Manuale 2:
l’amministrazione della Chiesa

L’opera di salvezza nel rione e nel palo

I membri della Chiesa di Gesù Cristo sono mandati a «lavorare nella sua vigna per la salvezza delle anime degli uomini» (DeA 138:56). Quest’opera comprende il lavoro membro missionario, il ritenimento dei convertiti, la riattivazione dei membri meno attivi, il lavoro di tempio e genealogico, e l’insegnamento del Vangelo. Il vescovato dirige questo lavoro nel rione, assistito da altri membri del consiglio del rione.

Sebbene la responsabilità finale in questo ambito sia del vescovo, il dirigente del lavoro missionario coordina il lavoro membro missionario, il capo gruppo dei sommi sacerdoti coordina il lavoro di tempio e genealogico, e il presidente della Scuola Domenicale assiste gli altri dirigenti del rione nel migliorare l’apprendimento e l’insegnamento del Vangelo. Il vescovo può incaricare uno dei suoi consiglieri di coordinare il ritenimento dei convertiti e l’altro di coordinare la riattivazione. Ciascun dirigente del sacerdozio e delle organizzazioni ausiliarie assiste portando avanti l’opera di salvezza nella sua organizzazione.

 

5.1 Lavoro membro missionario

 5.1.1

Vescovo e suoi consiglieri

Il vescovo dirige il consiglio del ramo nella stesura di un piano missionario di rione e nelle attività di controllo, come descritto in 5.1.8.

Il vescovo chiama e mette a parte un detentore del Sacerdozio di Melchisedec per servire come dirigente del lavoro missionario del rione. Il vescovo e i suoi consiglieri possono chiamare e mettere a parte altri membri perché servano come missionari di rione.

Il vescovo e i suoi consiglieri danno priorità al lavoro membro missionario. Essi insegnano con regolarità le dottrine relative al lavoro missionario. Incoraggiano i membri del rione a lavorare con i missionari a tempo pieno per trovare, insegnare e battezzare simpatizzanti. Danno l’esempio nel cercare e preparare individui e famiglie alle quali i missionari possano insegnare.

Il vescovo e i suoi consiglieri aiutano i potenziali missionari a tempo pieno, comprese le sorelle e le coppie, a prepararsi a servire una missione.

 5.1.2

Consiglio di rione

Il lavoro membro missionario è molto più efficace quando i membri del consiglio del rione si dedicano appieno a questo impegno. Nei quorum e nelle organizzazioni ausiliarie, incoraggiano i membri a partecipare al lavoro missionario nei modi seguenti:

  1. 1.

    Trovare e preparare persone a essere istruite.

  2. 2.

    Assistere i missionari quando insegnano (se possibile, nelle case dei membri).

  3. 3.

    Fare amicizia con i simpatizzanti.

  4. 4.

    Preparare se stessi e i propri figli a servire come missionari a tempo pieno.

Nelle riunioni del consiglio del rione, i membri del consiglio creano ed esaminano il piano missionario del rione (vedere 5.1.8). Parlano dei candidati al battesimo, degli altri simpatizzanti e degli argomenti riportati sul Registro del progresso preparato dai missionari a tempo pieno. Fanno piani per aiutare ciascun simpatizzante a progredire. Offrono consiglio sui possibili insegnanti familiari e insegnanti visitatrici per i simpatizzanti che si stanno preparando per il battesimo e la confermazione.

Secondo le raccomandazioni del dirigente del lavoro missionario, di tanto in tanto il vescovo può invitare i missionari a tempo pieno a partecipare al consiglio del rione.

 5.1.3

Dirigente del lavoro missionario di rione

Sotto la direzione del vescovo, il dirigente del lavoro missionario del rione ha le seguenti responsabilità:

Coordina gli sforzi del rione volti a trovare, insegnare e battezzare simpatizzanti. Coordina questo lavoro con i missionari a tempo pieno e con i missionari del rione. Nelle riunioni del consiglio del rione, il vescovo può chiedergli di guidare la discussione sul tema del lavoro missionario.

Dirige le riunioni di coordinamento del lavoro missionario e dirige il lavoro dei missionari del rione.

