Studiate attentamente questo materiale e parlatene, secondo necessità, con le sorelle che visitate. Usate le domande per rafforzare le sorelle e fare della Società di Soccorso una parte attiva della vostra vita. Per altre informazioni, consultate reliefsociety.lds.org.

Convertiti al Signore

Sigillo della Società di Soccorso

Fede, famiglia, soccorso

Le nuove sorelle della Chiesa, comprese le Giovani Donne che entrano nella Società di Soccorso, le sorelle che ritornano ad essere attive nella Chiesa e le nuove convertite, hanno bisogno del sostegno e dell’amicizia delle insegnanti visitatrici. “[È] vitale la partecipazione dei membri per mantenere attivi i convertiti e riportare i membri meno attivi alla piena attività”, ha detto l’anziano M. Russell Ballard del Quorum dei Dodici Apostoli. “Afferrate la visione che la Società di Soccorso [può] diventare [una delle] risors[e] più efficac[i] per stringere amicizia che abbiamo nella Chiesa. Adoperatevi subito per diventare amici di coloro che imparano a conoscere la Chiesa e di coloro che sono stati riattivati, e teneteli nelle varie organizzazioni della Chiesa grazie al vostro amore”.1

Come membri della Società di Soccorso, possiamo aiutare i nuovi membri a imparare le pratiche di base della Chiesa, come:

  • Tenere un discorso.

  • Rendere testimonianza.

  • Obbedire alla legge del digiuno.

  • Pagare la decima e le altre offerte.

  • Partecipare al lavoro genealogico.

  • Celebrare i battesimi e le confermazioni per i loro antenati defunti.

“Perché si sentano a loro agio e benvenuti nella Chiesa hanno bisogno di amici membri della Chiesa premurosi e attenti”, ha detto l’anziano Ballard.2 Tutte noi, ma soprattutto le insegnanti visitatrici, abbiamo l’importante responsabilità di fare amicizia con i nuovi membri, in modo da aiutarli a divenire “convertiti al Signore” (vedere Alma 23:6).

Dalle Scritture

2 Nefi 31:19–20; Moroni 6:4

Dalla nostra storia

“Davanti al sempre crescente numero di convertiti”, ha detto il presidente Gordon B. Hinckley (1910–2008), “dobbiamo compiere uno sforzo sempre più grande per aiutarli a trovare la loro strada. Ognuno di loro ha bisogno di tre cose: avere un amico, avere un compito ed essere nutrito della “buona parola di Dio” (Moroni 6:4)”.3

Le insegnanti visitatrici sono nella posizione di poter aiutare coloro su cui vegliano. Spesso prima viene l’amicizia, come è stato per una giovane sorella della Società di Soccorso che era l’insegnante visitatrice di una sorella più grande. Avevano proceduto lentamente nello stringere amicizia fino a quando hanno lavorato fianco a fianco facendo delle pulizie. Sono diventate amiche e, quando parlavano del messaggio delle insegnanti visitatrici, erano entrambe nutrite dalla “buona parola di Dio”.

Il presidente Joseph Fielding Smith (1876–1972) ha detto che la Società di Soccorso “è parte fondamentale del regno di Dio sulla terra [e aiuta] i suoi membri fedeli ad ottenere la vita eterna nel regno di nostro Padre”.4

Mostra riferimenti

    Note

  1.   1.

    M. Russell Ballard, “I membri sono la chiave del successo”, Liahona, settembre 2000, 17–18.

  2.   2.

    M. Russell Ballard, Liahona, settembre 2000, 16–17.

  3.   3.

    Gordon B. Hinckley, “Ogni convertito è prezioso”, Liahona, febbraio 1999, 9

  4.   4.

    Joseph Fielding Smith, in Figlie nel mio regno: la storia e l’opera della Società di Soccorso (2011), 99.