Manuale 2:
l’amministrazione della Chiesa

 

3.4 Scopi dell’essere dirigenti

La Prima Presidenza e il Quorum dei Dodici Apostoli hanno stabilito i seguenti scopi che i dirigenti devono tenere in mente nel fare onore alle proprie chiamate:

I dirigenti incoraggiano ogni membro a ricevere tutte le ordinanze essenziali del sacerdozio, a osservare le relative alleanze e a qualificarsi per l’Esaltazione e la Vita Eterna. I dirigenti della Chiesa dirigono gli sforzi dei quorum del sacerdozio, delle organizzazioni ausiliarie, e dei consigli di palo e di rione per aiutare le persone a conseguire i risultati seguenti:

Famiglie: Insegnare la preminenza della casa e della famiglia come unità organizzativa di base della Chiesa. Enfatizzare il ruolo del sacerdozio superiore nell’aiutare gli individui e le famiglie a qualificarsi per l’Esaltazione (vedere DeA 84:19–22). Incoraggiare ogni componente della famiglia, sia i genitori che i figli, a studiare le Scritture, a pregare con regolarità e a vivere il vangelo di Gesù Cristo.

Adulti: Incoraggiare ogni adulto a essere degno di ricevere le ordinanze del tempio. Insegnare a tutti gli adulti a individuare gli antenati e a celebrare per loro le ordinanze del tempio.

Giovani: Aiutare ogni Giovane Uomo a prepararsi per ricevere il Sacerdozio di Melchisedec e le ordinanze del tempio, e a essere degno di servire una missione a tempo pieno. Aiutare ogni Giovane Donna a prepararsi per essere degna di fare e osservare alleanze sacre e di ricevere le ordinanze del tempio. Rafforzare i giovani facendoli partecipare ad attività significative.

Tutti i membri: Aiutare i dirigenti del sacerdozio e delle organizzazioni ausiliarie, i consigli di rione, i missionari di rione e a tempo pieno, e i membri della Chiesa a lavorare insieme in uno sforzo equilibrato per aiutare gli individui, rafforzare le famiglie e le unità della Chiesa, accrescere l’attività nel sacerdozio e radunare Israele tramite la conversione, il ritenimento e la riattivazione. Insegnare ai membri a provvedere a se stessi e alla propria famiglia, e ad assistere i poveri e i bisognosi nella maniera del Signore.