Manuale 2:
l’amministrazione della Chiesa

 

9.7 Rafforzamento delle sorelle giovani della Società di Soccorso

 9.7.1

Lavorare con la presidenza delle Giovani Donne

Per una ragazza il passaggio dalla giovinezza all’essere una donna adulta è un periodo molto importante. La presidenza della Società di Soccorso lavora con la presidenza delle Giovani Donne per stabilire modi in cui sostenere i genitori nei loro sforzi di aiutare le giovani donne a passare alla Società di Soccorso con successo.

I suggerimenti che seguono possono aiutare in questo processo:

La presidentessa della Società di Soccorso può far visita alle classi delle Giovani Donne e presentare un’anteprima della Società di Soccorso.

Di tanto in tanto, le giovani donne e le sorelle della Società di Soccorso possono programmare riunioni o attività insieme.

Dietro autorizzazione del presidente del palo e se lo spazio lo permette, una domenica al mese le Giovani Donne e la Società di Soccorso possono stare insieme per gli esercizi di apertura. Per assicurarsi che le giovani donne e le sorelle della Società di Soccorso abbiano abbastanza tempo per apprendere e insegnare il Vangelo, la presidenza della Società di Soccorso e quella delle Giovani Donne programmano esercizi di apertura ben organizzati e brevi. La responsabilità di dirigere questi esercizi viene condivisa tra la presidenza della Società di Soccorso e la presidenza della classe delle Laurette.

Alle sorelle giovani della Società di Soccorso può essere chiesto di assistere delle giovani donne specifiche che hanno bisogno di aiuto per completare il Progresso personale e restare attive nella Chiesa.

 9.7.2

Responsabilità nei confronti delle sorelle giovani adulte non sposate

La presidenza della Società di Soccorso ha la responsabilità di prendersi cura delle sorelle giovani adulte non sposate. Le dirigenti della Società di Soccorso insegnano alle sorelle giovani adulte non sposate gli scopi della Società di Soccorso e danno loro opportunità di partecipare all’opera della Società di Soccorso. Incaricano le sorelle giovani adulte non sposate di servire come insegnanti visitatrici. Le dirigenti della Società di Soccorso possono anche dare alle sorelle giovani adulte non sposate altre opportunità significative di servire e possono raccomandarle perché ricevano chiamate a servire nella Società di Soccorso.

La presidenza della Società di Soccorso assegna delle insegnanti visitatrici alle sorelle giovani adulte non sposate. Se una sorella giovane adulta non sposata vive con i genitori, la presidenza della Società di Soccorso decide se deve avere insegnanti visitatrici diverse o se le insegnanti visitatrici della madre devono visitare anche lei.

 9.7.3

Classe della Società di Soccorso a parte per le sorelle giovani adulte non sposate

Se in un rione risiede un numero sufficiente di sorelle giovani adulte non sposate, il vescovo può autorizzare l’organizzazione di una classe della Società di Soccorso a parte per le lezioni domenicali e qualche attività. Se una sorella nel rione serve come dirigente dei giovani adulti non sposati (vedere 16.3.3), può servire come dirigente della classe. Le lezioni vengono tenute dai membri della classe, che si concentrano sulle necessità delle sorelle giovani. Usano le Scritture, gli insegnamenti dei profeti degli ultimi giorni e il manuale della Società di Soccorso approvato.