Organizza quante più opportunità di insegnamento possibile ogni settimana per i missionari a tempo pieno.

Organizza le riunioni battesimali dei convertiti, con l’assistenza dei missionari a tempo pieno (vedere 20.3.4).

Aiuta a coordinare la confermazione dei nuovi membri alla riunione sacramentale.

Partecipa con i missionari a tempo pieno all’insegnamento e all’integrazione dei simpatizzanti.

Frequenta la classe dei Principi evangelici e può tenere la lezione quando incaricato dal vescovato.

Un detentore del Sacerdozio di Melchisedec può essere chiamato come assistente al dirigente del lavoro missionario del rione.

 5.1.4

Missionari di rione

Il vescovato e il dirigente del lavoro missionario del rione stabiliscono quanti missionari di rione occorrono. I missionari di rione servono sotto la loro direzione. Detentori del sacerdozio, sorelle e coppie sposate possono servire come missionari di rione. Non c’è bisogno che venga loro assegnato un collega, ma non devono andare soli quando vanno nelle case delle persone. Un fratello e una sorella non fanno visite insieme a meno che non siano sposati.

I missionari di rione sono chiamati per un periodo di tempo prestabilito, come per esempio due anni. Di solito non hanno altri incarichi nella Chiesa, eccetto quello di insegnante familiare o visitatrice, preferibilmente di famiglie in cui solo alcuni sono membri o che sono meno attive. Non indossano targhette col nome.

I missionari di rione cercano e preparano persone alle quali i missionari a tempo pieno possano insegnare. Assistono anche nel fare amicizia con i simpatizzanti e nell’insegnamento.

I missionari di rione visitano le case dei membri per incoraggiarli a cercare esperienze missionarie, a individuare persone a cui i missionari possano insegnare e a preparare le persone per poter essere istruite.

 5.1.5

Riunione di coordinamento del lavoro missionario

Il dirigente del lavoro missionario di rione dirige una riunione di coordinamento con i missionari del rione e i missionari a tempo pieno. La riunione viene tenuta con regolarità. Se servono in più rioni, i missionari a tempo pieno partecipano come permesso dalle circostanze.

In questa riunione, il dirigente del lavoro missionario del rione coordina il lavoro dei missionari a tempo pieno con i membri del rione. Il dirigente del lavoro missionario del rione può anche avviare discussioni sull’attuazione del piano missionario di rione, programmando quanti più appuntamenti per insegnare è possibile e facendo in modo che i membri partecipino alle lezioni con i simpatizzanti.

 5.1.6

Lavoro congiunto di membri e missionari a tempo pieno

Il presidente di missione detiene le chiavi per il battesimo e la confermazione dei convertiti. Sotto la sua direzione, i missionari a tempo pieno hanno per primi la responsabilità di insegnare ai simpatizzanti. I missionari a tempo pieno tengono anche un’intervista per il battesimo e la confermazione con ciascun candidato e autorizzano la celebrazione delle ordinanze.

Il vescovo familiarizza con tutti i simpatizzanti e ne segue il progresso. Sebbene non faccia interviste ai candidati al battesimo, li incontra di persona prima del battesimo. Sovrintende anche agli sforzi che i membri del rione fanno per integrarli. È più probabile che i simpatizzanti si facciano battezzare, confermare e rimangano attivi quando hanno un’amicizia vera con i membri della Chiesa.

Di solito, le coppie di missionari a tempo pieno non dovrebbero essere divise per lavorare con i membri del rione. Tuttavia, possono essere separate per lavorare con i membri, quando ciò è necessario per andare a un grande numero di appuntamenti. In questi casi, il dirigente del lavoro missionario del rione si assicura che coloro che lavorano come colleghi dei missionari a tempo pieno comprendano e accettino le regole della missione. Egli li istruisce di non lasciare mai il missionario a tempo pieno senza un collega autorizzato.

 5.1.7

Riunioni battesimali e confermazioni

Le riunioni battesimali devono essere programmate appena il simpatizzante si è impegnato a farsi battezzare. I battesimi di norma non devono essere rimandati oltre questa data, a meno che la persona non sia pronta. Il battesimo dei membri di una famiglia non deve essere rimandato per consentire al padre di ricevere il sacerdozio per poter celebrare personalmente i battesimi.

