L’alleanza di Abrahamo

Stampa Condividi

    Da Abrahamo a Gesù Cristo

    Abrahamo, il grande patriarca dell’Antico Testamento, è indissolubilmente legato a tutti coloro che si uniscono alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni. Comprendere la sua vita e l’alleanza che Dio ha fatto con lui e con la sua posterità vi aiuterà a considerare in modo più completo la vostra vita e le alleanze che stipulate con Dio come discepoli di Cristo (vedere Guida alle Scritture, “Alleanza di Abrahamo”, scriptures.lds.org).

    Circa quattromila anni fa Geova, che era il nome di Gesù Cristo nella pre-esistenza, promise ad Abrahamo che la sua posterità sarebbe stata una benedizione per tutti i popoli e che, grazie a questa alleanza, negli ultimi giorni sarebbero accadute grandi cose (vedere Abrahamo 2:9–11). Nei secoli Gesù Cristo ribadì tale alleanza con molte altre persone. In tempi moderni Egli ha rinnovato l’alleanza di Abrahamo con il profeta Joseph Smith (vedere DeA 124:58; 132:30–31). Entrando a far parte di tale alleanza restaurata, siete benedetti con il Vangelo eterno e autorizzati, come lo erano nei giorni antichi, a ricevere tutte le ordinanze del santo sacerdozio, compreso il matrimonio per l’eternità (vedere Guida alle Scritture, “Alleanza,” scriptures.lds.org). La vostra benedizione patriarcale contiene una dichiarazione ispirata del lignaggio tramite il quale potete richiedere queste benedizioni esercitando la fede, pentendovi, ricevendo le ordinanze del sacerdozio e perseverando fino alla fine nel rispettare le alleanze stipulate.

    Nello studiare questo grafico, vedrete più chiaramente il vostro posto nel piano di felicità stabilito da Dio.

    • *2025 a.C.

    • *2000 a.C.

    • *1950 a.C.

    • *1900 a.C.

    • *1825 a.C.

    • *1800 a.C.

    • 1600 a.C.

    • 1300 a.C.

    • 1000 a.C.

    • 700 a.C.

    • 400 a.C.

    • 100 a.C.

    • Le date sono approssimative

    Evento

    Profezia

    Dispensazioni

    Emisfero orientale

    Emisfero occidentale

    Abrahamo

    Il fratello di Giared (Giarediti)

    Dispensazioni

    Emisfero orientale

    Emisfero occidentale

    Mosè

    Il fratello di Giared (Giarediti)

    Raduno

    Dispersione

    Raduno

    Raduno

    Dispersione

    Raduno

    Regno settentrionale (vedere 1 Re 12:2–20)

    Regno meridionale

    Regno settentrionale Dispersione (tribù perdute d’Israele)

    Regno meridionale Dispersione

    • Abrahamo

    • Sara

    • Isacco

    • Rebecca (moglie di Isacco)

    • Esaù

    • Judith

    • Basmath

    • Edomiti

    • Giacobbe

    • Lea

    • Zilpa

    • Bilha

    • Rachele

    • Ruben

    • Simeone

    • Levi

    • Mosè, Aaronne

    • Giuda

    • Re Davide

    • Isaia**

    • Nehemia

    • Issacar

    • Zabulon

    • Gad

    • Ascer

    • Dan

    • Neftali

    • Giuseppe

    • Efraim e Manasse

    • Lehi (Nefiti e Lamaniti)

    • Beniamino

    • Agar

    • Ismaele

    • Ismaeliti

    • Ismaeliti

    • Alcuni popoli arabi

    • Ketura

    • Madianiti

    • Madianiti

    • Jethro

    • Lignaggio secondo quanto tradizionalmente creduto

    1. Abrahamo nacque a Ur, nella terra dei Caldei. Suo padre adorava falsi dei.

      Abrahamo 1:1, 5–7, 27

    2. Abrahamo fu battezzato; ricevette il sacerdozio da Melchisedec.

      Dottrina e Alleanze 84:14; Abrahamo 1:2–4

    3. Geova (Gesù Cristo) apparve ad Abrahamo, salvandolo dal morire sacrificato a falsi dei.

      Abrahamo 1:8–16

    4. Geova comandò ad Abrahamo di partire da Ur, promettendo che tramite il ministero di quest’ultimo il Suo nome sarebbe stato conosciuto sulla terra per sempre.

