Manuale 2:
l’amministrazione della Chiesa

 

10.7 Progresso personale

Il Progresso personale è un programma di conseguimento pensato per aiutare le giovani donne a rafforzare la loro testimonianza di Gesù Cristo, a prepararsi per i loro ruoli futuri e per prepararsi a essere degne di stipulare e tenere fede alle sacre alleanze del tempio.

Gli obiettivi del programma sono illustrati nel libretto Progresso personale delle Giovani Donne. Le giovani lavorano insieme con i genitori e le dirigenti delle Giovani Donne per stabilire e raggiungere obiettivi basati sui valori delle Giovani Donne.

Dopo attenta considerazione, i genitori e i dirigenti possono modificare il programma per aiutare le giovani donne con necessità particolari. Per esempio, possono prendere in considerazione le necessità delle giovani donne affette da menomazioni o da difficoltà di apprendimento, di quelle che si uniscono alla Chiesa o si riattivano nelle Giovani Donne dopo aver compiuto sedici anni, e di quelle che non appartengono alla Chiesa. Quando apportano cambiamenti o fanno eccezioni per una persona, i dirigenti devono considerare l’effetto che ciò avrà sugli altri.

 10.7.1

Attività del Progresso personale della AMM

Le dirigenti delle Giovani Donne e le presidenze delle classi possono programmare attività del Progresso personale in occasione dell’AMM (vedere 10.8.1). Per esempio, tutte le giovani donne potrebbero aiutare un’altra giovane donna con il suo progetto relativo a uno dei valori. Tali attività di gruppo dovrebbero essere programmate con devozione e attenzione per assicurarsi che il programma del Progresso personale rimanga individuale per ogni ragazza.

 10.7.2

Emblemi, certificati e riconoscimenti

I dirigenti del rione possono procurarsi i certificati e i riconoscimenti del Progresso personale tramite i centri di distribuzione della Chiesa. Per acquistare questi articoli utilizzano i fondi dell’assegnazione di bilancio del rione.

 10.7.3

Responsabilità dei dirigenti in merito al Progresso personale

Dirigenti delle Giovani Donne

Quando una giovane donna compie dodici anni, la seconda consigliera della presidenza delle Giovani Donne e la consulente della classe delle Api organizzano un incontro con la giovane e i suoi genitori. All’incontro può partecipare anche una componente della presidenza della classe delle Api.

Le dirigenti consegnano alla giovane il libretto Progresso personale delle Giovani Donne e spiegano il programma a lei e ai genitori. Esortano i genitori a lavorare con la figlia per scegliere e completare le attività e i progetti del Progresso personale. Spiegano che anche la madre può lavorare al programma Progresso personale e ricevere un riconoscimento. Anche altre donne possono aiutare e partecipare in prima persona al programma.

Le dirigenti delle Giovani Donne danno alla giovane una copia di Per la forza della gioventù e Siate fedeli (se non lo ha già fatto il vescovo). Le danno anche un pendente con l’emblema delle Giovani Donne, che può essere ordinato tramite i centri di distribuzione della Chiesa.

Le dirigenti delle Giovani Donne forniscono le stesse istruzioni anche alle ragazze che entrano nell’organizzazione dopo i dodici anni.

Nel libretto Progresso personale delle Giovani Donne sono contenute ulteriori istruzioni per i genitori e i dirigenti.

Vescovo

Quando una giovane donna completa il programma Progresso personale, il vescovo la intervista. Questo può rientrare nell’intervista annuale o semestrale che ha con lei. Può usare le norme contenute in Per la forza della gioventù come guida. Può anche verificare la sua presenza alla riunione sacramentale, la sua partecipazione al seminario (dove tale programma è disponibile) e se sta leggendo il Libro di Mormon. Quando decide che è pronta per ricevere il Riconoscimento della Giovane Donna, il vescovo appone la sua firma all’interno del libretto del Progresso personale. Questo riconoscimento può essere consegnato nel corso di una riunione sacramentale.