Ora è il momento di svolgere una missione!


Richard G. Scott
I campi di missione in tutto il mondo consentono l’ispirazione del Signore nel chiamare giovani uomini e donne e coppie fedeli a compiti impegnativi.

Sarebbe difficile immaginare alcunché di più emozionante da fare oggi per un giovane uomo, donna o coppia di quello di essere un missionario a tempo pieno per la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni. Il messaggio del Vangelo restaurato che condividiamo è assolutamente essenziale. Proviene da Dio, nostro Padre Eterno, per ognuno dei Suoi figli qui sulla terra ed è incentrato sul Suo Diletto Figlio Gesù Cristo. Quando questo messaggio è compreso e messo in pratica, può trasformare il tumulto in pace, la sofferenza in felicità e può offrire soluzioni alle prove che sono sempre presenti nella nostra vita.

Ora abbiamo indicazioni molto chiare per il successo del servizio missionario. Esse sono fornite dalla guida Predicare il mio Vangelo e dalle altre risorse sviluppate per accompagnarla. Le nuove lezioni missionarie sono estremamente efficaci e sono basate sull’insegnamento mediante lo Spirito piuttosto che su una memorizzazione meccanica. Esse hanno grandemente migliorato l’insegnamento del Vangelo in tutto il mondo. Ogni presidente di missione è stato istruito attentamente su come utilizzare questi nuovi materiali. Il risultato è un gruppo di presidenti di missione estremamente capaci, fedeli e pieni di entusiasmo in grado di ispirare e di motivare con energia i propri missionari.

Lo studio e l’applicazione dei concetti contenuti in Predicare il mio Vangelo da parte di ogni missionario nel mondo ha rafforzato la nostra capacità di proclamare il messaggio della Restaurazione, di insegnare il Piano di Salvezza e altri principi del Vangelo. Alzare il livello di dignità ha portato a conseguenze di vasta portata. C’è un servizio più devoto nel campo di missione, i rapporti tra colleghi sono più forti, esiste un insegnamento molto più efficace e un migliore ritenimento dei convertiti.

L’intera guida che viene offerta per supervisionare il lavoro missionario è senza eguali. Essa sostiene tutti gli sforzi missionari nel mondo attraverso le presidenze di area, i sette presidenti dei Settanta, il Quorum dei Dodici Apostoli e l’intenso personale interesse della Prima Presidenza.

I campi di missione in tutto il mondo consentono l’ispirazione del Signore nel chiamare giovani uomini e donne e coppie fedeli a compiti impegnativi in base ad ogni bisogno e capacità personale. Gioisco dell’opportunità che ho di poter prendere parte a questo lavoro affascinante che benedice potentemente tante persone in tutto il mondo.

L’anziano M. Russell Ballard ha parlato di come creare una famiglia che condivide il Vangelo. Io vi parlerò di come prepararsi ad essere un anziano, una sorella o una coppia missionaria a tempo pieno.

Il processo comincia nella casa molto tempo prima che il giovane abbia l’età di svolgere una missione, comincia quando i genitori infondono nella mente e nel cuore di ogni ragazzo il pensiero di «quando vado in missione» e non di «se vado in missione». I figli vengono meglio istruiti sulle verità del Vangelo nella propria casa dove l’istruzione può essere adattata all’età e capacità di ogni figlio. Nell’ambiente familiare la completa armatura della verità è fatta su misura in base alle caratteristiche individuali di ogni figlio. L’insegnamento dei genitori prepara i figli alla vita e prepara i giovani uomini degni alla gioia del servizio missionario. Nella casa una ragazza può comprendere che il suo ruolo principale è quello di essere una moglie e una madre. Ma mentre si sviluppa questa preparazione ci potrebbe essere la possibilità di svolgere una missione a tempo pieno in base al consiglio di recente dato dalla Prima Presidenza che dice: «Alle donne sole e degne, dall’età di ventun’anni in poi… può essere suggerito di svolgere missioni a tempo pieno… Queste sorelle possono dare un grande contributo… ma non dovrebbero essere spinte a servire. I vescovi non devono raccomandarle per il servizio missionario se ciò interferisce con la previsione di un matrimonio imminente». 1

Molti genitori stanno usando parti della guida Predicare il mio Vangelo per sottolineare i concetti che porteranno i loro frutti come la maturazione delle testimonianze dei loro figli mentre sono nutriti nell’ambiente familiare. In quanto ragazzo, puoi imparare come assolvere il tuo dovere come futuro detentore del sacerdozio. Sarai aiutato a capire e a mettere in pratica gli importanti insegnamenti del Signore. Verrai rafforzato su come vivere degnamente per essere in grado di ricevere le sacre ordinanze del tempio e di svolgere una missione a tempo pieno. Tali esperienze formeranno una base per la futura benedizione di essere un marito e un padre forte.

