«La parola è in Cristo, per la salvezza»

Libro di Mormon: Manuale dell’insegnante, 1999


Scopo

Aiutare i membri della classe a capire che la parola di Dio li guiderà a Gesù Cristo e incoraggiarli a «nutrire» la parola nel loro cuore (vedere Alma 32:40).

Preparazione

  1. 1.

    Leggi, medita e prega sui seguenti passi delle Scritture:

    1. a.

      Alma 32:1–27. Alma incoraggia gli Zoramiti umili a esercitare la fede e a far posto nel loro cuore alla parola di Dio.

    2. b.

      Alma 32:28–43. Alma paragona la parola di Dio a un seme che viene piantato nel cuore delle persone. Egli spiega a queste persone che devono nutrire la parola con grande cura, in modo da poter ricevere un giorno la vita eterna.

    3. c.

      Alma 33. Alma cita le testimonianze di Gesù Cristo rese dai profeti ed esorta le persone a piantare la parola di Dio nel loro cuore.

    4. d.

      Alma 34. Amulec porta testimonianza dell’espiazione di Gesù Cristo e comanda alle persone di pregare ed esercitare la fede che porta al pentimento.

  2. 2.

    Se hai deciso di svolgere l’attività per richiamare l’attenzione, porta in classe un seme.

Suggerimenti per esporre la lezione

Attività per richiamare l’attenzione

Se lo ritieni utile per iniziare la lezione, svolgi la seguente attività o un’altra di tua scelta.

Mostra il seme che hai portato in classe. Chiedi ai membri della classe di immaginare che qualcuno abbia dato loro questo seme dicendo che diventerà un albero che produrrà frutti deliziosi.

• Che cosa fareste per scoprire se il seme produrrà veramente frutti deliziosi?

Spiega che questa lezione inizia con un’analisi di Alma 32. Questo capitolo contiene il discorso in cui Alma paragona la parola di Dio a un seme. Egli esorta un gruppo di Zoramiti umili a far posto nel loro cuore affinché un seme possa esservi piantato (vedere Alma 32:28). Egli promette che, se lo nutriranno, questo seme crescerà sino a diventare l’albero della vita, il cui frutto è «preziosissimo» e «dolce più di tutto ciò che è dolce» (Alma 32:40–42).

Analisi delle Scritture e applicazione pratica

Scegli con cura i passi delle Scritture, le domande e le parti del testo della lezione che rispondono meglio alle necessità dei membri della classe. Esaminate insieme come i passi scelti delle Scritture si possono applicare alla vita di ogni giorno. Esorta i membri della classe a raccontare esperienze adatte collegate ai principi esposti nelle Scritture.

1. Alma insegna agli Zoramiti umili a esercitare la fede e a far posto nel loro cuore alla parola di Dio.

Leggete e commentate versetti scelti di Alma 32:1–27. Ricorda ai membri della classe che Alma, Amulec e i loro fratelli erano entrati in una delle sinagoghe degli Zoramiti. Là avevano udito gli Zoramiti dichiarare che non vi sarebbe stato nessun Cristo (vedere Alma 31:16–17). Dopo aver udito questo falso insegnamento Alma, Amulec e i loro fratelli si separarono per predicare la parola di Dio e portare testimonianza di Cristo (Alma 31:36–37; 32:1).

• Alma, mentre predicava, fu avvicinato da una grande moltitudine di Zoramiti. Perché Alma sentì una grande gioia quando quegli Zoramiti vennero da lui? (Vedere Alma 32:6–8). Che cosa era accaduto per preparare quelle persone a udire le parole di Dio? (Vedere Alma 32:2–5).

• Perché fu una vera benedizione per quegli Zoramiti essere stati obbligati a essere umili? (Vedere Alma 32:12–13). Perché è meglio umiliarci spontaneamente piuttosto che essere costretti ad essere umili? (Vedere Alma 32:14–16). Come può la parola di Dio indurci a umiliarci?

• Che cosa insegnò Alma agli Zoramiti riguardo a ciò che significa avere fede? (Vedere Alma 32:17–18, 21). Qual è, secondo quanto disse Alma, la prima cosa che dobbiamo fare per sviluppare la fede in Dio? (Vedere Alma 32:22). In quali modi possiamo ricevere la parola di Dio? (Vedere Alma 17:2; 32:23; DeA 1:38; 18:33–36).

