggiunto la conoscenza che i Santi avevano anticamente. Il Signore ha fornito un nuovo libro di Scritture. Alla Sacra Bibbia ha aggiunto il Libro di Mormon: un altro testamento di Gesù Cristo. Esso riporta le profezie e il ministero del Signore risorto ai popoli delle antiche Americhe. Spiega il grande piano di felicità di Dio20 — il piano di salvezza.21 Il Libro di Mormon è totalmente in armonia con la Bibbia. Entrambi gli scritti sacri confermano la veridicità del vangelo di Gesù Cristo e l’importanza della Sua Espiazione.22

La Restaurazione adempie molte profezie bibliche. Per esempio, Isaia profetizzò che la casa del Signore sarebbe stata costruita sulla vetta dei monti.23 L’esodo dei pionieri mormoni verso le montagne dell’Ovest americano rappresenta questo adempimento con sacrificio e fede. Isaia predisse anche che Dio avrebbe compiuto “maraviglie su maraviglie”.24 Queste si stanno compiendo con la sacra opera del nostro crescente esercito di missionari.

Gli insegnamenti dell’Antico Testamento sulla decima sono stati restaurati.25 Di conseguenza, più pagatori di decima sono benedetti a motivo della loro obbedienza. I riferimenti a Melchisedec sono chiariti dalle Scritture della Restaurazione.26 Le profezie secondo le quali il legno di Giuseppe (il Libro di Mormon) e il legno di Giuda (la Bibbia) sarebbero stati uniti nella mano di Dio, ora si sono adempiute.27

La Restaurazione chiarisce inoltre alcuni passi del Nuovo Testamento. Il riferimento al battesimo per i morti ora è meglio compreso.28 Le ordinanze per i nostri antenati defunti sono ora celebrate per procura in centoquarantuno templi in tutto il mondo! Non c’è altro modo per offrire la salvezza ai nostri antenati che sono morti senza la conoscenza del Vangelo.29 La visione di Giovanni il Rivelatore di “un altro angelo che volava in mezzo al cielo, recante l’evangelo eterno per annunziarlo a quelli che abitano sulla terra”, predisse la missione dell’angelo Moroni e del Libro di Mormon.30

Il Libro di Mormon è il fulcro della Restaurazione. Fu scritto, preservato e trasmesso secondo le direttive del Signore. Fu tradotto “per dono e potere di Dio”.31 Il libro di Dottrina e Alleanze contiene molte altre rivelazioni date al profeta Joseph Smith. Per suo tramite abbiamo ricevuto più pagine di Scritture che da qualunque altro profeta. In quello che deve essere stato un momento malinconico, egli disse ai Santi di Nauvoo, nell’Illinois: “Non vi ho mai detto di essere perfetto, ma nelle rivelazioni che vi ho insegnato non c’è alcun errore”.32

Insieme, i membri e i missionari invitano tutti a conoscere Dio, Gesù Cristo e il Suo vangelo. Qualsiasi individuo che vuole sapere, dovrebbe cercare con zelo e pregare ferventemente per avere la certezza che queste cose sono vere. La verità sarà manifestata mediante il potere dello Spirito Santo.33

Ringrazio Dio e Suo Figlio, Gesù Cristo, per la Restaurazione e per il suo potere di smuovere una magnifica onda di verità e di rettitudine su tutta la terra. La mia preghiera è che noi tutti possiamo cavalcare quest’onda e adempiere il comandamento del Signore di portare il Vangelo “ad ogni nazione e tribù e lingua e popolo”,34 nel nome di Gesù Cristo. Amen.

Mostra riferimenti

  1.  

    1. Vedere Thomas S. Monson, “Benvenuti alla conferenza”, Liahona, novembre 2012, 4–5.

  2.  

    2. Vedere 1 Pietro 3:15.

  3.  

    3. Vedere Thomas S. Monson, “È di nuovo tempo di Conferenza”, Liahona, maggio 2011, 6.

  4.  

    4. Vedere Manuale 2 — l’amministrazione della Chiesa (2010), 5.1.

  5.  

    5. Siamo grati ai santi che si stanno sinceramente sforzando con consacrazione. Cercano di essere più santi. Cercano “prima di edificare il regno di Dio e di stabilire la sua giustizia” (vedere Estratti della traduzione di Joseph Smith, Matteo 6:38, nota a pie’ di pagina a).

  6.  

    6. Vedere “Le famiglie sono eterne”, Inni, 189; ulteriori chiarimenti si trovano in Dottrina e Alleanze 132:7, 19.

  7.  

    7. Dottrina e Alleanze 88:73.

  8.  

    8. Joseph Smith — Storia 1:17.

  9.  

    9. Vedere Giovanni 17:3.

  10.  

    10. Vedere Mosè 1:39.

  11.  

    11. Vedere Matteo 17:11; Atti 3:20–21; Efesini 1:10; 2 Nefi 30:8; Dottrina e Alleanze 132:40, 45.

  12.  

    12. Vedere 3 Nefi 27:13–14, 21; Dottrina e Alleanze 39:6; Articoli di Fede 1:4.

  13.  

    13. Vedere Karl R. Anderson, The Savior in Kirtland (2012), 228–243.

  14.  

    14. Vedere Dottrina e Alleanze 27:5; vedere anche Joseph Smith — Storia 1:33.

  15.  

    15. Vedere Dottrina e Alleanze 13.

  16.  

    16. Vedere Dottrina e Alleanze 20:2–3; 27:12; 128:20; vedere anche Larry C. Porter, “Dating the Restoration of the Melchizedek Priesthood”, Ensign, giugno 1979, 4–10.

  17.  

    17. Vedere Dottrina e Alleanze 110:11.

  18.  

    18. Vedere Dottrina e Alleanze 110:12.

  19.  

    19. Vedere Dottrina e Alleanze 110:13–16.

  20.  

    20. Vedere Alma 42, in particolare il versetto 8.

  21.  

    21. Vedere, per esempio, Alma 12:28–30.

  22.  

    22. Vedere, per esempio, 1 Corinzi 15:22; Alma 34:9.

  23.  

    23. Vedere Isaia 2:2.

  24.  

    24. Isaia 29:14.

  25.  

    25. Vedere Genesi 14:18–20; Malachia 3:8–10; Dottrina e Alleanze 119–20.

  26.  

    26. Vedere Genesi 14:18; Salmi 110:4; vedere anche Alma 13:14–18; Dottrina e Alleanze 84:14–22.

  27.  

    27. Vedere Ezechiele 37:16, 19; Dottrina e Alleanze 27:5.

  28.  

    28. Vedere 1 Corinzi 15:29; Dottrina e Alleanze 128.

  29.  

    29. Vedere Dottrina e Alleanze 137:7, 138:31–34.

  30.  

    30. Apocalisse 14:6; vedere anche Dottrina e Alleanze 133:36–39.

  31.  

    31. Frontespizio del Libro di Mormon, scritto da Moroni; Dottrina e Alleanze 135:3.

  32.  

    32. Insegnamenti dei presidenti della Chiesa: Joseph Smith (2007), 533.

  33.  

    33. Vedere Moroni 10:4–5.

  34.  

    34. Apocalisse 14:6; vedere anche 1 Nefi 19:17; Dottrina e Alleanze 133:37.