Lettere al direttore


La Liahona porta al battesimo

Fu grazie alla Liahona che conobbi la Chiesa e fui battezzata. Nel 1997, quando avevo undici anni, un amico mi mostrò alcune copie della rivista. La mia attenzione fu catturata dalle belle illustrazioni, come pure dagli articoli e dai giochi contenuti nella sezione dei bambini. Poco dopo fui battezzata. Anche se sono trascorsi molti anni, me lo ricordo perfettamente.

Paula F. P. da Silveira, Rione di Ibirapuita, Palo di Alegrete, Brasile

La rivista promuove l’unità

Fummo profondamente toccati dal messaggio della Prima Presidenza del presidente Thomas S. Monson «Vedere veramente», pubblicato nel numero di febbraio 2005. Studiammo attentamente l’articolo durante una serata familiare, ed entrambi decidemmo di coltivare la capacità di scorgere Cristo nel volto del coniuge, dei figli e di chiunque incontriamo. La rivista promuove l’unità in famiglia e ci aiuta a sentire l’amore del nostro Padre celeste attraverso i messaggi dei profeti.

Justin e Christine Mukuna, Rione di Katuba 2, Palo di Lubumbashi, Repubblica Democratica del Congo

Una gratitudine infinita

Amo la Liahona e spesso condivido i suoi articoli con gli amici che non fanno parte della Chiesa. Amo inoltre il Libro di Mormon. Quale privilegio grandioso è conoscere la verità. Quanto dobbiamo al profeta Joseph Smith. Provo una gratitudine infinita verso i servitori fedeli del Signore, che mi hanno reso possibile acquisire oggi questa conoscenza.

Marta R. Garríga, Rione di Carlos Paz, Palo Sierras di Córdoba, Argentina

Un aiuto per i santi

Desidero ringraziarvi per i bellissimi articoli nella Liahona che raccontano le esperienze dei santi. Sono grato in maniera speciale per l’articolo «L’anello della catena», di Eva Fry, pubblicato nel numero di settembre 2004. Ho potuto utilizzare questo articolo con i fedeli del rione dove sto servendo, che hanno problemi simili. Esso è stato di beneficio per tutti noi.

Anziano Herrera Guarneros, Missione di Città del Messico Nord, Messico

La preparazione per la Restaurazione

Come insegnante di storia, vorrei esprimere la mia gratitudine alla Liahona per avere pubblicato l’articolo «Che cosa doveva succedere?», apparso nel numero di marzo 2005. Mi ha aiutato ad accrescere la mia testimonianza della veridicità di quest’opera grandiosa mostrandomi attraverso gli eventi storici in che modo il Signore ha preparato in anticipo ogni condizione specifica per la restaurazione della Sua chiesa.

Marcelo Olinto Soares de Moura, Rione di Cavaleiro, Palo Jardim São Paulo di Recife, Brasile