Manuale 2:
l’amministrazione della Chiesa

 

10.8 Attività ed eventi

Le dirigenti delle Giovani Donne, comprese le presidenze delle classi, programmano attività in base alle necessità e agli interessi delle giovani. Fanno uno sforzo particolare per coinvolgere tutte le giovani donne, comprese coloro che si sono unite alla Chiesa di recente e coloro che sono meno attive. Le attività possono aiutare le giovani donne a raggiungere i loro obiettivi nell’ambito del programma Progresso personale. Le presidenze delle classi devono partecipare il più possibile alla programmazione e allo svolgimento delle attività.

I programmi per le attività delle Giovani Donne devono essere approvati da un membro del vescovato e devono seguire le linee guida contenute nel capitolo 13.

 10.8.1

Attività congiunte

La maggior parte delle attività delle Giovani Donne è tenuta in occasione delle attività congiunte. Con attività congiunte ci si riferisce a esperienze condivise permeate da uno spirito di mutuo rispetto, sostegno reciproco e occasioni per apprendere insieme. Le attività congiunte devono fornire ai giovani una varietà di occasioni di servizio e la possibilità di crescere spiritualmente, socialmente, fisicamente e intellettualmente.

Solitamente, le attività congiunte si tengono con cadenza settimanale. Se la distanza o altri impedimenti lo rendono impraticabile, le attività congiunte possono essere tenute meno frequentemente, ma almeno una volta al mese. Le attività congiunte devono durare tra i sessanta e i novanta minuti e devono essere tenute un giorno o una sera che non siano la domenica o il lunedì.

Sotto la direzione del vescovato, la presidenza delle Giovani Donne sovrintende alle attività congiunte per le giovani donne.

Occasionalmente, le presidenze dei Giovani Uomini e delle Giovani Donne possono usare le attività congiunte per preparare le attività di palo o multipalo (vedere 13.3).

Tema annuale per le attività congiunte

Ogni anno, la Prima Presidenza annuncia un tema per le attività congiunte. I dirigenti sottolineano questo tema negli esercizi di apertura delle attività congiunte e nelle altre attività dei giovani.

Esercizi di apertura

Solitamente, le attività congiunte iniziano con dei brevi esercizi di apertura ai quali presiede un membro del vescovato. Gli assistenti del vescovo nel quorum dei sacerdoti e le componenti della presidenza della classe delle Laurette si alternano nel dirigere. I dirigenti adulti preparano i dirigenti giovani per questa responsabilità.

Gli esercizi di apertura comprendono un inno e una preghiera e possono anche comprendere numeri musicali e occasioni per i giovani di condividere i loro talenti e rendere testimonianza.

Attività di quorum e di classe o attività congiunte

Dopo gli esercizi di apertura, di solito i quorum del Sacerdozio di Aaronne e le classi delle Giovani Donne tengono attività separate. In un rione o ramo con poche giovani donne, tutte le giovani donne possono riunirsi insieme per le attività. Le attività possono anche essere programmate tra qualsiasi quorum e classe.

Di norma, le attività comuni per tutti i giovani uomini e le giovani donne vengono tenute una volta al mese. I membri del comitato dei giovani del vescovato mettono in calendario, programmano ed esaminano le attività nelle loro riunioni. Le attività vengono svolte sotto la direzione del vescovato.

Alcuni esempi di attività appropriate sono i progetti di servizio, eventi musicali, teatrali o culturali, eventi sportivi o atletici, seminari di orientamento al lavoro e attività all’aperto.

 10.8.2

Discussioni del vescovato con i giovani

Le discussioni del vescovato con i giovani sono programmate e gestite dal vescovato. Queste discussioni, che si tengono di tanto in tanto, danno al vescovato l’occasione di affrontare temi di interesse per i giovani e che li rafforzano spiritualmente. I temi menzionati in Per la forza della gioventù e Siate fedeli sono particolarmente indicati. Occasionalmente, il vescovato può invitare degli ospiti a partecipare. Generalmente, gli ospiti sono membri del rione o del palo.

Le discussioni del vescovato con i giovani possono essere tenute con tutti i giovani insieme o con giovani appartenenti a una determinata fascia di età. Possono essere tenute in occasione delle attività congiunte, la domenica durante le riunioni dei quorum e delle classi delle Giovani Donne o in un altro momento che non rappresenti un peso eccessivo per le famiglie. Il vescovato stabilisce la loro frequenza. Vengono programmate nelle riunioni del comitato dei giovani del vescovato.

 10.8.3

Nuovo inizio

Il Nuovo inizio è un’attività annuale per le giovani donne, i loro genitori, i dirigenti del sacerdozio e le dirigenti delle Giovani Donne. Sono invitate a partecipare anche le ragazze che compiranno dodici anni di età l’anno successivo. Può essere tenuta all’inizio dell’anno scolastico o solare. Può anche essere tenuta in occasione delle attività congiunte.

Questa attività aiuta le giovani donne e i loro genitori a conoscere meglio il programma delle Giovani Donne. Comprende la presentazione del programma Progresso personale, del tema, dell’emblema e del motto delle Giovani Donne, nonché le dichiarazioni di intenti e i simboli di ciascuna fascia di età (vedere 10.1). Dovrebbe anche aiutare le giovani donne e i loro genitori a programmare le attività dell’anno che sta iniziando.

