Salta navigazione principale
Aprile 2016 | I consigli di famiglia

I consigli di famiglia

Aprile 2016 Conferenza generale

Quando i genitori sono preparati e i figli ascoltano e partecipano alla discussione, allora il consiglio di famiglia funziona veramente!

Miei fratelli e sorelle, l’ironia dell’essere genitori è che solitamente diventiamo bravi a esserlo dopo che i nostri figli sono diventati grandi. Questo pomeriggio vi parlerò di qualcosa che mi sarebbe piaciuto capire meglio quando io e Barbara abbiamo iniziato a crescere i nostri amati figli.

Durante il mio ministero apostolico, ho spesso enfatizzato il potere e l’importanza delle riunioni di consiglio della Chiesa, che comprendono i consigli di missione, di palo, di rione e delle organizzazioni ausiliarie.

Credo che le riunioni di consiglio siano il modo più efficace per ottenere risultati concreti. Inoltre, so che i consigli rappresentano il modo di agire del Signore e che Egli ha creato tutte le cose nell’universo mediante un consiglio celeste, come viene menzionato nelle Sacre Scritture.1

Fino a oggi, tuttavia, durante la Conferenza generale non ho mai parlato del consiglio più basilare e fondamentale — e forse il più importante — di tutti: il consiglio di famiglia.

I consigli di famiglia sono sempre stati necessari. Infatti, sono eterni. Nella vita preterrena, quando vivevamo con i nostri genitori celesti come loro figli di spirito, facevamo parte di un consiglio di famiglia.

Un consiglio di famiglia, quando gestito con amore e applicando le altre qualità cristiane, contrasta l’impatto della tecnologia moderna che spesso ci distrae dal trascorrere insieme del tempo di qualità e tende a portare il male fin dentro la nostra casa.

Vi prego di ricordare che il consiglio di famiglia è diverso dalla serata familiare che si tiene il lunedì. La serata familiare si concentra principalmente sull’insegnamento del Vangelo e su attività di famiglia. I consigli di famiglia, invece, possono essere tenuti in qualunque altro giorno della settimana e sono principalmente delle riunioni in cui i genitori ascoltano — l’un l’altro e i loro figli.

Credo che esistano almeno quattro tipi di consigli di famiglia.

Il primo, è un consiglio di famiglia generale composto da tutta la famiglia.

Il secondo, è un consiglio di famiglia esecutivo composto da una madre e da un padre.

Il terzo, è un consiglio di famiglia ristretto composto dai genitori e da un figlio.

Il quarto, è un consiglio di famiglia tenuto a tu per tu ed è composto da un genitore e da un figlio.

In tutti questi contesti nell’ambito dei consigli di famiglia, i dispositivi elettronici devono essere spenti così che tutti possano guardarsi e ascoltarsi a vicenda. Durante i consigli di famiglia e in altre occasioni appropriate, potreste usare una cesta per i dispositivi elettronici in modo tale che, quando la famiglia si riunisce, tutti — compresi la mamma e il papà — possano metterci dentro il proprio telefono, il tablet e l’MP3. Da quel momento in poi, possono consigliarsi reciprocamente senza essere tentati di rispondere a un poke di Facebook, a un SMS, a un’e-mail o a una notifica di Instagram o Snapchat.

Lasciatemi spiegare brevemente come può svolgersi ciascuna di queste tipologie di consigli di famiglia.

Il primo, il consiglio di famiglia completo, comprende tutti i membri della famiglia.

L’opuscolo della Chiesa intitolato Guida della famiglia dice: “Le famiglie possono usare questi consigli per stabilire obiettivi di famiglia, risolvere problemi familiari, esaminare la loro situazione economica, fare programmi, sostenersi e rafforzarsi reciprocamente, portare testimonianza e pregare l’uno per l’altro”2.

Questo consiglio dovrebbe riunirsi a scadenza prestabilita ed è normalmente più formale di ogni altro tipo di consiglio di famiglia.

Deve iniziare con una preghiera o altrimenti potrebbe risultare una normale continuazione di conversazioni già iniziate in altri contesti. Vi prego di notare che non sempre un consiglio di famiglia può avere un inizio e una fine formali.