Alcune parti di Predicare il mio Vangelo prepareranno te, giovane donna, a capire e mettere in pratica le dottrine riguardanti il tuo ruolo di moglie e di madre. Se tu dovessi scegliere di servire una missione a tempo pieno avrai una base per poterla svolgere. I programmi del Seminario aiuteranno voi, giovani uomini e giovani donne, a porre le fondamenta per una vita felice e di successo. C’è un corso speciale nel programma dell’Istituto, e nei tre campus della Brigham Young University, che vi può preparare per il servizio missionario. Esso è basato sui principi contenuti in Predicare il mio Vangelo e va di pari passo con questa potente risorsa. Vi darà un buon punto di partenza per quando sarete chiamati a servire.

La forza e l’efficacia della guida Predicare il mio Vangelo per i missionari, i dirigenti, i membri e i genitori, è dimostrata dal fatto che fino ad ora ne siano state distribuite poco meno di un milione di copie. State beneficiando della vostra copia personale?

Vescovi, presidenti di ramo, grazie a interviste motivanti, potete benedire la vita di ogni giovane uomo nel vostro rione come pure quella di coppie idonee, incoraggiandoli a prepararsi per delle missioni a tempo pieno. Non solo benedirete quei missionari potenziali, ma potrete rispondere alle preghiere di genitori che hanno un figlio maturo che ancora non ha deciso di andare in missione nonostante i loro sforzi per infondere in lui questo desiderio. Dall’infanzia agli anni della maturità, nostra figlia, Mary Lee, sentiva i suoi genitori parlare delle nostre preziose esperienze missionarie. Le avevamo spiegato come le stimolanti opportunità missionarie avevano arricchito la nostra vita e posto le fondamenta per tutto ciò che ci è di più caro. Allo stesso tempo le insegnammo che il fatto di servire o no doveva essere una sua decisione. Mentre cresceva, era chiaro che intendesse diventare una missionaria. Nonostante ciò, mentre l’età per andare in missione si avvicinava, le sue esperienze emozionanti nel campo dell’istruzione cominciarono a presentare alternative attraenti. Un giorno, quando disse che stava lottando contro questa incertezza, le fu consigliato di parlare con il suo vescovo. Fu fissato un appuntamento. Quando si sedette davanti a un eccellente vescovo, chiese: «Che cosa pensa del fatto che io svolga una missione a tempo pieno?» Il vescovo balzò dalla sedia, batté le mani sulla scrivania, e disse: «Questa è la cosa più meravigliosa che potessi immaginare per te». Quel commento fu decisivo.

Mary Lee servì una buona missione in Spagna che le fece scoprire delle capacità nascoste, maturare il suo sviluppo spirituale e le fece sviluppare delle facoltà che l’hanno benedetta come moglie e madre. Il vescovo che ebbe una tale profonda influenza sulla vita di mia figlia è J. Willard Marriott, Jr., attualmente Settanta di Area; ma noi lo ricordiamo soprattutto per ciò che fece per Mary Lee. Ora nella sua famiglia, grazie ai forti esempi di un padre e una madre ritornati dalla missione, un figlio e una figlia hanno svolto missioni esemplari. L’ultimo figlio sarà senza dubbio un missionario e l’ultima figlia a suo tempo prenderà la decisione migliore. Un altro dei miei nipoti, seguendo le orme di suo padre, è stato di recente chiamato a servire nella missione di Cuernavaca, in Messico.

Voi vescovi e presidenti di ramo, potete avere un potente effetto sulla vita di quei missionari che incoraggerete e preparerete come pure sulla vita della loro posterità. Usate i vostri dirigenti e consulenti dei quorum del sacerdozio di Aaronne, come pure i sommi sacerdoti, gli anziani e le dirigenti donne perché vi aiutino a preparare il maggior numero possibile di missionari degni che possono essere chiamati. Grazie all’uso delle nuove risorse missionarie, molti più missionari che raccomandate arrivano sul campo meglio preparati e fortemente motivati a servire. Mentre molti missionari potenziali possono essere pronti con un piccolo sforzo, altri necessitano di cambiamenti sostanziali nella loro vita per potersi qualificare. Con il sostegno dei genitori, aiutateli a raggiungere gli standard necessari.

Pregate riguardo a quali coppie potrebbero essere incoraggiate a presentare le carte per essere chiamate al servizio missionario a tempo pieno. C’è un urgente bisogno di loro.

