Lezioni 17: Condividerò ciò che ho

Ecco i vostri piccoli: manuale del Nido d’infanzia, (2008), 72–75


Introduzione per l’insegnante

Per prepararti spiritualmente a insegnare questa lezione, leggi e medita quanto segue:

I veri seguaci di Gesù Cristo sono sempre stati conosciuti per la loro disponibilità a condividere ciò che hanno con gli altri (vedere, per esempio, Atti 2:44–45: Mosia 18:28; 4 Nefi 1:3). Condividendo le nostre benedizioni con i bisognosi, riconosciamo che tali benedizioni provengono da Dio e dimostriamo il nostro amore per tutti i Suoi figli.

Preparazione

Porta un semplice oggetto che puoi usare per dimostrare come condividere (puoi anche usare un oggetto della classe del nido, come un giocattolo o un libro).

Attività di apprendimento

Inizia con un’attività appena i bambini entrano in classe. Per avere delle idee, vedere a pagina 3.

Preghiera

Invita un bambino a dire la preghiera di apertura.

Inno

Canta o recita il ritornello dell’inno «Vorrò imitar Gesù» (Innario dei Bambini, 40–41) e svolgi l’attività seguente. Invita i bambini a unirsi a te.

Ama il prossimo come Gesù, (abbracciati e girati da un lato e dall’altro)
mostra la tua gentilezza a ciascun; (fai dei cenni col capo)
onesti e fedeli le azioni e i pensier, (abbracciati e girati da un lato e dall’altro)
Gesù questo un giorno insegnò (fai dei cenni col capo)

Spiega ai bambini che il Padre celeste vuole che siamo gentili gli uni con gli altri. Spiega che quando condividiamo, siamo gentili.

Dimostrazione

Di’ ai bambini che adesso farete pratica nel condividere. Mostra come farlo dicendo «Condividerò» mentre dai all’altro dirigente del nido l’oggetto che hai portato. Sottolinea la felicità che scaturisce dalla condivisione. Invita i bambini a dire «Condividerò».

Illustrazioni

Mostra la prima illustrazione a pagina 74. Indica la bambina a sinistra e spiega che ha una bambola con cui le piace giocare; quando la sua amica va a giocare con lei, la bambina dice: «Condividerò la mia bambola con te». Sottolinea che entrambe sono felici. Invita i bambini a dire «Condividerò».

Mostra la seconda illustrazione a pagina 74. indica il bambino a destra e spiega che a lui piacciono molto i suoi giocattoli; quando l’amico va a giocare con lui, il bambino dice: «Condividerò i miei giocattoli con te». Spiega che ora sono entrambi felici. Invita i bambini a dire «Condividerò».

Inno

Canta o recita le seguenti parole di «È bello» (Innario dei Bambini, 129) mentre fai finta di condividere con i bambini. Invita i bambini a unirsi a te.

Dare così è bello,
bello è dare così;
Dare così è bello,
dare, dare così.

Conclusione

Spiega ai bambini la felicità che si prova quando si condivide. Spiega che anche il Padre celeste è felice quando condividiamo.

Preghiera

Invita un bambino a dire la preghiera di chiusura.

Attività facoltative

Preparazione

  • Per l’attività con l’illustrazione: fotocopia l’illustrazione a pagina 75 per ogni bambino.

  • Per il gioco del cubo: fotocopia l’illustrazione a pagina 75 e colorala se lo desideri. Piega lungo le linee tratteggiate e incolla le linguette per formare un cubo.

Illustrazione

Mostra l’illustrazione a pagina 75 e consegnane una copia a ogni bambino. Indica la figura del bambino sorridente e spiega che possiamo donare il nostro sorriso. Invita i bambini a indicare il bambino sorridente sulla loro copia. Fai lo stesso per ogni figura.

Gioco del cubo

cube diagram

Fai rotolare il cubo che hai preparato. Invita i bambini a fare dei semplici gesti che accompagnano la figura che esce. Poi invitali a dire insieme a te «Condividerò i miei sorrisi [sorrisi, giocattoli, merenda, e così via]». Quando esce il lato con la sola scritta «Condividerò», i bambini dovranno battere le mani e dire: «Condividerò». Ripeti finché ogni bambino non ha lanciato il cubo.

Poesia con attività

Recita la seguente poesia con attività e invita i bambini a unirsi a te:

Voglio seguire Gesù
ed essere gentile e affettuoso ancor di più (abbracciati)
I miei sorrisi donerò (indica la bocca e sorridi)
e i giochi condividerò (fai finta di dare un gioco a qualcun altro)
Ecco quello che Lui vuole da me.