Quando i genitori sono preparati e i figli ascoltano e partecipano alla discussione, allora il consiglio di famiglia funziona veramente!

Quale che sia la nostra particolare situazione familiare, è essenziale che comprendiamo le circostanze specifiche di ogni familiare. Sebbene possiamo avere lo stesso DNA, vi possono essere situazioni e circostanze tra di noi che possono renderci molto diversi l’uno dall’altro, e che possono richiedere la collaborazione compassionevole del consiglio di famiglia.

Ad esempio, tutto il dialogo, la condivisione e l’amore del mondo potrebbero non riuscire a risolvere un problema medico o una difficoltà emotiva che affliggono uno o più membri della famiglia. In questi casi, il consiglio di famiglia diventa un luogo di unità, di lealtà e di supporto amorevole mentre si cerca una soluzione mediante aiuti esterni.

I figli, specialmente quelli più grandi, possono essere dei mentori molto efficaci per i fratelli e per le sorelle più piccoli se i genitori usano il consiglio di famiglia per avvalersi del loro aiuto e del loro supporto durante i momenti difficili e gravosi.

Sotto questo aspetto, una famiglia è molto simile a un rione. Coinvolgendo i membri del consiglio di rione, il vescovo può risolvere problemi e fare del bene in modi in cui non avrebbe mai potuto fare senza il loro aiuto. Similmente, i genitori devono coinvolgere tutti i membri della famiglia nel far fronte alle sfide e alle avversità. Così facendo, viene messo in funzione il potere del consiglio di famiglia. Quando prendono parte al processo decisionale, i componenti del consiglio ne divengono fautori e si possono raggiungere ottimi obiettivi specifici.

Non tutti i consigli di famiglia sono composti da due genitori e da figli. Il vostro consiglio di famiglia può essere molto diverso da come era il nostro quando stavamo crescendo i nostri sette figli. Oggi il nostro consiglio di famiglia consiste solamente di Barbara e me, eccetto quando teniamo un consiglio di famiglia esteso, che comprende i nostri figli adulti, i loro rispettivi coniugi e, a volte, i nostri nipoti e i nostri pronipoti.

Le persone single o anche gli studenti che vivono lontano da casa possono seguire il modello divino dei consigli riunendosi con gli amici e con i coinquilini per consigliarsi a vicenda.

Pensate a come cambierebbe l’atmosfera in un appartamento se i coinquilini si riunissero regolarmente per pregare, ascoltare, discutere e pianificare le cose insieme.

Tutti possono adattare un consiglio di famiglia per trarre beneficio da questo modello divino stabilito dal nostro amorevole Padre Celeste.

Come ho indicato poco fa, di tanto in tanto può essere utile tenere un consiglio di famiglia esteso. Tale consiglio può comporsi dei nonni e dei figli adulti che non vivono a casa. Anche se i nonni o i figli adulti vivono distanti, possono partecipare ai consigli di famiglia via telefono, Skype o FaceTime.

Potreste prendere in considerazione di tenere il consiglio di famiglia generale la domenica, che è il primo giorno della settimana; le famiglie possono rivedere la settimana passata e pianificare quella successiva. Questo potrebbe essere esattamente ciò di cui la vostra famiglia ha bisogno per contribuire a rendere la domenica una delizia.

Il secondo tipo di consiglio di famiglia è quello esecutivo a cui partecipano solo i genitori. Durante questo tempo insieme, i genitori possono esaminare le necessità fisiche, emotive e spirituali di ogni figlio e i suoi progressi.

Il consiglio di famiglia esecutivo è anche un’ottima occasione per marito e moglie di parlare del loro rapporto personale. Quando celebrò il nostro suggellamento, l’anziano Harold B. Lee ci insegnò un principio che ritengo tutte le coppie troveranno utile. Disse: “Non coricatevi mai la sera senza esservi inginocchiati insieme e, tenendovi per mano, aver detto le vostre preghiere. Tali preghiere invitano il Padre Celeste a darci consiglio mediante il potere dello Spirito”.

