Manuale 2:
l’amministrazione della Chiesa

 

3.2 Principi di dirigenza nel Vangelo

 3.2.1

Preparazione spirituale

Il Salvatore comandò a Pietro: «Quando sarai convertito, conferma i tuoi fratelli» (Luca 22:32). Quando i dirigenti sono convertiti e crescono spiritualmente, possono aiutare gli altri a convertirsi e a crescere spiritualmente.

I dirigenti si preparano spiritualmente quando osservano i comandamenti, studiano le Scritture e gli insegnamenti dei profeti degli ultimi giorni, pregano, digiunano e sono umili davanti al Signore. Con questa preparazione, sono in grado di ricevere l’ispirazione per essere guidati nella propria vita, nelle responsabilità familiari e nelle chiamate.

 3.2.2

Partecipazione ai consigli

Nei consigli i dirigenti si incontrano, sotto la direzione delle autorità presiedenti e con la guida dello Spirito, per discutere il modo di aiutare individui e famiglie e per servire efficacemente i membri delle loro organizzazioni. Alcuni esempi di consigli nella Chiesa sono il consiglio di rione, il consiglio di palo, il vescovato e le presidenze dei quorum e delle organizzazioni ausiliarie. Per informazioni sulla partecipazione ai consigli, vedere il capitolo 4.

 3.2.3

Servizio reso agli altri

Come il Salvatore, i dirigenti cercano di servire gli individui e le famiglie sia spiritualmente che materialmente. Si preoccupano della persona, non solo delle organizzazioni. Si prendono cura dei nuovi membri, dei membri meno attivi e di coloro che si sentono soli o hanno bisogno di conforto.

Lo scopo di servire gli altri è di aiutarli a diventare veri seguaci di Gesù Cristo. Servire gli altri significa anche:

  • Ricordare il loro nome e conoscerli meglio (vedere Moroni 6:4).

  • Amarli senza giudicarli (vedere Giovanni 13:34–35).

  • Vegliare su di loro e rafforzare la loro fede «ad uno ad uno», come faceva il Salvatore (3 Nefi 11:15; 17:21).

  • Creare un’amicizia sincera con loro e visitarli in casa e altrove (vedere DeA 20:47).

 3.2.4

Insegnare il vangelo di Gesù Cristo

Tutti i dirigenti sono degli insegnanti. Un insegnamento efficace ispira le persone a rafforzare il loro rapporto con Dio e a vivere secondo i principi del Vangelo.

Gli insegnamenti più profondi dei dirigenti scaturiscono dal loro esempio. I dirigenti insegnano anche quando condividono la loro testimonianza e moderano conversazioni basate sulla dottrina durante le riunioni dei dirigenti, le lezioni e le attività. Insegnano usando le Scritture e le parole dei profeti degli ultimi giorni. Sanno che «la predicazione della parola… [ha] un effetto più potente che la spada, o qualsiasi altra cosa» (Alma 31:5).

Oltre che insegnare il Vangelo direttamente, i dirigenti del sacerdozio e delle organizzazioni ausiliarie sono responsabili della qualità dell’apprendimento e dell’insegnamento nelle loro organizzazioni. Si assicurano che l’insegnamento nelle loro classi sia efficace, edifichi e sia dottrinalmente corretto.

Per ulteriori istruzioni sull’insegnamento del Vangelo e sugli sforzi di supervisione volti a migliorare l’apprendimento e l’insegnamento, vedere 5.5.

 3.2.5

Amministrazione delle organizzazioni del sacerdozio o ausiliarie

I dirigenti sono più efficaci nei loro sforzi di rafforzare gli altri quando seguono le direttive stabilite dalla Chiesa. Le linee guida in merito all’amministrazione delle organizzazioni del sacerdozio e ausiliarie si trovano nei capitoli 7–12.