Il Nuovo inizio fornisce ai dirigenti occasioni per esprimere il loro affetto per le giovani donne, per incoraggiare i genitori ad aiutare le figlie nelle esperienze fornite dal Progresso personale, per presentare le giovani che avranno dodici anni di età l’anno dopo e per dare il benvenuto alle giovani donne che si sono appena unite alla Chiesa o che si sono trasferite nel rione. È un’occasione per elogiare le giovani donne e riconoscere i risultati raggiunti nel Progresso personale. La presidenza delle Giovani Donne invita un membro del vescovato a offrire qualche parola al termine dell’attività.

Le presidenze delle classi preparano il programma sotto la direzione della presidenza delle Giovani Donne. La presidenza delle Giovani Donne può chiedere alle specialiste di aiutare (per esempio, dirigendo un coro o gruppo strumentale, facendo esercitare chi deve parlare o mettendo insieme una scenetta). Una componente della presidenza della classe delle Laurette può dirigere l’attività.

 10.8.4

Giovani Donne nell’eccellenza

Giovani Donne nell’eccellenza è un evento durante il quale alle giovani donne viene dato atto delle cose buone che stanno facendo. Si tratta di una celebrazione del Progresso personale. Ogni giovane donna condivide un’esperienza o un progetto, relativo a uno dei valori, che ha completato nell’anno di riferimento che mostri un impegno speciale. La presentazione può comprendere la dimostrazione di talenti e abilità che le giovani hanno sviluppato grazie al raggiungimento dei loro obiettivi nel programma Progresso personale. Le dirigenti delle Giovani Donne devono invitare i genitori delle ragazze a partecipare.

All’inizio dell’anno, le dirigenti esortano le giovani a pensare seriamente al valore su cui vorrebbero concentrarsi per questa attività. Una giovane può collaborare con un familiare, con un’altra giovane donna o con chiunque altro per portare a termine il proprio progetto, che può richiedere anche diversi mesi.

Solitamente, questa attività viene tenuta durante la AMM a livello di rione, ma può anche essere tenuta a livello di palo. Le dirigenti adulte coinvolgono le giovani donne nella programmazione. La data e i programmi dell’attività devono essere annunciati all’inizio dell’anno.

 10.8.5

Attività delle norme

Le attività delle norme sono programmi speciali che mettono in risalto valori morali e obiettivi eterni. Esse incoraggiano le giovani donne a rispettare le norme contenute in Per la forza della gioventù, cosa che le avvicinerà al Salvatore.

Queste attività vengono tenute una volta all’anno, o più spesso se necessario, di solito durante una riunione congiunta. Possono essere tenute a livello di classe, rione, multirione o palo. In base a come viene presentato l’argomento, a queste attività possono partecipare diverse combinazioni di fasce di età di Giovani Donne. Possono anche prevedere la partecipazione di madri o padri, madri e padri insieme, e giovani uomini.

 10.8.6

Campeggio delle Giovani Donne

La Chiesa incoraggia l’organizzazione di un campeggio annuale o di un’attività simile per le giovani donne. Nel programmare questa attività, le dirigenti delle Giovani Donne usano il Manuale del campeggio delle Giovani Donne e Campeggio per le Giovani Donne: guida per i dirigenti del sacerdozio e delle Giovani Donne.

Il campeggio può essere tenuto a livello di rione o di palo. Sotto la direzione dei dirigenti del sacerdozio, le presidenze delle Giovani Donne del palo e del rione stabiliscono la portata del programma per il campeggio per le giovani donne.

I dirigenti del sacerdozio possono chiamare delle specialiste delle Giovani Donne di palo e di rione perché servano come dirigenti del campeggio. Le dirigenti del campeggio organizzano e attuano il programma del campeggio sotto la direzione della presidenza delle Giovani Donne. Esse possono lavorare con le dirigenti dei rioni e con il comitato delle attività del palo per reperire le attrezzature, organizzare i trasporti e per ogni altra necessità.

Per informazioni sul finanziamento del campeggio, vedere 10.8.9. Per informazioni in merito alla sicurezza durante i campeggi, vedere 13.6.20 e il Manuale del campeggio delle Giovani Donne.

 10.8.7

Attività di palo e multipalo

Vedere 13.3.

 10.8.8

Conferenze dei giovani

Vedere 13.4.

 10.8.9

Finanziamento di attività ed eventi

Il finanziamento delle attività e degli eventi delle Giovani Donne deve venire dai fondi del bilancio del rione (vedere 13.2.8).

Finanziamento di un campeggio annuale o di un’attività simile

Se il bilancio del rione non ha fondi sufficienti per pagare un campeggio annuale delle Giovani Donne o un’attività simile, i dirigenti possono chiedere ai partecipanti di pagare una quota o per intero. Se i fondi dei partecipanti non sono sufficienti, il vescovo può autorizzare un’attività annuale di gruppo per la raccolta di fondi, secondo le linea guida contenute in 13.6.8.

In nessun caso le spese o il viaggio per partecipare a questo campeggio o attività devono essere eccessive. Inoltre la mancanza di fondi personali non deve impedire a una giovane di partecipare.

Finanziamento di attrezzature e materiali

Se possibile, l’attrezzatura e i materiali necessari al rione per i campeggi annuali dei giovani vengono acquistati con i fondi dell’assegnazione di bilancio. Se i fondi non sono sufficienti, il vescovo può autorizzare un’attività annuale di gruppo per la raccolta di fondi, secondo le linee guida contenute in 13.6.8.

L’attrezzatura e i materiali acquistati con i fondi della Chiesa, sia quelli reperiti dal bilancio del rione che dalle attività di raccolta fondi, possono essere usati solo da e per la Chiesa. Non possono essere utilizzati personalmente da individui o famiglie.