Messaggio della Prima Presidenza

La conferenza generale: una benedizione straordinaria


Dieter F. Uchtdorf

La conferenza generale: una benedizione straordinaria

Un fedele membro della Chiesa stava parlando con un vicino che non era della nostra fede. Quando si cominciò a parlare della conferenza generale, il vicino chiese: “Voi dite di avere profeti e apostoli? E due volte l’anno rivelano la parola di Dio in una conferenza mondiale?”

“Certo”, rispose il membro della Chiesa con sicurezza.

Il vicino ci pensò per un momento. Sembrava sinceramente interessato e poi chiese: “cosa hanno detto nell’ultima conferenza generale?”

A questo punto, il nostro fedele membro della Chiesa passò dall’entusiasmo di poter parlare del Vangelo all’imbarazzo. Per quanto si sforzasse, non riusciva a pensare ai particolari di un singolo discorso.

Il suo amico trovò tutto questo un po’ strano e disse: “Tu mi dici che Dio parla all’uomo ai nostri giorni e non ricordi cosa ha detto?”

Dopo queste parole, il fratello si è sentito molto umile. Promise allora che avrebbe fatto del suo meglio per ricordare le parole dette dai servitori del Signore alla conferenza generale.

Sappiamo tutti quanto sia difficile ricordare tutti i messaggi della conferenza generale, e quindi non dobbiamo sentirci imbarazzati se non ricordiamo tutto. Ma ci sono alcuni messaggi in ogni conferenza generale dati come dono e come benedizione celeste specificamente per la nostra situazione personale.

In preparazione per la conferenza generale, suggerisco tre concetti basilari che possono aiutarci a meglio ricevere, ricordare e mettere in pratica le parole dette dai servitori del Signore.

1. I membri della Chiesa hanno diritto alla rivelazione personale quando ascoltano e studiano le parole ispirate dette alla conferenza generale.

Nel prepararvi pe la conferenza generale, vi invito a riflettere sulle domande per le quali vi serve una risposta. Per esempio, potreste voler ricevere una guida dal Signore riguardo a delle difficoltà che state affrontando.

Le risposte alle vostre preghiere specifiche possono venire direttamente grazie a un discorso o a una frase. A volte possono giungere con una parola, frase o inno che sembrano non aver niente a che fare. Un cuore colmo di gratitudine per le benedizioni della vita e il desiderio sincero di ascoltare e seguire i consigli, aprono la strada alla rivelazione personale.

2. Non scartate un messaggio solo perché già lo conoscete.

I profeti hanno sempre insegnato tramite la ripetizione: è una legge per l’apprendimento. Nelle conferenze generali sentirete ripetere gli stessi argomenti e le stesse dottrine. Vi posso assicurare che questo non è dovuto a mancanza di creatività o immaginazione. Continuiamo a sentire messaggi su argomenti simili perché il Signore ci sta insegnando e vuole imprimere nella nostra mente e nel nostro cuore alcuni principi fondamentali di importanza eterna che dobbiamo comprendere e vivere prima di poter passare ad altri. Un costruttore saggio pone le fondamenta prima di erigere i muri e il tetto.

3. Le parole dette alla conferenza generale dovrebbero essere una bussola che ci guida nei mesi successivi.

Se ascoltiamo e seguiamo i suggerimenti dello Spirito, ci serviranno da Liahona, guidandoci attraverso le valli e le montagne sconosciute e pericolose che dobbiamo affrontare (vedere 1 Nefi 16).

Sin dalla creazione del mondo, Dio ha dato dei profeti che trasmettono il volere del cielo alle persone della loro epoca. È nostra responsabilità ascoltare e mettere in pratica i messaggi che il Signore ci da.

Il nostro amorevole Padre Celeste non ha dimenticato e non dimenticherà i Suoi figli. Oggi, come nel passato, ha scelto degli apostoli e dei profeti. Egli continua a rivelare loro la Sua parola.

Che meraviglioso privilegio è ascoltare i messaggi di Dio rivolti ad ognuno di noi durante la conferenza generale! Prepariamoci bene per questa grande benedizione di una guida divina data tramite i Suoi servitori scelti.

Perché questa è una benedizione straordinaria.

Come insegnare questo messaggio

  • Leggete l’articolo insieme. Incoraggiate la famiglia a scoprire cosa ascoltare durante la conferenza generale.

  • Per aiutare i bambini a seguire il consiglio del presidente Uchtdorf, mostrate loro l’elenco delle Autorità generali (si trova nel numero della Liahona con i discorsi della conferenza). Fate loro sapere che la Prima Presidenza e il Quorum dei Dodici Apostoli parleranno durante la conferenza generale. Incoraggiate i bambini ad ascoltare la conferenza e fare un disegno per ricordare cosa hanno imparato. Per trovare altre attività per i figli sulla conferenza possono visitare il sito conferencegames.lds.org.

Giovani

Buono, migliore, eccellente

Nel suo discorso alla conferenza generale di ottobre 2007, l’anziano Dallin H. Oaks del Quorum dei Dodici Apostoli ha parlato delle attività che sono “buone, migliori ed eccellenti”. Quando è giunto alla parte dei “troppi impegni dei figli”, mi sono sentita colpevole.

Sapevo che stavo facendo troppo. A scuola facevo teatro, alcuni corsi molto impegnativi e partecipavo ad altre attività. Non frequentavo fedelmente le attività delle Giovani Donne e le mie domeniche erano stressate dai compiti dell’ultimo minuto. Suonare e il giornalino della scuola avevano ormai perso il loro elemento di divertimento ed erano diventati dei lavori.

Il discorso dell’anziano Oaks mi ha spinto a valutare meglio il mio calendario. Le mie attività erano buone, ma erano troppe. Dovevo scegliere le migliori. Mentre cercavo di decidere quali attività tralasciare, mi sono resa conto che il vangelo di Gesù Cristo è la priorità che tutti dovremmo avere. Misi la preghiera e lo studio delle Scritture al primo posto e da allora la mia vita è stata più semplice.

L’anziano Oaks mi ha insegnato che quando facciamo ciò che il Signore vuole che facciamo per prima, tutto il resto trova il posto giusto. Se studio le Scritture prima di giocare e anche prima di fare i compiti, tutto ciò che è importante verrà svolto. Quando baso la mia vita sul Signore, invece che aggiungerlo in seguito, provo un sentimento di pace e successo.

Adesso sto molto attenta nel dare ascolto ai consigli dati durante la conferenza generale!

Illustrazione di Paul Mann

Bambini

Alla conferenza generale posso trovare delle risposte

Il presidente Uchtdorf insegna che se ci poniamo delle domande prima della conferenza generale, il Signore ci parla attraverso i Suoi profeti e apostoli durante la conferenza.

  1. 1.

    In famiglia o in classe, parlate di cosa avete bisogno di imparare, individualmente o insieme. (Per esempio: Come posso rafforzare la mia testimonianza? Come posso affrontare un problema a scuola?) Scrivete le vostre domande su un foglio o nel diario.

  2. 2.

    Nelle settimane che precedono la conferenza, potreste riflettere e pregare su queste domande.

  3. 3.

    Ascoltate attentamente durante la conferenza (sarebbe utile prendere degli appunti). Poi scrivete in che modo il Signore, tramite i dirigenti della Chiesa, ha risposto alle vostre domande.

  4. 4.

    Potreste disegnare su un foglio voi che fate quello che avete imparato.

A destra: fotografia di Les Nilsson