Manuale 2:
l’amministrazione della Chiesa

 

10.11 Adattamento dell’organizzazione delle Giovani Donne alle necessità locali

In un rione o ramo con poche giovani donne, tutte le giovani donne possono riunirsi insieme per le lezioni (vedere 10.3.5 e 10.6.2). Possono riunirsi insieme anche per le attività.

Se in un rione o ramo ci sono pochi dirigenti adulti, la presidenza delle Giovani Donne può insegnare le lezioni domenicali e gestire il programma delle attività senza l’assistenza di consulenti. In unità molto piccole, la presidentessa delle Giovani Donne può essere l’unico dirigente adulto nell’organizzazione delle Giovani Donne. In questo caso, ella insegna le lezioni domenicali e sovrintende alle attività per tutte le giovani donne. Appena possibile, devono essere chiamate delle consigliere e una segretaria.

Nei rami molto piccoli che non hanno una presidentessa delle Giovani Donne, la presidentessa della Società di Soccorso può aiutare i genitori a gestire l’istruzione delle giovani donne fino a quando non viene chiamata la presidentessa delle Giovani Donne.

Poiché spesso i giovani traggono beneficio dalla socializzazione in gruppi numerosi, i giovani uomini e le giovani donne di due o più rioni o rami piccoli possono ritrovarsi di tanto in tanto per delle attività insieme. Se rioni e rami vicini hanno poche giovani donne, i vescovi e i presidenti di ramo possono autorizzare le giovani donne a riunirsi insieme per le attività settimanali. Nel considerare queste opzioni, i vescovi e i presidenti di ramo devono tener conto di fattori come la distanza e i costi di viaggio.

In pali o distretti piccoli, la presidentessa delle Giovani Donne può essere l’unico dirigente delle Giovani Donne nel palo o nel distretto. Appena possibile, devono essere chiamate delle consigliere e una segretaria.

Per informazioni generali sull’adattamento alle necessità locali, vedere il capitolo 17.