Un tabernacolo nel deserto

Presidente Gordon B. Hinckley


Presidente Gordon B. Hinckley
È stato un luogo di assemblea unico e meraviglioso.

Questo pomeriggio, fratelli e sorelle, ci siamo riuniti di nuovo in questo storico Tabernacolo, in cui ci siamo incontrati per la conferenza così tante volte.

Oggi questo edificio è stato sottoposto ad un vasto rinnovamento ed è stato ristrutturato per adeguarlo alle più recenti norme antisismiche. Con questa impresa, speriamo e preghiamo che le sue caratteristiche storiche non siano state distrutte.

Alcune delle vecchie panche sono state salvate e continueranno ad essere usate. Ma avrete già scoperto che le nuove sono tanto dure quanto le vecchie!

Sono state aggiunte delle uscite per rispondere alle esigenze del giorno d’oggi. I grandi pilastri di pietra, che costituiscono i suoi muri esterni, sono stati molto rafforzati. Il tetto è stato rinforzato con ulteriori travi d’acciaio e con l’aggiunta di nuovo materiale.

Vi ricordo che i queste non sono le prime opere di restauro. Anche poco dopo la sua costruzione venne modificato. In origine non c’era la galleria e si è dovuto aggiungerla.

In tutti questi anni, esso è stato un luogo di assemblea unico e meraviglioso. Molti uomini e donne vi hanno parlato, testimoniando della restaurazione del vangelo di Gesù Cristo. Dal tempo di Brigham Young ad oggi, ogni profeta ha parlato da questo pulpito. Altri illustri uomini e donne vi hanno parlato, inclusi vari presidenti degli Stati Uniti. È stato una casa per le arti e la cultura di questa comunità. La Utah Sinphony lo ha usato per prima come luogo per esibirsi. Qui sono state presentate grandi produzioni artistiche, come il Messia e il Tanner Gift of Music. Qui si sono tenuti i funerali di prominenti uomini e donne. In tutti questi anni è stato veramente una parte centrale di questa comunità.

Questo è un edificio particolare, il solo del suo genere in tutto il mondo. È stato costruito quasi un secolo e mezzo fa, nei giorni della povertà del nostro popolo. È stato letteralmente un Tabernacolo costruito nel deserto. A quel tempo il tempio era lungi dall’essere finito. Coloro che costruirono il Tabernacolo lo fecero con fede e con le loro rudimentali capacità architettoniche. Gli scettici, di cui ce ne sono sempre molti, profetizzavano che quando si fossero rimosse le impalcature, il tetto sarebbe crollato. Questo non è accaduto ed esso è rimasto a posto con il bello ed il brutto tempo per tutti questi anni.

È conosciuto nel mondo come la sede del Coro del Tabernacolo Mormone, le cui trasmissioni radio settimanali sono state ascoltate più a lungo di qualsiasi altro programma, per oltre settantacinque anni, dal 1929.

Adesso, ogni domenica, il programma Music and the Spoken Word sarà nuovamente trasmesso al mondo da questo Tabernacolo al «crocevia dell’Ovest». Esso sarà ancora la sede del Coro del Tabernacolo e dell’Orchestra at Temple Square, e ospiterà anche molte altre produzioni ed eventi. Verrà usato per conferenze di palo e di regione, per sermoni pubblici, per concerti e altri intrattenimenti.

La rivista Millennial Star, pubblicata in Inghilterra, ha riportato che sabato 9 ottobre 1875, dopo essere stato utilizzato già da qualche anno, John Taylor offrì una lunga e dettagliata preghiera dedicatoria per questo sacro edificio.

Ed ora, fratelli e sorelle, a conclusione di questa riunione, io invito tutti voi ad unirvi a me nel chinare il capo e chiudere gli occhi mentre offriamo una preghiera per la ridedicazione.

Preghiera dedicatoria

O Dio, nostro Eterno Padre, con il capo chino veniamo a Te in riverenza in questa storica occasione. Ci siamo riuniti in questo grande Tabernacolo, oggi ristrutturato e rinnovato dopo più di un secolo d’uso.

Agendo con l’autorità del santo sacerdozio e nel nome di Gesù Cristo, dedichiamo, ridedichiamo e consacriamo questo Tabernacolo di Salt Lake a Te e al Tuo diletto Figliuolo, affinché nei molti anni ancora a venire possa servire come luogo in cui il Tuo popolo possa riunirsi per molti motivi.

Mentre meditiamo su questa occasione i nostri pensieri si volgono al profeta Joseph, che fu uno strumento nelle Tue mani per restaurare l’eterno vangelo del Signore Gesù Cristo con tutti i doni, l’autorità e le benedizioni che lo accompagnano.

Ti ringraziamo per la grande fede del nostro popolo che fu cacciato da Nauvoo e che, con grande sofferenza, compreso la morte di molti, attraversò l’Iowa per stabilire Winter Quarters e in seguito intraprese la lunga marcia che lo portò da lì a questa valle del Gran Lago Salato.

Ti ringraziamo per la guida ispirata del presidente Brigham Young che, non avendo mai prima visto questa valle, eccetto che in visione, ha guidato qui il nostro popolo. Egli sapeva molto poco della zona. Non conosceva il territorio o il clima, l’acqua o altri aspetti. In questo luogo deserto quei pionieri ararono e piantarono, irrigarono, coltivarono e raccolsero i frutti del loro lavoro. Progettarono una città, che oggi è diventata grande con molte centinaia di migliaia di abitanti.

A quel tempo la maggior parte dei santi degli Ultimi Giorni viveva qui in questa valle e in altre zone circostanti dove erano stati stabiliti gli insediamenti. Oggi, la Tua opera è cresciuta e si è diffusa su tutta la terra al punto che abbiamo più membri fuori da questa nazione che in essa.

Caro Padre, continua a far prosperare la Tua opera. Fai sì che cresca e si sviluppi. Benedici le persone nel contribuire con le loro decime e offerte per rendere possibile la sua crescita e diffusione. Possa essa avanzare e riempire le estremità della terra, come la pietra che fu staccata dalla montagna senz’opera di mano fu destinata a rotolare e riempire la terra. Voglia Tu suscitare dirigenti forti nelle generazioni a venire e possa il Tuo popolo rallegrarsi e trovare grande felicità nel servizio nella Tua opera.

Perciò, noi dedichiamo, ridedichiamo e consacriamo questa sacra struttura, e lo facciamo e chiediamo queste cose nel sacro nome di Gesù Cristo. Amen.