Al termine della Conferenza

Presidente Thomas S. Monson


Presidente Thomas S. Monson
Prego che mediterete le verità che avete udito e che vi siano d’aiuto nel diventare ancora migliori di quando questa conferenza ha avuto inizio.

Il mio cuore gioisce al termine di questa conferenza gloriosa. Siamo stati benedetti abbondantemente nell’ascoltare i consigli e le testimonianze di coloro che ci hanno parlato. Credo che converrete con me che abbiamo sentito lo Spirito del Signore mentre il nostro cuore veniva toccato e la nostra testimonianza veniva rafforzata.

Ancora una volta abbiamo goduto di ottima musica, che ha reso ogni sessione della conferenza ancora più bella e ricca. Esprimo gratitudine per tutti coloro che hanno condiviso con noi i loro talenti.

Un sentito ringraziamento va a tutti coloro che hanno parlato e a coloro che hanno offerto le preghiere in tutte le sessioni.

Ci sono tantissime persone che lavorano dietro le quinte e fanno cose poco visibili in ogni conferenza. Non sarebbe possibile tenere queste sessioni senza il loro supporto. Ringrazio anche ciascuno di loro.

So che vi unite a me nell’esprimere gratitudine ai fratelli e alle sorelle che sono stati rilasciati nel corso di questa conferenza. Ci mancheranno. Il loro contributo all’opera del Signore è stato enorme e continuerà ad avere effetto sulle generazioni che verranno.

Durante la conferenza abbiamo anche sostenuto, con l’alzata della mano, fratelli e sorelle che sono stati chiamati a nuovi incarichi. Diamo loro il benvenuto e vogliamo che sappiano che siamo entusiasti di poter lavorare con loro nella causa del Maestro. Sono stati chiamati per ispirazione dall’alto.

Questa conferenza è stata trasmessa in modi innumerevoli, in ogni continente, attraversando oceani e raggiungendo le persone in ogni dove. Benché siamo fisicamente lontani da molti di voi, sentiamo il vostro spirito e la vostra dedizione, e vi inviamo il nostro affetto e apprezzamento, ovunque vi troviate.

Siamo davvero benedetti, fratelli e sorelle, di avere nella nostra vita e nel cuore il vangelo restaurato di Gesù Cristo. Esso fornisce risposte alle grandi domande della vita. Dona significato, scopo e speranza alla nostra vita.

Viviamo in tempi difficili. Vi assicuro che il Padre Celeste è cosciente delle difficoltà che affrontiamo. Egli ama ciascuno di noi e desidera benedirci e aiutarci. Mi auguro che ci rivolgiamo a Lui in preghiera, come Egli stesso ammonì quando disse: “Prega sempre, e io riverserò il mio Spirito su di te, e grande sarà la tua benedizione — sì, più grande che se tu ottenessi i tesori della terra”.1

Fratelli e sorelle, mi auguro che le vostre case siano piene di amore e gentilezza, e dello Spirito del Signore. Amate la vostra famiglia. Se ci sono disaccordi o contese tra voi, vi invito a risolverli subito. Il Salvatore disse:

“E non vi saranno dispute fra voi…

Poiché in verità, in verità io vi dico che colui che ha lo spirito di contesa non è mio, ma è del diavolo, che è il padre delle contese, e incita i cuori degli uomini a contendere con ira l’uno con l’altro.

[Ma] ecco, questa non è la mia dottrina… ma la mia dottrina è questa, che tali cose siano eliminate”.2

Come vostro umile servo, faccio eco alle parole che il re Beniamino rivolse al suo popolo, quando disse:

“Io non vi ho comandato di… pens[are] che io da me stesso sia più che un uomo mortale.

Ma io sono come voi, soggetto a ogni sorta di infermità nel corpo e nella mente; tuttavia sono stato scelto… dalla mano del Signore; e sono stato custodito e preservato dal suo potere incomparabile per servirvi con tutto il potere, la mente e la forza che il Signore mi ha accordato”.3

Miei amati fratelli e sorelle, desidero con tutto il mio cuore fare la volontà di Dio e servire Lui e voi.

Ora che lasciamo questa conferenza, invoco le benedizioni del cielo su ciascuno di voi. Prego che possiate tornare a casa sani e salvi. Prego che mediterete le verità che avete udito e che vi siano d’aiuto nel diventare ancora migliori di quando questa conferenza ha avuto inizio due giorni fa.

Fino al giorno in cui ci rivedremo, tra sei mesi, invoco le benedizioni del Signore su ciascuno di voi, su ciascuno di noi, e lo faccio nel Suo santo nome, nel nome di Gesù Cristo, il nostro Signore e Salvatore. Amen.