Neil L. Andersen
Non lasciate che i turbini vi trascinino nell’abisso. Questi sono i vostri giorni — rimanete inamovibili come discepoli del Signore Gesù Cristo.

Questa mattina vi do il benvenuto, soprattutto ai giovani che sono qui nel Centro delle conferenze e a quelli nel resto del mondo. La vostra è una generazione eletta con un destino particolare; e parlo soprattutto a voi.

Molti anni fa, mentre eravamo in Florida dalla nostra famiglia, un tornado passò non molto lontano da noi. Una donna, che viveva in una casa mobile, si rifugiò nel bagno per sicurezza. La casa cominciò a tremare. Dopo qualche minuto, sentì la voce del vicino: “Sono qui in sala”. Uscendo dal bagno, con sua grande sorpresa, scoprì che il tornado aveva sollevato la sua casa e l’aveva fatta volare, facendola atterrare proprio sopra la casa mobile del vicino.

Miei giovani amici, il mondo non aspetterà con calma la seconda venuta del Salvatore. Le Scritture dichiarano che “tutte le cose saranno in tumulto”1. Brigham Young disse: “All’inizio di questa Chiesa mi fu rivelato che la Chiesa si sarebbe sparsa, avrebbe prosperato, sarebbe cresciuta e si sarebbe estesa; e proporzionalmente alla crescita del Vangelo fra le nazioni della terra, sarebbe cresciuto anche il potere di Satana”2.

Più preoccupanti delle guerre e dei terremoti profetizzati3 sono i turbini spirituali che possono sradicarvi dalle vostre fondamenta spirituali e far atterrare i vostri spiriti in posti che non avreste mai immaginato, a volte senza nemmeno accorgervi di esservi mossi.

I turbini peggiori sono le tentazioni dell’avversario. Il peccato ha sempre fatto parte del mondo, ma non è mai stato così accessibile, insaziabile e accettato. Naturalmente, c’è una forza potente che placherà i turbini del peccato: si chiama pentimento.

Non tutti i turbini della vita sono causati da voi. Alcuni ci colpiscono a causa delle scelte sbagliate di altre persone e alcuni solo perché questa è la vita terrena.

Da ragazzo, il presidente Boyd K. Packer soffrì di poliomielite, una malattia invalidante. Quando l’anziano Dallin H. Oaks aveva sette anni, il padre morì all’improvviso. Quando la sorella Carol F. McConkie, della presidenza generale delle Giovani Donne, era adolescente, i suoi genitori divorziarono. Avrete delle difficoltà, ma se avete fiducia in Dio, esse rafforzeranno la vostra fede in Cristo.

In natura, gli alberi che crescono in una zona ventosa diventano più forti. Quando il vento sferza un giovane albero, le forze al suo interno agiscono in due modi. Primo, stimolano le radici a crescere più in fretta e ad allargarsi. Secondo, iniziano a creare delle strutture cellulari che in realtà rendono il tronco e i rami più spessi e più flessibili alla pressione del vento. Le radici e i rami più forti proteggono l’albero dai venti, che per certo torneranno.4

Per Dio voi siete infinitamente più preziosi di un albero. Voi siete i Suoi figli e le Sue figlie. Egli ha fatto il vostro spirito forte e in grado di adattarsi ai turbini della vita. Nella vostra giovinezza i turbini, come il vento contro un giovane albero, possono far crescere la vostra forza spirituale, preparandovi per gli anni a venire.

Come vi preparate per i turbini? “Ricordate che è sulla roccia del nostro Redentore, che è Cristo, il Figlio di Dio, che dovete costruire le vostre fondamenta; affinché, quando il diavolo manderà i suoi venti potenti, si, e i suoi strali nel turbine, si, quando tutta la sua grandine e la sua potente tempesta si abbatteranno su di voi, non abbia […] alcun potere di trascinarvi nell’abisso […] a motivo della roccia sulla quale siete edificati”.5 Questa è la vostra salvezza tra i turbini.

Il presidente Thomas S. Monson ha detto: “Se una volta le norme morali della Chiesa e quelle della società erano per lo più compatibili, oggi il divario che le separa è enorme e lo diventa sempre di più”6. Ad alcune persone, questo divario causa forti turbini spirituali. Lasciate che vi faccia un esempio.