      Abrahamo 1:16–19

    5. Abrahamo, Sara (sua moglie) e altri componenti della famiglia si stabilirono nella terra di Charan.

      Abrahamo 2:1–5

    6. Geova stabilì il Suo patto con Abrahamo; i suoi discendenti sarebbero stati una benedizione per tutte le famiglie della terra.

      Abrahamo 2:6–11

    7. Abrahamo e la sua famiglia si stabilirono nella terra di Canaan. Geova promise la terra ai suoi discendenti secondo la loro rettitudine. Poi si spostarono in Egitto.

      Abrahamo 2:6, 12–25

    8. Tramite l’Urim e il Thummim, Abrahamo vide il trono di Dio, il mondo preterreno e la creazione della terra.

      Abrahamo 3–5

    9. In Egitto, Abrahamo divenne un grande predicatore del Vangelo e prosperò.

      Un facsimile tratto dal Libro di Abrahamo, n. 3

    10. Abrahamo e la sua famiglia tornarono a Canaan. Geova confermò la Sua alleanza eterna con Abrahamo.

      Genesi 13:1–4, 12–18

    11. Geova parlò in visione con Abrahamo, che espresse il desiderio di avere figli. Il Signore riconfermò la Sua alleanza.

      Genesi 15:1–21

    12. Profezia Alcuni posteri di Abrahamo sarebbero stati “stranieri” in Egitto.

      Genesi 15:13–14

    13. Dio comandò a Sara di dare la sua serva, Agar, in moglie ad Abrahamo.

      Genesi 16:1–4; Dottrina e Alleanze 132:28–35

    14. Un angelo di Dio apparve ad Agar. Anche la sua posterità sarebbe stata grandemente benedetta come discendente di Abrahamo. Nascita d’Ismaele.

      Genesi 16:7–16

    15. Geova apparve ad Abrahamo, confermando ancora una volta le Sue promesse. Abrahamo circoncise tutti i maschi del suo casato come segno dell’alleanza.

      Genesi 17:1–27

    16. Profezia Sara avrebbe avuto un figlio di nome Isacco e in lui l’alleanza di Abrahamo sarebbe stata stabilita.

      Genesi 17:15–21

    17. Nascita d’Isacco. Geova disse ad Abrahamo che avrebbe benedetto sia Ismaele sia Isacco. (Vedere la profezia 16).

      Genesi 21:1–5, 12–13

    18. Profezia Ismaele, il figlio di Agar sarebbe stato il padre di “una grande nazione”. I suoi posteri divennero dodici nazioni o tribù.

      Genesi 21:17–20; 25:12–16

    19. Geova confermò la Sua alleanza con Abrahamo dopo che egli si dimostrò disposto a offrire suo figlio Isacco in sacrificio.

      Genesi 22:1–19; Giacobbe 4:5

    20. Dio comandò ad Abrahamo di sposare Ketura. Anche i loro sei figli furono grandemente benedetti.

      Genesi 25:1–4; Dottrina e Alleanze 132:28–35

    21. Abrahamo benedisse i suoi figli e diede loro dei doni, poi morì all’età di centosettantacinque anni.

      Genesi 25:5–10

    22. Geova apparve a Isacco, confermando l’alleanza di Abrahamo su di lui, sua moglie Rebecca e la loro posterità.

      Genesi 26:2–5, 24–25; Dottrina e Alleanze 132:37

    23. Geova apparve a Giacobbe, confermando l’alleanza di Abrahamo su di lui e la sua posterità.

      Genesi 28:10–22

    24. Dio comandò a Giacobbe di sposare Lea, poi Rachele, poi Bilha e poi Zilpa. Nacquero dodici figli maschi e una femmina.

      Genesi 29–30; Dottrina e Alleanze 132:37

    25. Geova comandò a Giacobbe di tornare a Canaan, la terra promessa. Il nome di Giacobbe fu cambiato in Israele.

      Genesi 31–32

    26. Geova apparve a Giacobbe (Israele) a Bethel, rinnovando l’allenza di Abrahamo.

      Genesi 35:1–13

    27. Geova apparve a Israele e gli comandò di portare la sua famiglia in Egitto.

      Genesi 46:1–7

    28. Israele benedisse i suoi figli, i suoi nipoti Efraim e Manasse e le loro famiglie. Egli promise loro che un giorno Dio li avrebbe aiutati a tornare nella terra di Canaan.

      Genesi 48:21

    29. Profezia Nella sua benedizione patriarcale, a Giuseppe fu promesso che avrebbe avuto una posterità fruttifera.

      Genesi 48:19; 49:22–26

    30. In Egitto i discendenti d’Israele si moltiplicarono e divennero noti come figliuoli d’Israele (chiamati anche casato d’Israele). (Vedere la profezia 12).

