Il magnifico Sacerdozio di Aaronne

Presidente generale dei Giovani Uomini


David L. Beck
C’è una certa urgenza per voi di adempiere al vostro dovere verso Dio. Sono fiducioso nel fatto che ci riuscirete.

Sono onorato di parlare ai giovani uomini straordinari della Chiesa. Sono stato benedetto a incontrare molti di voi in tutto il mondo. Il vostro entusiasmo è contagioso.

Affrontate le vostre difficoltà con una forza e un coraggio incredibili. Vi esprimo il mio amore e la fiducia che ripongo in voi.

Voi ispirate le persone che vi circondano molto più di quanto immaginate. Ascoltate le parole di un giovane uomo che non è della nostra fede, mentre prova a descrivere il suo amico che detiene il Sacerdozio di Aaronne: «Noto davvero qualcosa di diverso in Luis… Questo ragazzo non è per niente come… le altre persone. È semplicemente qualcosa che si nota in lui… non so nemmeno cosa sia, ma lui è diverso da tutti gli altri. È qualcosa che si sente; non è qualcosa che… si può vedere con gli occhi. Si sente e basta».

Esiste qualcosa di molto importante che contraddistingue Luis e voi dagli altri ragazzi. Voi avete ricevuto il Sacerdozio di Aaronne. È un dono sacro e molti non ne comprendono completamente la grande importanza. Stasera vi aiuterò a vedere come potete scoprire da soli la magnificenza del Sacerdozio di Aaronne.

I. Dio ha fiducia in voi

Affidandovi il Suo sacro sacerdozio, Dio ha mostrato una grande fiducia in voi. Egli sa che si può fidare del fatto che voi userete il sacerdozio per servire gli altri, proprio come confidava nel fatto che altri giovani uomini avrebbero compiuto alcune delle Sue opere più importanti.

Per esempio, il mondo non avrebbe la potente testimonianza di Gesù Cristo del Libro di Mormon se non fosse stato per due ragazzi di cui Dio si fidò. Mormon, il profeta che mise insieme questi sacri scritti, aveva solo dieci anni quando fu incaricato di osservare il suo popolo e in seguito di scriverne la storia. All’età di quindici anni fu «visitato dal Signore e gust[ò] e conobb[e] la bontà di Gesù» (Mormon 1:15).

Il Libro di Mormon venne tradotto e pubblicato da Joseph Smith, il quale fu chiamato a questa grande opera all’età di quattordici anni, quando gli apparvero il Padre celeste e Gesù Cristo.

Il presidente Thomas S. Monson ha detto: «Vi aspettano grandi cose… Come il suono di una tromba, la parola del Signore arriva a voi e a me, e ai detentori del sacerdozio dappertutto: “Pertanto, che ora ognuno con ogni diligenza apprenda il suo dovere e impari ad agire nell’ufficio a cui è nominato”» («Chiamati a essere coraggiosi», Liahona, maggio 2004, 54, 57).

II. Il nuovo programma Dovere verso Dio

Per aiutarvi a rispondere a questa chiamata urgente, la Chiesa sta presentando un nuovo programma Dovere verso Dio, come ha annunciato prima il presidente Henry B. Eyring. Sono entusiasta per questo programma. Il materiale verrà spedito ai vescovi e ai presidenti di ramo all’inizio di giugno. Dovete cominciare a usarlo appena lo ricevete.

Come diaconi, insegnanti e sacerdoti svolgerete delle attività che vi aiuteranno a sviluppare forza spirituale e ad apprendere e adempiere i doveri del sacerdozio. Ogni attività segue questo semplice modello:

Prima apprendete un principio del Vangelo o un dovere del sacerdozio. Scoprite quello che il Padre celeste desidera che voi facciate e vi sforzate di ottenere una testimonianza dallo Spirito in merito a ciò che è importante.

Poi fate dei progetti per agire in base a quello che avete appreso. Siete incoraggiati a basare i vostri progetti sulle vostre necessità, circostanze e occasioni di servire gli altri. Questa è una bellissima opportunità per assumervi la responsabilità della vostra crescita e per sviluppare l’autosufficienza spirituale.

Successivamente condividete ciò che imparate e le vostre esperienze con gli altri. In questo modo rafforzerete la vostra testimonianza e quella di coloro che vi circondano. Accrescerete la vostra capacità di parlare del Vangelo con gli altri.

Sono grato a un giovane uomo che condivise con me questa esperienza. Lui e un altro detentore del Sacerdozio di Aaronne erano stati incaricati di amministrare il sacramento a un uomo che era costretto a stare in casa ed era molto malato. Arrivarono a casa sua senza sapere che recenti cure mediche gli impedivano di assumere qualsiasi tipo di cibo, persino un pezzo di pane del sacramento. Dopo aver benedetto il pane, il giovane offrì il sacramento all’uomo debole, prese un pezzo del pane benedetto, attese un istante e poi lo appoggiò sulle sue labbra. Il ragazzo, quando vide questo fratello fedele esprimere la sua riverenza per il sacramento, si sentì come se lo stesse vedendo baciare i piedi del Salvatore. Era chiaro che Lo amava.