Sono davvero meravigliato nel vedere come lo Spirito Santo faccia coincidere le caratteristiche e i bisogni di ogni missionario e coppia missionaria alle ampie e varie circostanze del servizio missionario nel mondo intero. Ho notato che alcuni degli anziani e delle sorelle più forti e capaci sono chiamati negli Stati Uniti e nel Canada, per mantenervi forti le radici della Chiesa. Ho visto quanto i missionari che ritornano da incarichi insoliti, come per esempio adattarsi alla cultura indigena delle Isole del Pacifico, che ritornano dalla Mongolia o dalle montagne del Guatemala, o comunque che hanno avuto pochi contatti con il presidente di missione, sviluppano capacità personali a loro sconosciute in precedenza.

Vorrei ora parlarvi di cosa ha significato per me personalmente svolgere una missione onorevole a tempo pieno. Sono cresciuto in una famiglia con dei genitori molto bravi, ma mio padre non apparteneva alla Chiesa e mia madre era meno attiva. Dopo la mia missione questa situazione cambiò. Divennero dei membri forti e servirono devotamente nel tempio, lui come suggellatore, e lei come lavorante. Ma quando ero ragazzo non avevo nessun modo per capire da solo l’importanza di una missione. Mi innamorai di una giovane donna straordinaria. In un momento cruciale del nostro corteggiamento, mi disse chiaramente che si sarebbe sposata solo nel tempio con un missionario ritornato. Debitamente motivato, svolsi una missione in Uruguay.

Non fu facile. Il Signore mi diede molte prove che diventarono trampolini di lancio nella mia crescita personale. Lì ricevetti la mia testimonianza che Dio Padre e il Suo Beneamato Figlio apparvero realmente a Joseph Smith dando inizio alla restaurazione della verità, dell’autorità del sacerdozio e della vera Chiesa sulla terra. Ottenni una testimonianza che Joseph Smith è un profeta senza eguali. Imparai dottrine essenziali. Scoprii cosa vuol dire essere guidato dallo Spirito. Mi alzai molte notti mentre il mio collega dormiva per riversare il mio cuore al Signore per ottenere guida e direzione. Pregai per poter avere l’abilità di esprimere efficacemente in spagnolo la mia testimonianza e le verità che stavo apprendendo a un popolo che avevo imparato ad amare. Quelle preghiere ricevettero abbondanti risposte. Nello stesso momento la mia futura compagna eterna, Jeanene, era stata preparata a diventare una moglie e madre eccezionale grazie alla sua missione.

Tutto quello che ora mi è più caro nella vita ha cominciato a maturare sul campo di missione. Se non fossi stato incoraggiato ad essere un missionario, non avrei la mia compagna eterna o una famiglia preziosa che amo profondamente. Sono sicuro che non avrei avuto le eccezioni opportunità lavorative che hanno accresciuto le mie capacità. Di certo non avrei potuto ricevere delle sacre chiamate che mi hanno dato la possibilità di servire e per le quali sarò eternamente grato. La mia vita è stata benedetta oltre misura perché svolsi una missione.

Ora potete comprendere perché sono così ansioso di motivare ognuno di voi, giovani uomini, a essere missionari degni? Potete capire perché incoraggio voi, coppie mature, a programmare, se la salute lo permette, di servire il Signore come missionari? Riuscite a vedere perché suggerisco che alcune di voi, giovani donne, dove vi sia un desiderio e non influisca su un prossimo matrimonio, prendiate in seria considerazione di svolgere il Signore come missionarie? La nostra casa è stata grandemente benedetta con una moglie e madre che scelse di svolgere una missione a tempo pieno durante il mio periodo di servizio.

Se sei un giovane uomo che si sta domandando se deve svolgere una missione a tempo pieno, non prendere questa decisione usando solo la tua saggezza. Cerca il consiglio dei tuoi genitori e del tuo vescovo o presidente di palo. Nelle tue preghiere chiedi che la volontà del Signore ti sia resa manifesta. So che una missione ti porterà straordinarie benedizioni ora e per tutta la vita. Ti esorto a non pregare per sapere se andare o no, ma piuttosto chiedi al Signore di guidarti in qualsiasi cosa sia necessaria per diventare un missionario a tempo pieno degno e dotato di potere dall’alto. Non rimpiangerete mai di aver svolto una missione, ma è più probabile che rimpiangerete il fatto di non averne servita una, se questa dovesse essere la vostra decisione.

So che Gesù è il Cristo, che la Sua Chiesa e la pienezza del Suo Vangelo sono stati restaurati sulla terra tramite Joseph Smith, un profeta di importanza ineguagliabile. Porto testimonianza che un fedele servizio missionario a tempo pieno è una fonte di grande felicità e di ricche benedizioni, non solo per coloro che ascoltano il messaggio ma per coloro che, sotto la guida dello Spirito, lo proclamano. Nel nome di Gesù Cristo. Amen.

Mostra riferimenti

    Note

  1.   1.

    Comunicazione della Prima Presidenza, non pubblicata.