Il mese scorso la Prima Presidenza e il Quorum dei Dodici hanno pubblicato una lettera per i dirigenti della Chiesa in tutto il mondo. In parte dice: “I cambiamenti nella legge civile non cambiano né possono di fatto cambiare la legge morale che Dio ha stabilito. Dio ci richiede di sostenere e di osservare i Suoi comandamenti, a prescindere dalle opinioni divergenti o dalle tendenze nella società. La legge della castità è chiara: i rapporti sessuali sono appropriati solo tra un uomo e una donna legalmente e legittimamente sposati come marito e moglie. Vi invitiamo a ripassare […] le dottrine contenute in ‘La famiglia: un proclama al mondo’”7.

Mentre il mondo si allontana dalla legge di castità del Signore, noi non lo facciamo. Il presidente Monson ha detto: “Il Salvatore dell’umanità disse di sé di essere nel mondo ma non del mondo. Anche noi possiamo essere nel mondo ma non del mondo se respingiamo i falsi concetti e i falsi insegnamenti, rimanendo fedeli a ciò che Dio ha comandato”8.

Benché molti governi e persone ben intenzionate abbiano ridefinito il matrimonio, il Signore non l’ha fatto. Proprio al principio, Dio ha dato vita al matrimonio tra un uomo e una donna — Adamo ed Eva. Egli ha decretato che lo scopo del matrimonio va ben oltre la soddisfazione e l’appagamento personale degli adulti, ma che, prima di tutto, ha lo scopo di creare un ambiente ideale dove i figli possano nascere, crescere ed essere educati. Le famiglie sono il tesoro del cielo.9

Perché continuiamo a parlarne? Come disse Paolo: “Abbiamo lo sguardo intento non alle cose che si vedono, ma a quelle che non si vedono”10. Come apostoli del Signore Gesù Cristo abbiamo la responsabilità di insegnare il piano del nostro Creatore per i Suoi figli e di avvertire delle conseguenze del rigettare i Suoi comandamenti.

Di recente ho parlato con una Lauretta degli Stati Uniti. Cito la sua e-mail:

“L’anno scorso alcuni miei amici su Facebook hanno iniziato a scrivere la loro opinione sul matrimonio. Molti erano favorevoli al matrimonio tra persone dello stesso sesso e alcuni giovani membri della Chiesa hanno cliccato ‘Mi piace’ su questi post. Io non ho fatto commenti.

Ho deciso di dichiarare il mio credo sul matrimonio tradizionale in modo diverso.

Alla mia immagine del profilo ho aggiunto la frase: ‘Credo nel matrimonio tra un uomo e una donna’. Quasi immediatamente ho iniziato a ricevere dei messaggi: ‘Sei egoista’, ‘Stai giudicando’. In uno sono stata paragonata a una schiavista. E ho ricevuto il seguente post da una cara amica, un membro forte della Chiesa: ‘Devi metterti al passo coi tempi. Le cose cambiano e dovresti cambiare anche tu’.

Io non ho risposto, ma non ho cancellato la mia dichiarazione”.

Conclude scrivendo: “A volte, come ha detto il presidente Monson: ‘Dobbiamo stare da soli’. Spero che insieme noi giovani rimarremo fedeli a Dio e agli insegnamenti dei Suoi profeti viventi”11.

Dovrebbe starci particolarmente a cuore la situazione di coloro che combattono con l’attrazione verso persone dello stesso sesso. Si tratta di un turbine di velocità enorme. Voglio esprimere il mio amore e la mia ammirazione per coloro che affrontano con coraggio questa prova della loro fede e che restano fedeli ai comandamenti di Dio.12 Tutti, a prescindere dalle loro decisioni e dalle loro credenze, hanno diritto alla nostra gentilezza e alla nostra considerazione.13

Il Salvatore ci ha insegnato ad amare non solo i nostri amici ma anche coloro che non sono d’accordo con noi. Egli disse: “Se infatti amate quelli che vi amano, che premio ne avete? […] E se fate accoglienze soltanto ai vostri fratelli, che fate di singolare?”14

Il profeta Joseph Smith ci ha avvertito di “[guardarci] dall’ipocrisia” e di ingrandire il nostro cuore per tutti gli uomini e per tutte le donne, fino a provare “il desiderio di [prenderli] sulle nostre spalle”15. Nel vangelo di Gesù Cristo non c’è spazio per le prese in giro, il bullismo o il bigottismo.