Quel giorno il significato del sacramento si impresse nella mente di quel giovane uomo in modo indimenticabile. Anche voi avrete delle esperienze sacre, proprio come è successo a questo giovane uomo.

I vostri genitori, i dirigenti e i membri del quorum hanno un ruolo importante nel programma Dovere verso Dio. Le riunioni domenicali del quorum vi forniranno delle possibilità regolari di apprendere, agire e condividere. Il nuovo programma Dovere verso Dio vi guiderà nel viaggio per adempiere il vostro dovere verso Dio e per scoprire la magnificenza del Sacerdozio di Aaronne.

III. Adempiere il vostro dovere verso Dio

L’anno scorso, ho fatto un viaggio che ha cambiato per sempre il mio modo di vedere voi e il Sacerdozio di Aaronne. Sono impaziente che scopriate da soli ciò che ho scoperto io. Imparerete perché il Sacerdozio di Aaronne è talmente importante nella vostra vita e quanto sia vitale nella Chiesa. Apprezzerete il motivo per cui ci si riferisce ad esso come a uno dei “grandi capi” del sacerdozio (vedere DeA 107:6). Comprenderete meglio il significato delle chiavi del sacerdozio, del ministero degli angeli e del vangelo preparatorio (vedere DeA 13; 84:26).

Satana vi farà credere che siete troppo giovani o che ci sono solo pochi di voi che faranno delle cose importanti con il Sacerdozio di Aaronne. Niente di questo è vero.

Le parole di Dio a Mosè sono per voi oggi: «Ecco, tu sei mio figlio;… e ho un’opera per te» (Mosè 1:4, 6).

Egli vi ha dato il Suo potere per realizzare grandi cose. Se adempirete al vostro dovere verso Dio, rafforzerete e benedirete la vostra famiglia. Questo è il dovere più grande del sacerdozio. Ascoltate una madre che descrive l’impatto che ha suo figlio sulla famiglia: «In casa nostra Leo ha il sacerdozio ed è una benedizione immensa. È un buon esempio per i suoi fratelli e sorelle;… si assicura che preghino sempre. La domenica distribuisce il sacramento. Il suo fratellino lo vede. Ci aiuta… con la preghiera familiare. So che anche crescendo continuerà a essere una benedizione. Potrà battezzare suo fratello più piccolo; per noi è un conforto e un dono».

Nell’adempiere il vostro dovere verso Dio darete una mano ai vostri amici che non sono della nostra religione, li aiuterete a prepararsi a unirsi alla Chiesa. Come un vero fratello, li assisterete e li rafforzerete. Salverete altri giovani uomini che si sono persi.

Adempiendo il vostro dovere verso Dio, sarete un’influenza positiva in ogni momento e in ogni circostanza. Il vostro esempio retto e il servizio fedele nel sacerdozio saranno un mezzo potente per invitare tutti quelli che vi conoscono a venire a Cristo.

I nefiti nel momento più critico fecero affidamento su un giovane uomo, Mormon, per avere guida e ispirazione (vedere Mormon 2:1–2). Oggi, ci affidiamo a voi per essere una grande forza nella Chiesa e un’influenza positiva sulla terra. Questo è ciò che si aspetta il Signore.

IV. Diventare un uomo fedele del sacerdozio

Vi attesto che mentre diventate degli uomini fedeli del sacerdozio sentirete cambiare il vostro cuore. Cercherete di essere completamente puri e amministrerete il sacramento in modo degno. Tratterete ogni giovane donna con gentilezza e rispetto. Onorerete i vostri genitori; eviterete di offendere lo Spirito con quello che pensate, dite o fate. Conoscerete il Signore, che servite, e vi sforzerete sempre di essere come Lui.

Vi attesto che il vostro servizio fedele nel Sacerdozio di Aaronne cambierà la vita di coloro che aiutate. Vi sono persone che hanno bisogno del vostro servizio nel sacerdozio. La vostra famiglia ha bisogno di voi; il vostro quorum ha bisogno di voi; la Chiesa ha bisogno di voi; il mondo ha bisogno di voi.

C’è una certa urgenza per voi di adempiere il vostro dovere verso Dio. Sono fiducioso nel fatto che ci riuscirete.

In una mattina fredda di qualche settimana fa, mentre stavo facendo jogging lungo il fiume Tagus a Lisbona, in Portogallo, giunsi a un monumento dedicato agli esploratori portoghesi dei secoli passati; mi fermai mentre il sole sorgeva e faceva brillare la sua luce calda sul monumento imponente e su di me. Fui ispirato mentre guardavo i volti determinati degli esploratori che fissavano l’acqua. Questi erano uomini che erano disposti a fare cose che pochi avrebbero fatto. Lasciarono un mondo familiare e confortevole e si avventurarono coraggiosamente verso un oceano sconosciuto e scoprirono nuove terre. Essi cambiarono il mondo.

Vedo voi quando penso al monumento di quegli esploratori coraggiosi. Vi vedo in un viaggio personale che pochi nel mondo di oggi scelgono di intraprendere. Vi vedo adempiere il vostro dovere verso Dio.

Prego affinché tutti noi possiamo comprendere il magnifico Sacerdozio di Aaronne e avere fiducia, come Dio, in coloro che lo detengono. Nel nome di Gesù Cristo. Amen.