      Genesi 50

    31. Profezia Dio avrebbe “fa[tto] nascere” un profeta (Mosè) per liberare Israele dalla schiavitù in Egitto.

      Traduzione di Joseph Smith (TJS), Genesi 50:24, 34–36 (nell’appendice alla Guida alle Scritture); 2 Nefi 3:10, 17

    32. Profezia La famiglia di Israele sarebbe stata dispersa e un “ramo” avrebbe vissuto nelle Americhe.

      TJS, Genesi 50:25 (nell’appendice alla Guida alle Scritture); 2 Nefi 3:3–5, 16

    33. Profezia Un “veggente di valore” (Joseph Smith) avrebbe restaurato la conoscenza dell’alleanza che Dio fece con Abrahamo.

      TJS, Genesi 50:25–33 (nell’appendice alla Guida alle Scritture); 2 Nefi 3:6–15

    34. Geova apparve a Mosè, il quale aveva ricevuto il sacerdozio da Jethro. I figliuoli d’Israele lasciarono l’Egitto. (Vedere la profezia 31).

      Esodo 3:1–10; 13:17–22; Dottrina e Alleanze 84:6

    35. Presso il monte Sinai i figliuoli d’Israele promisero di rispettare l’alleanza di Abrahamo.

      Esodo 19:3–9; 24:3

    36. Poiché i figliuoli d’Israele infransero la promessa, ricevettero una legge minore fatta di comandamenti carnali.

      Esodo 32–34; Galati 3:19–24; Dottrina e Alleanze 84:19–26

    37. Geova apparve a Giosuè, rinnovando la Sua alleanza e comandando ai figliuoli d’Israele di entrare nella terra di Canaan come eredi.

      Giosuè 1:1–9

    38. Dopo aver trascorso molti anni a Canaan, i figliuoli d’Israele smisero di rispettare l’alleanza. Essi furono perseguitati dai loro nemici.

      Giudici 2–3

    39. Tramite il profeta Nathan, Geova stipulò un’alleanza eterna con il re Davide e la sua posterità.

      2 Samuele 7:1–17; Dottrina e Alleanze 132:38

    40. Profezia I popoli appartenenti al Regno settentrionale (indicato come Israele) e a quello meridionale (Giuda) sarebbero stati dispersi tra tutte le nazioni.

      Amos 9:5–10; Michea 3:9–12

    41. Profezia Il Messia (Gesù Cristo) avrebbe sofferto ed espiato per i peccati del mondo.

      Isaia 53

    42. Profezia Il Signore avrebbe riscattato un residuo del Suo popolo e avrebbe alzato un vessillo per tutte le nazioni.

      Isaia 11:11–12; Amos 9:9

    43. Profezia Il Signore avrebbe confortato il Suo popolo, redento Gerusalemme e mostrato il Suo potere a tutte le nazioni.

      Isaia 40:1–2, 11; 41:10; 52:9–10

    44. Profezia Durante una grande era millenaria la terra sarebbe stata rinnovata, tutte le malattie e tutte le sofferenze sarebbero cessate.

      Isaia 25:6–9; 33:20–24; 35; 61:2–5

    45. Il popolo del Regno settentrionale fu disperso dagli Assiri a causa della malvagità. (Vedere la profezia 40).

      2 Re 17:5–18

    46. Profezia Alcuni Ebrei (un rimanente) sarebbero stati riportati a Gerusalemme per servire il Signore.

      Geremia 24:4–7

    47. Geova stabilì l’alleanza di Abrahamo con Lehi e la sua famiglia. Essi lasciarono Gerusalemme e divennero una nazione nelle Americhe (Vedere le profezie 29 e 32).

      1 Nefi 1–2; 18

    48. Il popolo appartenente al Regno meridionale rifiutò l’alleanza di Abrahamo e fu disperso dai Babilonesi. (Vedere la profezia 40).

      2 Re 25:1–10

    49. Alcuni dei figliuoli d’Israele, chiamati “Giudei”, ritornarono a Gerusalemme e ricostruirono il tempio. Esdra esortò il popolo a rispettare l’alleanza stipulata con Dio. (Vedere la profezia 46).

      Nehemia 8–10

    50. Gli Asmonei (Maccabei) stabilirono uno stato giudeo indipendente, chiamato Giudea, nella terra di Canaan.