Messaggio della Prima Presidenza

Perché abbiamo bisogno di profeti?

Secondo consigliere della Prima Presidenza

Presidente Dieter F. Uchtdorf
Stampa Condividi

    Poiché il Padre Celeste ama i Suoi figli, non ha lasciato che camminassero sul sentiero di questa vita terrena senza indicazioni e guida. Gli insegnamenti del nostro Padre Celeste non sono quelli ordinari, prevedibili e usuali che puoi leggere sulla copertina di un libro della libreria locale. Sono la saggezza di un onnipotente, onnisciente Essere celeste che ama i Suoi figli. Racchiuso nelle Sue parole v’è il segreto di tutte le epoche, la chiave della felicità in questa vita e nel mondo a venire.

    Il Padre Celeste rivela questa saggezza ai Suoi figli sulla terra tramite i Suoi servi, i profeti (vedere Amos 3:7). Fin dai giorni di Adamo, Dio ha parlato ai Suoi figli tramite oracoli designati che hanno il compito di rivelare la Sua volontà e i Suoi insegnamenti agli altri. I profeti sono insegnanti ispirati e sono sempre testimoni speciali di Gesù Cristo (vedere DeA 107:23). I profeti parlano non solo alle persone del loro tempo, ma parlano anche alle persone di tutti i tempi. Le loro voci risuonano attraverso i secoli come una testimonianza della volontà di Dio ai Suoi figli.

    Oggi non è diverso dalle epoche passate. Il Signore non ama le persone dei nostri giorni meno di quanto amasse quelle del passato. Uno dei gloriosi messaggi della restaurazione della Chiesa di Gesù Cristo è che Dio continua a parlare ai Suoi figli. Egli non si nasconde nei cieli, ma parla oggi come fece nei tempi antichi.

    Molto di ciò che il Signore rivela ai Suoi profeti ha lo scopo di evitarci di soffrire come individui e come società. Quando Dio parla, lo fa per insegnare, ispirare, raffinare e mettere in guardia i Suoi figli. Quando gli individui e le società ignorano le istruzioni del loro Padre Celeste, lo fanno correndo il rischio di andare incontro a prove, tormento e tribolazione.

    Dio ama tutti i Suoi figli. Ecco perché Egli ci esorta ferventemente tramite i Suoi profeti. Esattamente come noi desideriamo ciò che è meglio per i nostri cari, il Padre Celeste desidera ciò che è meglio per noi. Ecco perché le Sue istruzioni sono così importanti e a volte tanto urgenti. Ecco perché Egli non ci ha abbandonati oggi, ma continua a rivelarci la Sua volontà tramite i Suoi profeti. Il nostro destino e il destino del nostro pianeta si basano sull’ascolto e l’attenzione che diamo alla parola di Dio rivelata ai Suoi figli.

    Le inestimabili istruzioni di Dio all’umanità, si trovano nella Bibbia, nel Libro di Mormon, in Dottrina e Alleanze e nella Perla di Gran Prezzo. Inoltre, il Signore parla a noi tramite i Suoi servi, come farà nuovamente alla prossima conferenza generale.

    Invito tutti coloro che si chiedono se questo sia possibile, che magari si chiedono “è possibile che Dio parli a noi oggi?”, con tutto il mio cuore, a “[venire] a vedere” (Giovanni 1:46). Leggete la parola di Dio come contenuta nelle Scritture. Ascoltate la conferenza generale con orecchio disposto a udire la voce di Dio diffusa tramite i Suoi profeti negli ultimi giorni. Venite, udite e vedete con il vostro cuore! Se lo chiederete “con cuore sincero, con intento reale, avendo fede in Cristo, [Dio] ve ne manifesterà la verità mediante il potere dello Spirito Santo” (Moroni 10:4). Per e tramite questo potere, so che Gesù Cristo vive e guida la Sua Chiesa tramite un profeta vivente, ovvero il presidente Thomas S. Monson.

    Fratelli e sorelle, Dio realmente ci parla oggi. E desidera che tutti i Suoi figli ascoltino e prestino attenzione alla Sua voce. Nel farlo, il Signore ci benedirà e ci sosterrà grandemente sia in questa vita che nei mondi a venire.

    Noè viene deriso mentre predica, di Harry Anderson © IRI; Abinadi compare davanti al re Noè, di Arnold Friberg © 1951 IRI; Giovanni Battista mentre predica, di Del Parson © 1984 IRI