Ci riuniamo di nuovo insieme

Thomas S. Monson

President of the Church


Thomas S. Monson
Il servizio missionario è un dovere del sacerdozio, un impegno che il Signore si aspetta che noi, a cui è stato dato tanto, assolviamo.

Cari fratelli e sorelle, vi diamo il benvenuto alla conferenza generale, che viene ascoltata e vista tramite vari mezzi in tutto il mondo. Esprimiamo gratitudine a tutti coloro che hanno una parte nella complicata logistica di questo grande evento.

Dall’ultima volta che ci siamo riuniti, ad aprile, la Chiesa è cresciuta senza ostacoli. Ho avuto l’onore di dedicare quattro nuovi templi. Accompagnato dai miei consiglieri e altre Autorità generali, ho viaggiato a Gila Valley, in Arizona; a Vancouver, in Canada; a Cebu City nelle Filippine e a Kiev, in Ucraina. I templi in ognuno di questi posti sono magnificamente belli. Ognuno porta benedizioni nella vita dei nostri fedeli ed è un’influenza positiva per coloro che non sono della nostra fede.

La sera prima di ogni dedicazione di un tempio, abbiamo il piacere di assistere a un evento culturale, a cui partecipano giovani e non più tanto giovani. Questi eventi di solito vengono tenuti in grandi stadi, anche se a Kiev ci siamo riuniti in un bel palazzo. I balli, i canti, le esibizioni musicali e le rappresentazioni sono stati eccellenti. Esprimo il mio affetto e la mia stima per tutti coloro che vi hanno partecipato.

Ogni dedicazione è stata un banchetto spirituale. In tutte si percepiva lo Spirito del Signore.

Il mese prossimo ridedicheremo il Tempio di Laie, nelle Hawaii, uno dei nostri templi più vecchi, la cui ristrutturazione ha richiesto molti mesi. Attendiamo con ansia questa sacra occasione.

Continuiamo a costruire templi. Questa mattina ho il piacere di annunciare cinque nuovi templi per cui stiamo acquistando i terreni e che saranno costruiti nei prossimi mesi e anni nelle seguenti località: Lisbona, in Portogallo; Indianapolis, in Indiana; Urdaneta, nelle Filippine; Hartford, in Connecticut; e Tijuana, in Messico.

Le ordinanze celebrate nei nostri templi sono essenziali alla nostra salvezza e alla salvezza dei nostri cari defunti. Mi auguro che continueremo a frequentare fedelmente i templi, che vengono costruiti sempre più vicino ai nostri fedeli.

Ora, prima di ascoltare gli oratori di questa mattina, voglio menzionare un argomento che mi sta a cuore e che merita profonda attenzione. Parlo del lavoro missionario.

Prima di tutto, a voi giovani del Sacerdozio di Aaronne e a voi che state diventando anziani ripeto quello che da lungo tempo ci hanno insegnato i profeti: ogni giovane uomo degno e capace deve prepararsi per svolgere una missione. Il servizio missionario è un dovere del sacerdozio, un impegno che il Signore si aspetta che noi, a cui è stato dato tanto, assolviamo. Giovani uomini, vi esorto a prepararvi per il servizio missionario. Mantenetevi puri e degni di rappresentare il Signore. Mantenetevi in salute e forze. Studiate le Scritture. Dove è possibile, frequentate il Seminario e l’Istituto. Imparate a conoscere bene il manuale dei missionari, Predicare il mio Vangelo.

Una parola alle giovani sorelle: benché voi non abbiate lo stesso dovere del sacerdozio di svolgere una missione a tempo pieno come i giovani uomini, anche voi date un contributo prezioso come missionarie, e noi siamo lieti che serviate.

E ora a voi, fratelli e sorelle più maturi: abbiamo bisogno di molte più coppie senior. Ringraziamo le fedeli coppie che stanno servendo o hanno servito in passato per la fede e la devozione al vangelo di Gesù Cristo. Servite con desiderio ed entusiasmo, e fate del bene.

A coloro che ancora non sono nell’età di poter svolgere una missione come coppia, vi esorto a prepararvi ora per il giorno in cui potrete farlo insieme al vostro coniuge. Quando le circostanze lo permetteranno, quando sarete in pensione, e se la salute lo permetterà, rendetevi disponibili a lasciare la vostra casa e svolgere una missione a tempo pieno. Ci sono ben pochi altri momenti nella vita in cui potete sentire il dolce spirito e la soddisfazione che deriva dal servire insieme a tempo pieno nell’opera del Maestro.

Ora, fratelli e sorelle, sintonizzatevi con lo Spirito del Signore mentre ascoltate i Suoi servitori durante questi due giorni. Prego che ognuno di noi possa ricevere questa benedizione; nel nome di Gesù Cristo. Amen.