Manuale 2:
l’amministrazione della Chiesa

 

12.3 Riunioni dei dirigenti

 12.3.1

Riunione del consiglio di rione

Il presidente della Scuola Domenicale serve come membro del consiglio del rione (vedere il capitolo 4).

 12.3.2

Riunione della presidenza della Scuola Domenicale di rione

La presidenza della Scuola Domenicale tiene con regolarità una riunione di presidenza. Il presidente presiede a questa riunione e la dirige. Il segretario partecipa, prende appunti e tiene nota degli incarichi dati.

L’ordine del giorno può comprendere i seguenti argomenti:

  1. 1.

    Leggere e discutere insieme i passi delle Scritture e le istruzioni dei dirigenti della Chiesa che riguardano le loro responsabilità.

  2. 2.

    Discutere dell’efficacia delle classi della Scuola Domenicale e programmare modi per aiutare gli insegnanti e i membri della classe a migliorare.

  3. 3.

    Programmare modi per dar seguito alle richieste di miglioramento dell’apprendimento e dell’insegnamento in altre organizzazioni del sacerdozio e ausiliarie.

  4. 4.

    Esaminare i registri delle frequenze. Programmare modi per incoraggiare una maggiore partecipazione alla Scuola Domenicale.

 12.3.3

Riunione con un consigliere del vescovato

La presidenza della Scuola Domenicale si incontra regolarmente con il consigliere del vescovato che sovrintende all’organizzazione della Scuola Domenicale. In queste riunioni si consigliano insieme sull’apprendimento e l’insegnamento nella Scuola Domenicale e nel rione. I membri della presidenza della Scuola Domenicale consegnano rapporti, fanno raccomandazioni ed esaminano i programmi per le riunioni.

 12.3.4

Riunione dei dirigenti della Scuola Domenicale di palo

Di norma la riunione dei dirigenti della Scuola Domenicale del palo si tiene una volta all’anno, come indicato in 18.3.11. Le presidenze e i segretari della Scuola Domenicale dei rioni partecipano a queste riunioni. Gli insegnanti della Scuola Domenicale e i consiglieri dei vescovati che sovrintendono alla Scuola Domenicale possono essere invitati a partecipare secondo necessità.