• Che cosa esortò Alma i suoi ascoltatori a fare per poter sapere che le sue parole erano vere? (Vedere Alma 32:26–27). Che cosa significa stimolare le proprie facoltà? Come possiamo fare esperimenti sulla parola di Dio? (Vedere Giovanni 7:17). Quali esperienze avete fatto sperimentando sulla parola di Dio?

2. Alma insegna al popolo a nutrire la parola di Dio nel loro cuore.

Leggete e commentate Alma 32:28–43.

• Paragonando la parola di Dio a un seme, Alma consiglia agli Zoramiti di far posto «affinché un seme possa essere piantato» nel loro cuore (Alma 32:28). Che cosa dobbiamo fare per fare posto nel nostro cuore alla parola di Dio?

• Secondo Alma, che cosa cominciano a sperimentare le persone quando la parola di Dio è stata piantata nel loro cuore? (Vedere Alma 32:28–31, 33–35. Puoi elencare le risposte dei membri della classe alla lavagna). Secondo voi, che cosa significa sentire che la parola si gonfia nel nostro petto? (Vedere Alma 37:8–9). In che modo le Scritture espandono la nostra anima, illuminano il nostro intelletto e espandono la nostra mente? (Vedere Alma 37:8–9). Per quali aspetti la parola di Dio è stata per voi deliziosa?

• Che cosa dobbiamo continuare a fare mentre la parola di Dio comincia a crescere nel nostro cuore? (Vedere Alma 32;37). Come possiamo nutrire la parola «con grande diligenza»? (Vedere Alma 32:41). Secondo voi che cosa significa far «mettere radici» alla parola nel nostro cuore perché cresca? (Alma 32:37).

• Cosa accadrà se trascuriamo la parola e non la nutriamo, dopo che ha cominciato a crescere nel nostro cuore? (Vedere Alma 32:38–40). Che cosa potremmo fare che potrebbe far diventare sterile la nostra terra, ossia il nostro cuore?

• Verso la fine del suo discorso Alma paragona la parola a un albero che è cresciuto da un seme (Alma 32:37). A quale albero egli si riferisce? (Vedere Alma 32:40–42).

Riassumi brevemente la visione dell’albero della vita avuta da Lehi e Nefi. Ricorda ai membri della classe che l’albero della vita è un simbolo di Gesù Cristo (vedere la pagina 12 di questo manuale). Fai notare che la parola di Dio, rappresentata dalla verga di ferro in quella visione e dal seme nel discorso di Alma, conduce al Salvatore, rappresentato dall’albero della vita.

Riferendosi a Alma 32 l’anziano Jeffrey R. Holland ha detto: «In questo brillante discorso Alma conduce il lettore da un commento generale sulla fede nel seme (parola di Dio) a un discorso incentrato sulla fede in Cristo come parola di Dio» (Christ and the New Covenant [1997], 169).

• Qual è il frutto dell’albero della vita? (La vita eterna. Vedere Alma 32:41; 33:23; vedere anche 1 Nefi 15:36; DeA 14:7).

3. Alma cita le testimonianze di Gesù Cristo rese dai profeti ed esorta le persone a piantare la parola di Dio nel loro cuore.

Leggete e commentate versetti scelti di Alma 33. Spiega che, dopo aver udito il discorso di Alma, le persone volevano sapere «in che modo dovessero cominciare a esercitare la loro fede» (Alma 33:1). Alma rispose citando gli insegnamenti dei profeti Zenos, Zenoc e Mosè riguardo a Gesù Cristo.

• Quali insegnamenti di Zenos Alma espose agli Zoramiti? (Puoi chiedere ai membri della classe di leggere a turno i versetti di Alma 33:3–11). Qual era lo scopo di Alma nel citare l’insegnamento di Zenos sulla preghiera? (Vedere Alma 33:11–14. Voleva insegnare agli Zoramiti a esercitare la fede nel Figlio di Dio. Nota che è grazie a Suo Figlio che il Padre celeste ode le nostre preghiere e distoglie da noi i Suoi giudizi).

• Alma disse agli Zoramiti che anche il profeta Zenoc aveva testimoniato di Cristo (Alma 33:15). Che cosa insegnò Zenoc? (Vedere Alma 33:16). Perché questo era un importante insegnamento per quanto riguardava gli Zoramiti? (Vedere Alma 31:12, 16–17).