Il terzo tipo di consiglio di famiglia è quello ristretto. Qui entrambi i genitori trascorrono del tempo con un figlio singolarmente in un contesto formale o informale. Questa è un’opportunità per parlare del prendere anzitempo decisioni in merito a ciò che il figlio farà (o non farà) in futuro. Quando vengono prese tali decisioni, il figlio può scriverle per farvi riferimento in seguito, se necessario. Se vostro figlio o figlia vi vede come un sostenitore fidato, questa riunione di consiglio può portarvi a fissare obiettivi e mete per il futuro. Questo è anche il momento di ascoltare con attenzione le preoccupazioni e le prove che possono aver afflitto un figlio, quali l’insicurezza, i maltrattamenti, il bullismo o la paura.

Il quarto tipo di consiglio di famiglia è quello a tu per tu a cui partecipano solo un figlio e un genitore. Questo tipo di consiglio di famiglia solitamente avviene senza essere pianificato. Per esempio, il genitore e il figlio possono approfittare di un’opportunità informale come un viaggio in macchina o l’accudire alle faccende di casa. Le occasioni in cui un figlio esce o con il padre o con la madre possono rappresentare un momento speciale in cui rafforzare i legami spirituali ed emotivi. Segnatele in anticipo sul calendario cosicché i figli possano pianificare e aspettare con ansia queste uscite speciali da soli con mamma o papà.

Ora, fratelli e sorelle, c’è stato un tempo in cui le mura della nostra casa ci offrivano tutta la difesa di cui avevamo bisogno contro le intrusioni e le influenze esterne. Chiudevamo a chiave le porte, chiudevamo le finestre e i cancelli, e ci sentivamo al sicuro e protetti dal mondo esterno nel nostro piccolo rifugio.

Ormai quei giorni sono passati. Le mura, le porte, le staccionate e i cancelli fisici della nostra casa non possono impedire l’invasione invisibile delle reti internet, Wi-Fi e telefoniche. Possono fare breccia nella nostra casa soltanto con pochi click o premendo qualche tasto.

Fortunatamente, il Signore ci ha dato un modo per contrastare l’invasione della tecnologia negativa che può distrarci dal trascorrere l’uno con l’altro del tempo qualitativamente valido. Infatti, Egli ci ha fornito il sistema dei consigli per rafforzare, proteggere, salvaguardare e nutrire le nostre relazioni più preziose.

I figli hanno un disperato bisogno di genitori disposti ad ascoltarli e il consiglio di famiglia può fornire un’occasione in cui i membri della famiglia possono imparare a capirsi e ad amarsi l’un l’altro.

Alma insegnò: “Prendi consiglio dal Signore in tutte le tue azioni, ed egli ti dirigerà per il bene”3. Invitare il Signore a prendere parte al nostro consiglio di famiglia mediante la preghiera migliorerà i nostri rapporti reciproci. Con l’ausilio del Padre Celeste e del Salvatore e se preghiamo per ricevere aiuto, possiamo diventare più pazienti, più premurosi, più servizievoli, più comprensivi e più pronti a perdonare. Con il Loro aiuto, possiamo rendere le nostre case un po’ più simili a un angolo di cielo qui sulla terra.

Un consiglio di famiglia che segue il modello dei consigli tenuti in cielo ed è ricolmo di amore cristiano e guidato dallo Spirito del Signore ci aiuterà a proteggere la nostra famiglia dalle distrazioni che possono rubare tempo prezioso da trascorrere insieme e a salvaguardarci dai mali del mondo.

Accompagnato dalla preghiera, un consiglio di famiglia inviterà la presenza del Salvatore, secondo quanto da Lui promesso: “Poiché dovunque due o tre son raunati nel nome mio, quivi son io in mezzo a loro”4. Invitare lo Spirito del Signore a far parte del vostro consiglio di famiglia porta benedizioni indescrivibili.

In conclusione, vi prego di ricordare che un consiglio di famiglia tenuto regolarmente ci aiuterà a individuare i problemi familiari e a stroncarli sul nascere; farà sentire importante e prezioso ciascun membro della famiglia; e soprattutto ci aiuterà ad avere più successo e a essere più felici nelle nostre inestimabili relazioni familiari. Prego umilmente che il nostro Padre Celeste possa benedire tutte le nostre famiglie mentre ci consigliamo a vicenda. Nel nome del nostro Signore Gesù Cristo. Amen.

Mostra riferimentiNascondi riferimenti