Se avete domande su un consiglio dei dirigenti della Chiesa, parlate onestamente delle vostre preoccupazioni con i vostri genitori e con i dirigenti. Avete bisogno della forza che deriva dall’aver fiducia nei profeti del Signore. Il presidente Harold B. Lee disse: “L’unica via di salvezza che abbiamo come membri della Chiesa è […] imparare a dare ascolto alle parole e ai comandamenti che il Signore impartisce mediante i Suoi profeti. […] Vi saranno cose che richiedono pazienza e fede. Quello che vi diranno le autorità della Chiesa potrà non piacervi; forse sarà contrario alle vostre opinioni politiche; forse interferirà con il vostro modo di vivere. Ma se ascolterete quelle cose come se venissero dalla bocca del Signore […] ‘le porte dell’inferno non prevarranno contro di voi […] e il Signore Iddio disperderà i poteri delle tenebre dinanzi a voi […]’ (DeA 21:6)”16.

Un’altra potente protezione dai turbini della vita è il Libro di Mormon.

Quando il presidente Henry B. Eyring era adolescente, la sua famiglia si trasferì in una nuova città. All’iniziò trovò il trasferimento spiacevole e si fece pochi amici. Provava il sentimento di non riuscire a legare con gli studenti della scuola superiore. I turbini infuriavano. Che cosa fece? Concentrò le sue energie nello studio del Libro di Mormon, leggendolo molte volte.17 Anni dopo, il presidente Eyring disse: “Mi piace tornare al Libro di Mormon e abbeverarmici a sazietà e spesso”18. “È la più possente testimonianza scritta in nostro possesso che Gesù è il Cristo”.19

Il Signore vi ha dato un altro modo per restare saldi, un dono spirituale più potente dei turbini dell’avversario! Egli disse: “State in luoghi santi e non fatevi rimuovere”20.

Quando ero adolescente, la Chiesa aveva solo tredici templi, ora ce ne sono centoquarantadue. L’85 percento dei membri della Chiesa vive entro circa trecento chilometri da un tempio. Il Signore ha dato alla vostra generazione un maggior accesso ai Suoi sacri templi che a qualsiasi altra generazione della storia del mondo.

Siete mai stati al tempio, vestiti di bianco, in attesa di fare i battesimi? Come vi siete sentiti? Nel tempio si prova un sentimento tangibile di sacralità. La pace del Salvatore acquieta i furiosi turbini del mondo.

Ciò che provate nel tempio è un modello di ciò che volete provare nella vita.21

Trovate i vostri nonni i vostri cugini lontani che hanno vissuto prima di voi. Portate i loro nomi con voi al tempio.22 Nel conoscere i vostri antenati scoprirete modelli di vita, di matrimonio, di figli, di rettitudine e, a volte, modelli che vorrete evitare di seguire.23

Poi, nel tempio imparerete di più sulla creazione del mondo, sul modello di vita dato da Adamo ed Eva e, soprattutto, sul nostro Salvatore Gesù Cristo.

Miei giovani fratelli e sorelle, vi vogliamo molto bene, vi ammiriamo e preghiamo per voi. Non lasciate che i turbini vi trascinino nell’abisso. Questi sono i vostri giorni — rimanete inamovibili come discepoli del Signore Gesù Cristo.24

Edificate le vostre fondamenta più saldamente sulla roccia del vostro Redentore.

Fate più pienamente tesoro della Sua vita incomparabile e dei Suoi insegnamenti.

Seguite con maggior diligenza il Suo esempio e i Suoi comandamenti.

Abbracciate più profondamente il Suo amore, la Sua misericordia e la Sua grazia, e i potenti doni della Sua Espiazione.

Se lo farete, vi prometto che vedrete i turbini della vita per quello che sono: prove, tentazioni, distrazioni o difficoltà che vi aiutano a crescere. E se vivrete rettamente anno dopo anno, vi assicuro che le vostre esperienze vi confermeranno ripetutamente che Gesù è il Cristo. La roccia spirituale sotto i vostri piedi sarà più solida e sicura. Gioirete del fatto che Dio vi abbia posto qui per far parte della preparazione finale per il ritorno glorioso di Cristo.