• Alma parlò di un serpente di rame che Mosè aveva innalzato nel deserto (Alma 33:19; vedere anche Numeri 21:9). Per quali aspetti il serpente era una prefigurazione o simbolo di Gesù Cristo? (Vedere Alma 33:19; vedere anche Giovanni 3:14–16; Helaman 8:13–15). Che cosa ci insegna l’episodio del serpente di rame raccontato da Alma riguardo a esercitare la fede in Gesù Cristo? (Vedere Alma 33:20–23; vedere anche Alma 37:46).

4. Amulec porta testimonianza dell’espiazione di Gesù Cristo. Egli comanda al popolo di pregare e di esercitare la fede che porta al pentimento.

Leggete e commentate versetti scelti di Alma 34. Spiega che, dopo che Alma ebbe parlato, Amulec si alzò e cominciò ad ammaestrare il popolo.

• Alma e Amulec si resero conto che le persone ancora si chiedevano se credere o no in Cristo (Alma 34:2–5). In che modo Amulec rispose a questa domanda? (Vedere Alma 34:6–8). Come possiamo ricevere una testimonianza altrettanto forte di Cristo? In che modo le Scritture, i profeti e gli altri testimoni di Cristo hanno rafforzato la vostra testimonianza di Lui?

• Perché senza l’espiazione di Cristo tutta l’umanità doveva inevitabilmente perire? (Vedere Alma 34:8–9; vedere anche Alma 22:14). Perché Gesù era l’unico Essere che poteva espiare i peccati del mondo e salvarci dagli effetti della Caduta? (Vedere Alma 34:10–12). Qual è il significato dell’insegnamento di Amulec che l’Espiazione è il «grande e ultimo sacrificio»? (Vedere Alma 34:14–16).

L’anziano Bruce R. McConkie dichiarò: «L’uomo non può risorgere da sé; l’uomo non può salvarsi da sé; l’uomo non ha il potere di salvare un altro essere; l’uomo non ha il potere di espiare i peccati di un’altra persona. Il lavoro di redenzione deve essere infinito ed eterno e deve essere svolto da un essere infinito; Dio stesso doveva espiare i peccati del mondo» (A New Witness for the Articles of Faith [1985], 111–112).

• In che modo, secondo voi, i consigli di Amulec in Alma 34:17–29 aiutarono gli Zoramiti, i quali credevano di poter rendere il culto soltanto nelle sinagoghe e soltanto una volta la settimana? Che cosa possiamo imparare da questi consigli?

• Che cosa comandò Amulec alle persone di fare dopo aver ricevuto tante testimonianze del Salvatore? (Vedere Alma 34:30–31; vedere anche i versetti 15–17, in cui l’espressione «fede fino a pentirsi» compare quattro volte). Perché la fede in Cristo è una parte essenziale del pentimento?

• Amulec esortò i suoi ascoltatori a non rimandare il giorno del loro pentimento (Alma 34:31–36). Perché le persone qualche volta rimandano il pentimento? Perché l’osservanza del consiglio in Alma 34:32 influisce sul modo in cui viviamo ogni giorno?

Conclusione

Fai notare che lo scopo di piantare un albero da frutto è quello di poter mangiare i suoi frutti. Quando facciamo posto affinché la parola possa essere piantata nel nostro cuore, ci possiamo aspettare di goderne i frutti (vedere Alma 32:28, 41). Leggete la descrizione fatta da Alma di questo frutto in Alma 32:41–42. Ricorda ai membri della classe che questo frutto è la vita eterna e che soltanto tramite l’espiazione di Gesù Cristo possiamo mangiare questo frutto (Alma 34:14–16).

Secondo i suggerimenti dello Spirito, porta testimonianza della validità dei principi trattati durante la lezione.

Idee addizionali da utilizzare nell’esporre la lezione

Il testo che segue integra lo schema della lezione. Puoi utilizzare una o entrambe queste idee come parte della lezione.

1. «Desidero che ricordiate queste cose» (Alma 34:37)

Per concludere la lezione invita un membro della classe a leggere ad alta voce le parole conclusive di Amulec agli Zoramiti, in Alma 34:37–41.

2. Rafforziamo i nuovi membri della Chiesa

• «La parte più in vista degli Zoramiti» scacciò le persone che credevano nelle parole di Alma e dei suoi fratelli (Alma 35:1–6). In che modo il popolo di Ammon accolse queste persone? (Vedere Alma 35:7–9). Che cosa ci insegna questo esempio riguardo al dovere di rafforzare i nuovi convertiti?