Una riunione battesimale offre l’opportunità di trovare e dare coraggio ad altri simpatizzanti. I convertiti devono essere incoraggiati a invitare i familiari più stretti, altri parenti e amici. I dirigenti della Chiesa e i missionari possono anche invitare altri simpatizzanti a cui stanno insegnando, simpatizzanti potenziali, e i dirigenti e i membri che lavoreranno con i nuovi membri. Possono partecipare anche altri membri del rione.

I convertiti vengono confermati durante una riunione sacramentale del rione in cui vivono, preferibilmente la domenica dopo il battesimo.

Le direttive per le riunioni battesimali e le confermazioni, comprese quelle per i battesimi e le confermazioni dei bambini di otto anni, si trovano in 20.3.

 5.1.8

Piano missionario di rione

Sotto la direzione del vescovo, il consiglio del rione, sviluppa un piano missionario di rione. Il programma deve essere breve e semplice. Deve includere obiettivi specifici e attività per aiutare i membri delle organizzazioni del sacerdozio e ausiliarie del rione a partecipare al lavoro membro missionario, al ritenimento e alla riattivazione. Il consiglio del rione coordina il piano missionario del rione con i programmi dei missionari a tempo pieno assegnati al rione. I passi che seguono possono aiutare in questo processo di programmazione:

  1. 1.

    Considerare le necessità e le risorse del rione nell’ambito del lavoro membro missionario, del ritenimento e della riattivazione, inclusa la disponibilità di missionari a tempo pieno.

  2. 2.

    Stabilire obiettivi specifici per il lavoro membro missionario, il ritenimento e la riattivazione da conseguire nel giro di un anno.

  3. 3.

    Stabilire come raggiungere gli obiettivi. I dirigenti possono programmare modi per elevare la visione e l’atteggiamento del rione riguardo al lavoro missionario. Possono sviluppare idee per attività che aiutino i missionari a tempo pieno a trovare, insegnare e battezzare più simpatizzanti. Possono anche programmare modi di fare amicizia con i nuovi membri, rafforzarli e migliorare la riattivazione dei membri meno attivi.

Il consiglio del rione esamina il piano missionario del rione con regolarità e lo modifica, secondo necessità.

 5.1.9

Dirigenti di palo

Presidente di palo e suoi consiglieri

Il presidente del palo e i suoi consiglieri danno priorità al lavoro missionario. Insegnano le dottrine del lavoro missionario con regolarità e incoraggiano i membri del palo a lavorare con i missionari a tempo pieno per trovare, insegnare e battezzare simpatizzanti. Danno l’esempio nel cercare e preparare individui e famiglie alle quali i missionari possano insegnare.

Nelle regolari interviste con i vescovi, il presidente del palo chiede un rapporto sul progresso dei simpatizzanti nel rione del vescovo.

Il presidente del palo si incontra regolarmente con il presidente della missione per coordinare il lavoro dei missionari a tempo pieno nel palo. Le questioni da discutere comprendono il numero e l’ubicazione dei missionari, il ruolo dei membri nel lavoro missionario, l’assistenza dei missionari negli sforzi di ritenimento e riattivazione, l’assistenza dei missionari nell’addestramento dei membri locali, pasti, alloggio e trasporto dei missionari.

Sommo consigliere incaricato del lavoro missionario

La presidenza del palo incarica un sommo consigliere con una particolare attitudine per il lavoro missionario di assisterla nel sovrintendere gli sforzi del palo nel trovare, insegnare, battezzare e confermare simpatizzanti. Questo sommo consigliere può guidare discussioni su questi argomenti alle riunioni del comitato esecutivo del sacerdozio del palo, alle riunioni del consiglio del palo, alle riunioni dei dirigenti del sacerdozio del palo e in altre riunioni del palo.

Il sommo consigliere incaricato del lavoro missionario orienta i dirigenti del lavoro missionario di rione appena chiamati. Fornisce anche istruzioni e incoraggiamento continui a tutti i dirigenti del lavoro missionario di rione, sia individualmente che in gruppo. Con l’approvazione del presidente del palo, può addestrare i dirigenti dei rioni e i missionari di rione.