Il Salvatore ha detto: “Non vi lascerò orfani; tornerò a voi”25. Questa è la Sua promessa a voi e io so che questa promessa è reale. So che Egli vive. Nel nome di Gesù Cristo. Amen.

Show References

  1.  

    1.  Dottrina e Alleanze 88:91.

  2.  

    2.  Discourses of Brigham Young, a cura di John A. Widtsoe (1954), 72.

  3.  

    3. Vedere Dallin H. Oaks, “La preparazione per la Seconda Venuta”, Liahona, maggio 2004, 7–10.

  4.  

    4. Vedere A. Stokes, A. H. Fitter e M. P. Courts, “Responses of Young Trees to Wind and Shading: Effects on Root Architecture”, Journal of Experimental Botany, 46, 1995:1139–46.

  5.  

    5.  Helaman 5:12.

  6.  

    6. Thomas S. Monson, “Il potere del sacerdozio”, Liahona, maggio 2011, 66.

  7.  

    7. Lettera della Prima Presidenza, 6 marzo 2014; vedere anche David A. Bednar, “Noi crediamo nell’essere casti”, Liahona, maggio 2013, 41–44; Dallin H. Oaks, “Non avere altri dii”, Liahona, novembre 2013, 72–75; Per la forza della gioventù (opuscolo, 2011), 35–37.

  8.  

    8. Thomas S. Monson, Liahona, maggio 2011, 67.

  9.  

    9. L’anziano Russell M. Nelson ha detto: “Il matrimonio è l’origine dell’ordine sociale. […] Questa unione non comprende solamente il marito e la moglie; essa include un’associazione con Dio” (“Nutrire il matrimonio”, Liahona, maggio 2006, 36–37); vedere anche Matteo 19:5–6.

  10.  

    10.  2 Corinzi 4:18.

  11.  

    11. Corrispondenza personale e conversazione, 17 marzo 2014; vedere anche Thomas S. Monson, “Osate stare soli”, Liahona, novembre 2011, 60–67.

  12.  

    12. Vedere Jeffrey R. Holland, “Come aiutare coloro che hanno problemi con l’attrazione verso persone dello stesso sesso”, Liahona, ottobre 2007, 40–43.

  13.  

    13. Anche quando l’anticristo Korihor cercava di distruggere la fede del popolo, le leggi di Dio lo proteggevano contro la punizione: “Non c’era nessuna legge contro il credo di un uomo; era infatti strettamente contrario agli ordini di Dio che vi fosse una legge che portasse gli uomini a una condizione di ineguaglianza. […] Se un uomo desiderava servire Dio, ciò era suo privilegio […]; ma se non credeva in lui, non vi era nessuna legge per punirlo” (Alma 30:7, 9). L’undicesimo articolo di fede recita: “Noi rivendichiamo il privilegio di adorare Dio Onnipotente secondo i dettami della nostra coscienza e riconosciamo a tutti gli uomini lo stesso privilegio: che adorino come, dove o ciò che vogliono”.

  14.  

    14.  Matteo 5:46–47.

  15.  

    15.  Insegnamenti dei presidenti della Chiesa – Joseph Smith (2007), 438, 440.

  16.  

    16.  Insegnamenti dei presidenti della Chiesa – Harold B. Lee (2000), 84–85; vedere anche Robert D. Hales, “Conferenza generale: per rafforzare la fede e la testimonianza”, Liahona, novembre 2013, 6–8.

  17.  

    17. Vedere Robert I. Eaton e Henry J. Eyring, I Will Lead You Along: The Life of Henry B. Eyring (2013), 40.

  18.  

    18. Henry B. Eyring, Choose Higher Ground (2013), 38.

  19.  

    19. Henry B. Eyring, To Draw Closer to God (1997), 118.

  20.  

    20.  Dottrina e Alleanze 87:8; vedere anche Dottrina e Alleanze 45:32.

  21.  

    21. Vedere Dottrina e Alleanze 52:14.

  22.  

    22. Vedere Neil L. Andersen, “Find Our Cousins!” (discorso tenuto alla Conferenza di Storia familiare RootsTech del 2014); lds.org/prophets-and-apostles/unto-all-the-world/find-our-cousins.

  23.  

    23. Vedere David A. Bednar, “Il cuore dei figli si volgerà”, Liahona, novembre 2011, 24–27.

  24.  

    24. Vedere Helaman 7:9.

  25.  

    25.  Giovanni 14:18.